Visto per l'italia
img

La nostra esperienza per l’ingresso stranieri in Italia

Cari visitatori la nostra esperienza nasce dal soddisfare l’esigenza fondamentale di qualsiasi persona straniera e italiana che vivendo in Italia ha la nostalgia quotidianamente di invitare una persona cara (papa, madre, figlia, sorella, fratello, nonna) che vive all’estero oppure per tutti quei viaggiatori italiani che all’estero hanno trovato l’amore della loro vita e vorrebbero   far conoscere il nostro meraviglioso paese  per turismo.

Ma i nostri servizi abbracciano tutte le tipologie di visto per l’ingresso stranieri come:
Visto per studio allo studente straniero che intenda seguire corsi universitari, borse di studio, corsi di studio o di formazione professionale presso istituti riconosciuti,  per lo sportivo straniero che sia chiamato a partecipare a manifestazioni di carattere sportivo,  allo straniero che abbia necessità di  visto per cure mediche per sottoporsi a trattamenti medici presso istituzioni sanitarie italiane, pubbliche o private accreditate, visto per affari per chi intenda viaggiare per finalità economico-commerciali, visto per lavoro autonomo che intenda esercitare un’attività professionale o lavorativa a carattere non subordinato.


La procedura 'domanda di Visto Turistico con Lettera d'Invito'

Premessa
Passo 1 – Il visto turistico a Cosa serve?
Passo 2 – Date di arrivo e partenza dall’Italia
Passo 3 – Prepara la documentazione
Passo 4 – Ricevi i documenti
Passo 4 – Invia i documenti
Passo 5 – In Italia - Dichiarazione di presenza
Passo 6 – Assistenza Clienti

Premessa
Se inviti in Italia un amico o un parente dall’estero per un periodomassimo fino a 90 giorni come indicato dalla legge, puoi aiutare il tuo ospite a chiedere il Visto Turistico per l’Italia .
In questa Guida trovi tutte le informazioni indispensabili per muoverti con sicurezza e fare i passi giusti.

Iniziamo a capire come fare una corretta richiesta di Visto Turistico e a cosa fare quando il tuo ospite arriva in Italia.
Ma andiamo per ordine, la procedura che seguiremo insieme è  “domanda di Visto Turistico con Lettera d’Invito”, vuol dire , che sei tu che inviti un cittadino straniero a venire in Italia e quindi lui è per legge italiana il tuo ospite .
Con questa procedura sei tu che prepari la documentazione necessaria per la richiesta di visto.
Quando la documentazione è tutta pronta la invii al tuo ospite e lui la presenterà all’ambasciata italiana nel suo Paese di origine per ottenere il visto .

Passo 1 – Prima di tutto quale documentazione ti serve?
Il primo documento che ti serve è la Lettera ’Invito, la puoi Chiedere a noi : vistoturistico@gmail.com
Passo 2 – Date di arrivo e partenza dall’Italia
Nel compilare la lettera d’invito dovrai indicare tutti i tuoi dati personali e quelli del tuo ospite e le date esatte di arrivo e partenza dall'Italia del tuo ospite, che ti suggerisco di organizzarti in questo modo:
Innanzitutto fai fissare al tuo ospite la data per l’ appuntamento all’ ambasciata italiana per il colloquio e la consegna dei documenti.
Puoi anche inviare la richiesta di appuntamento via e-mail, qui http://www.esteri.it/visti/rilascio.asp trovi gli indirizzi di tutte le ambasciate italiane con telefono, fax ed e-mail.
Da quella data, prenditi 10-15 giorni in piu’ , per precauzione, nel caso in cui l'ambasciata trattenga i documenti per qualche giorno o chiede altra  documentazione integrativa.
Ad esempio se l'appuntamento è per il 20 di questo mese fai partire il tuo ospite il 5 del mese prossimo.
Passo 3 –  Ricordati quale documentazione devi inviare
Al tuo ospite dovrai inviare la lettera d’invito compilata e firmata, la fideiussione e la polizza sanitaria. (Il punto 4 per adesso lascialo in bianco lo compilerai quando ti arriva la nostra fideiussione indicando l’istituto finanziario emittente)
Per ricevere la polizza sanitaria e la fideiussione dovrai inviarmi in e-mail : vistoturistico@gmail.com tutti questi documenti scannerizzati:
1. Lettera d’invito
2. Il tuo documento d’identità
3. Il tuo codice Fiscale
4. Il permesso di soggiorno se non sei cittadino italiano
5. La tua ultima denuncia dei redditi (modello Cud o modello Unico)
6. Ultima busta paga
6. Copia del passaporto della persona straniera che deve entrare in Italia
La nostra società una volta ricevuto tramite  e-mail tutti i documenti, verifichiamo se sono ben leggibili e completi e entro poche ore dal ricevimento dei documenti Vi inviamo via e-mail le bozze della polizza sanitaria e fideiussoria  dove Voi dovete verificare se i dati inseriti vanno bene.
Passo 4 – Ricevi i documenti
Appena Voi  avete eseguite il controllo di conformità ci inviate un e-mail di conferma o modifica dei dati e subito dopo noi procediamo all’emissione e spedizione della fideiussione e della polizza sanitaria.
Per la ricezione delle polizze dovete considerare 1/2 giorni lavorativi e riceverete tutto all’indirizzo che avete indicato nella e-mail, 3 copie di fideiussione e 3 copie della polizza sanitaria.
Appena ricevi i documenti, firma tutte le copie alla voce “IL CONTRAENTE”.
Trattieni una copia per te, una copia la invii al tuo ospite e una copia la invii a noi.
Passo 4 – Invia i documenti
Prepara una busta con i documenti da inviare al tuo ospite e metti dentro, la lettera d’invito originale firmata e completata al punto 4 (adesso hai la fideiussione), la fotocopia di un tuo documento di identità, la fideiussione, la polizza sanitaria e la domanda di visto compilata e’ firmata.
Ricordati anche della prenotazione del viaggio di andata e ritorno.
Adesso il tuo ospite ha ricevuto i documenti completi per la domanda di Visto e li consegna in ambasciata italiana nella data precedentemente concordata.
Passo 5 – In Italia - Dichiarazione di presenza
Appena il tuo ospite arriva in Italia verifica che, se arriva da Stati non Shengen, il timbro che la polizia di frontiera appone sul passaporto/visto vale come dichiarazione di presenza.
Se la persona è ospitata in una casa privata, entro 48 ore deve essere data comunicazione alla Polizia (legge antiterrorismo).
Mentre se la persona viene ospitata in hotel, nessun problema perché l'hotel procede a segnalare alla polizia.
Passo 6 – Assistenza Clienti
Per qualsiasi dubbio o chiarimento non esitare a contattarmi.
TEL: 02.67.07.82.47
(DALLE ORE 10.00 ALLE 13.00 - LUN - VEN )
FAX : 02.67.38.74.76 (24h)

Visto turistico


 Visto Turistico |  Visto per Studio |  Visto per Cure Mediche |  Visto per Affari |  Visto per Lavoro Autonomo o Subordinato |  Visto per Motivi Religiosi |  Visto per Residenza Elettiva |  Polizze Sanitarie per Ricongiungimenti Familiari

Ultime news di Vistoturistico.it

  • Quanto ammonta l'importo della fideiussione e della polizza assicurativa per un visto turistico per l? Italia e Paesi Schengen

    L’importo della fideiussione da garantire per fare una pratica di visto varia a secondo della permanenza in Italia del suo ospite vedi tabella indicata:
     


    Classi di durata del viaggio Un partecipante 40 60 90 180 365
    Classi di durata del viaggio Un partecipante 40 60 90 180 365
    Da 1 a 5 giorni: quota fissa complessiva € 269,60          
    Da 6 a 10 giorni: quota a persona giornaliera € 44,93          
    Da 11 a 20 giorni: quota fissa € 51,64          
    Quota giornaliera a persona € 36,67          
    Oltre i 20 giorni: quota fissa € 206,58 € 206,58 € 206,58 € 206,58 € 206,58 € 206,58
    Quota giornaliera a persona € 27,89 € 1.115,60 € 1.673,40 € 2.510,10 € 5.020,20 € 10.179,85
    VALORE DELLA FIDEIUSSIONE € 1.322,18 € 1.879,98 € 2.716,68 € 5.226,78 € 10.386,43

     


    Quale polizza scegliere tra la Fideiussione bancaria o assicurativa?

    Per la fideiussione bancaria le banche di solito chiedono un importo in denaro pari al capitale garantito e in piu’ aggiungono una commissione bancaria sul servizio effettuato immobilizzando risorse monetarie per l’intero periodo e inoltre la fideiussione  viene segnalata nella Centrale Rischi della Banca d’Italia. L’emissione della polizza per la richiesta di un visto richiede inoltre tempi lunghi e alcune banche non le rilasciano queste tipologie con esiti di risposta spesso  negativi.
    Invece con la stipula di fideiussioni assicurative o finanziarie  prevedono solo il pagamento di un premio senza l’apertura di un conto bancario e senza versare alcun soldo. La  fideiussione che serve per un visto turistico noi la emettiamo subito al pagamento del premio e garantisce l’importo di euro 3905,00 con validità da 1 a 90 giorni di permanenza in Italia e  nell’area Schengen con un importo superiore alla tabella che dovrebbe essere pari a euro 2716,68 per la durata di 90 giorni.
    Come stabilito dal decreto legislativo del 25 luglio 1998 n. 286,la fideiussione e la polizza medica per visto turistico è uno dei documenti necessari ai fini della concessione del visto garantendo la disponibilità economica da parte del cittadino italiano o  extracomunitario di adeguate risorse finanziarie necessarie per il suo sostentamento economico durante il soggiorno in Italia come stabilita dalla Direttiva del Ministero dell'Interno del 01.03.2000.
    L’assicurazione viaggi per stranieri che arrivano in Italia tramite visto di ingresso in Italia per turismo, affari, studio invece deve garantire euro 30.000,00 per rimborso spese mediche e avere sempre un’altra garanzia aggiuntiva chiamata ‘assistenza‘ che rappresenta una prestazione nel caso in cui l’assicurato venga a trovarsi in serie difficoltà a seguito di malattia o infortunio garantendo anche il rimpatrio organizzato della salma fino al luogo di inumazione del paese di residenza dell’assicurato . Attenzione che la polizza non rimborsa chi vorrebbe venire in Italia a curarsi malattie preesistenti nel paese di origine. Il costo della polizza varia in base al soggiorno in Italia.

    Con la richiesta di visto turistico Italia che farete  acquistando entrambi le polizze fidejussione e assicurazione medica con la nostra agenzia al miglior preventivo di mercato vi garantiremo un periodo di soggiorno in Italia del vostro ospite senza problema di imprevisti .
    La nostra agenzia offre fideiussioni e polizze medico/sanitarie anche per altre tipologie di visto: visto per lavoratore autonomo, visto per affari, visto per modelle, visto per gara sportiva e visto per studio e etc.


  • Cosa è lo Spazio economico europeo (SEE)

    Lo Spazio economico europeo (SEE) è composto da Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Repubblica d'Irlanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Regno Unito.

    Anche se l'Islanda, il Liechtenstein e la Norvegia non sono membri dell'Unione europea (UE), i cittadini hanno gli stessi diritti dei cittadini dell'UE per entrare, vivere e lavorare nel Regno Unito.


  • Perché sottoscrivere la Fideiussione per visto turistico e assicurazione sanitaria

    La fideiussione assicurativa per visto turistico o la fideiussione bancaria per visto turismo viene richiesta da tutte le Ambasciate italiane presenti all’estero per la garanzia dei mezzi di sostentamento in Itala a favore di un terzo invitato che vive all’estero.

    La persona che fa l’invito in Italia si fa di solito carico delle spese per la fideiussione per invito stranieri e dell’assicurazione sanitaria/medica per la pratica di visto per l’Italia.

    Di solito la fideiussione bancaria per stranieri si può chiedere sia tramite banca oppure tramite un assicurazione e di solito va abbinata ha un assicurazione sanitaria per visto turistico che deve avere come garanzia 30.000,00 euro per rimborso spese mediche e assistenza alla persona.

    Oltre che consigliata, è obbligatoria presentare in ambasciata l’assicurazione sanitaria per gli stranieri che chiedono un  visto turistico in Italia o altro tipo di visto al fine di evitare spiacevoli sorprese.

    La polizza fidejussoria per stranieri è possibile acquistarla tramite noi in brevissimo tempo con un prezzo veramente basso inviando della semplice documentazione senza aprire conto corrente presso una banca e senza depositare soldi per il periodo di richiesta del visto. Alla fine della scadenza del visto la polizza perde di efficacia quindi non è più riutilizzabile per un nuova pratica di visto per l’Italia.


  • Paesi i cui cittadini sono esenti da visto per brevi soggiorni quindi massimo 90 GIORNI

    I cittadini dei seguenti Paesi sono esenti dall'obbligo di visto d’ingresso per soggiorni di durata massima di 90 giorni, per turismo, missione, affari, invito, gara sportiva e studio:
    Albania, Andorra, Antigua e Barbuda, Argentina, Australia, Bahamas, Barbados, Bosnia-Erzegovina, Brasile, Brunei, Canada, Cile, Corea del Sud, Costa Rica, Croazia El Salvador, Ex-Repubblica Iugoslava di Macedonia (FYROM), Giappone, Guatemala Honduras, Hong Kong, Israele, Malesia, Macao, Marianne del Nord, Mauritius, Messico, Monaco, Montenegro, Nicaragua, Nuova Zelanda, Panama, Paraguay, Saint Kitts e Nevis Serbia, Seychelles, Singapore, Stati Uniti, Taiwan, Uruguay e  Venezuela.
    Per i cittadini di Taiwan l'esenzione dall'obbligo del visto si applica esclusivamente ai titolari di passaporti comprensivi del numero di carta d'identità.

    Per i cittadini di Albania, Bosnia-Erzegovina, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Montenegro, Serbia l'esenzione dall'obbligo del visto si applica esclusivamente ai titolari di passaporti biometrici.

    I cittadini serbi titolari di passaporto rilasciati dalla Direzione di coordinamento serba (in serbo: Koordinaciona upreva) sono esclusi dal beneficio dell'esenzione dal visto.
    I cittadini di SAN MARINO, SANTA SEDE e SVIZZERA sono esenti dall’obbligo di visto in qualunque caso.

    Tutto questo è possibile farlo con noi infatti Vi informiamo che conviene sempre  fare  una lettera di invito, assicurazione medica e dimostrare di avere dei mezzi di sostentamento durante il viaggio nei Paesi Schengen (fideiussione) o altro  per non aver problemi con l’ufficio immigrazione durante l’attraversamento delle frontiere all’aeroporto.


  • Visto turistico il sito web che ti aiuta ad ottenere il visto per l'Italia

    Se inviti in Italia un amico o un parente dall’estero per un periodo massimo fino a 90 giorni come indicato dalla legge, puoi aiutare il tuo ospite a chiedere il Visto Turistico per l’Italia.Noi possiamo aiutarti a fare una corretta richiesta di Visto Turistico e a cosa fare quando il tuo ospite arriva in Italia.

    La procedura che seguiremo insieme è  “domanda di Visto Turistico con Lettera d’Invito”, vuol dire, che sei tu che inviti un cittadino straniero a venire in Italia e quindi lui è per legge italiana il tuo ospite.
    Con questa procedura sei tu che prepari la documentazione necessaria per la richiesta di visto.
    Quando la documentazione è tutta pronta la invii al tuo ospite e lui la presenterà all’ambasciata italiana nel suo Paese di origine per ottenere il visto.
     
    Per tutte le info ed i dubbi puoi contattarci in qualsiasi momento
    Specializzati nell'ingresso degli stranieri in Italia
    Via N. Copernico, 47 - Milano - IT - Tel. +39 02 67078247 - Fax +39 02 67387476 ai nostri recapiti telefonici

  • Auguri di Buone Feste da Visto Turistico

    Vogliamo augurare a tutti i nostri clienti, presenti e futuri, i migliori auguri di un Sereno Natale e felice 2014.

    Noi ci impegneremo sempre al massimo per realizzare le vostre aspettative, offrendovi sempre il meglio e garantendovi assistenza e cortesia. Crediamo in ciò che facciamo, crediamo in voi e sappiamo che la professionalità, la costanza e la passione che mettiamo in tutto ciò che facciamo è la strada giusta per risolvere ogni problema.

    Buone Feste


  • Cosa sono le ?quote? di stranieri in Italia

    L’art. 3 del dlgs 286 ci informa sul processo di formazione delle politiche migratorie in Italia: il Presidente del Consiglio, sentite anche “le autonomie locali, gli enti e le associazioni nazionali maggiormente attivi nell’assistenza e nell’integrazione degli immigrati e le organizzazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro maggiormente rappresentative sul piano nazionale”, predispone ogni tre anni “il documento programmatico relativo alla politica dell’immigrazione e degli stranieri nel territorio dello Stato, che è approvato dal Governo e trasmesso al Parlamento”. Il nucleo di quest’attività di programmazione è la definizione delle “quote massime di stranieri da ammettere nel territorio dello Stato per lavoro subordinato, anche per esigenze di carattere stagionale, e per lavoro autonomo”. Cosa sono queste “quote”?

    La parola fa riferimento alla possibilità di limitare a un certo livello (a una certa quota) il numero degli stranieri che ogni anno possono entrare in Italia. Un numero che viene definito in base a quanti stranieri sono già presenti e operano nel paese, alle necessità di manodopera, all’andamento dell’occupazione, ai tassi di disoccupazione, al numero degli stranieri iscritti nelle liste di disoccupazione, e via dei seguito. Le quote riguardano tre materie: il lavoro, lo studio e lo sport. Conosciute le quote, è quasi automaticamente stabilito il numero dei visti d’ingresso che potranno essere rilasciati, nel periodo, per le esigenze del lavoro subordinato, anche stagionale, e del lavoro autonomo. I visti di ingresso di cui qui si parla sono naturalmente visti di lunga durata, superiore cioè ai 90 giorni.

    Le quote non sono suddivise in modo uguale fra tutte le nazioni di provenienza degli stranieri: hanno maggiori quote i paesi che collaborano nel contrastare l’emigrazione clandestina, come Marocco e Tunisia, Sri Lanka, Bangladesh, Romania, Albania. Viene inoltre data precedenza ai lavoratori stranieri di origine italiana per parte di almeno uno dei genitori, e a quelli che hanno ricevuto nei paesi d’origine una formazione specifica in vista dell’uscita dal paese – che hanno imparato, per esempio, o comunque conoscono già la lingua italiana.

    Le quote per il lavorosono suddivise fra lavoro subordinato, lavoro stagionale e lavoro autonomo, di competenza del governo; le quote per lo studio, che consentono di accedere all’istruzione universitaria, competono al Ministero degli esteri d’accordo con i Ministeri dell’Università e dell’interno; le quote per gli sportivi professionisti sono definite dal Ministero per i beni e le attività culturali su proposta del CONI, Comitato olimpico nazionale italiano.


  • Quali sono i diritti di base riconosciuti allo straniero in Italia

    “Allo straniero comunque presente alla frontiera o nel territorio dello Stato sono riconosciuti i diritti fondamentali della persona umana previsti dalle norme di diritto interno, dalle convenzioni internazionali in vigore e dai principi di diritto internazionale generalmente riconosciuti.” [dlgs 286, art. 2, c. 1]. I diritti fondamentali della persona umana sono dunque riconosciuti allo straniero che abbia o non abbia un permesso di soggiorno, che sia in regola o no. Di quali diritti si tratta?

    Si tratta del diritto alla vita e alla salute, del diritto di asilo, del diritto alla libertà di manifestazione del pensiero, alla protezione della maternità, della famiglia e dell’infanzia: quei diritti universali per cui si può dire che tutti gli uomini sono uguali – godono di una “uguaglianza formale”, come dicono i giuristi. Ma ci sono altri diritti che discendono dai cosiddetti “principi costituzionali”, come la libertà di circolazione, il diritto al lavoro e alla casa, il diritto di voto, il diritto di accesso agli uffici pubblici; diritti che non appartengono a tutti gli uomini ma variano da paese a paese, dipendono dall’azione dei governi dei singoli paesi, e fanno differenza fra italiani e stranieri e fra i diversi modi dell’essere stranieri.

    Agli stranieri, comunque, viene sempre riconosciuta la cosiddetta “tutela giurisdizionale”, cioè la corretta applicazione delle norme giuridiche vigenti. A cominciare [art. 2, c. 6] da una radicale misura di rispetto: “Ai fini della comunicazione allo straniero dei provvedimenti concernenti l’ingresso, il soggiorno e l’espulsione, gli atti sono tradotti, anche sinteticamente, in una lingua comprensibile al destinatario, ovvero, quando ciò non sia possibile, nelle lingue francese, inglese o spagnola, con preferenza per quella indicata dall’interessato.” Devono essere tradotti almeno sommariamente, a beneficio dello straniero, i contenuti dei provvedimenti, il termine di tempo entro cui si può fare opposizione, l’autorità avanti alla quale l’atto può essere impugnato – insomma, il minimo necessario perché l’atto giuridico non si risolva, per chi non conosce la lingua del paese, in una sequenza di fatti incomprensibili.

    Altrettanto importante è il richiamo della legge alla Organizzazione internazionale del lavoro, OIL, la cui Convenzione è stata ratificata (cioè fatta propria) dall’Italia, che [art. 2, c. 3] “garantisce a tutti i lavoratori stranieri regolarmente soggiornanti nel territorio e alle loro famiglie parità di trattamento e piena uguaglianza di diritti rispetto ai lavoratori italiani”. Ma, appunto: la parità di trattamento riguarda in questo caso i lavoratori stranieri “regolarmente soggiornanti” nel nostro paese e le loro famiglie, mentre ne restano esclusi quelli che sono per qualsiasi motivo irregolari o clandestini e quelli a cui sia scaduto il permesso di soggiorno.

    È ovviamente prevista a favore dello straniero [c. 7 dell’art.2] la protezione diplomatica nelle forme regolate dal diritto internazionale: “ogni straniero presente in Italia ha diritto di prendere contatto con le autorità del Paese di cui è cittadino e di essere in ciò agevolato da ogni pubblico ufficiale interessato al procedimento”; e ogni pubblico ufficiale ha l’obbligo di informare la rappresentanza diplomatica o consolare del Paese a cui lo straniero appartiene nel caso in cui siano stati adottati nei suoi confronti “provvedimenti in materia di libertà personale, di allontanamento dal territorio dello Stato, di tutela dei minori, di status personale, ovvero in caso di decesso dello straniero o di ricovero ospedaliero urgente, e hanno altresì l’obbligo di far pervenire a tale rappresentanza documenti e oggetti appartenenti allo straniero che non debbano essere trattenuti per motivi previsti dalla legge”. Tale obbligo viene meno – nel rispetto della posizione personale dello straniero – se questi ha presentato domanda di asilo, o gli è stato riconosciuto lo status di rifugiato, o è stato oggetto in Italia di misure di protezione temporanea per motivi umanitari.


  • Chi è lo straniero in Italia per la normativa italiana

    I diritti e i doveri degli stranieri presenti in Italia o che intendono venirci sono definiti dalla legge. E ci si deve chiedere prima di tutto: chi è lo straniero?
    Nel linguaggio di tutti i giorni sono stranieri – per gli italiani – tanto il tedesco quanto il cinese, ma anche il turista che viene in Italia in vacanza e il lavoratore stagionale che raccoglie i pomodori nelle campagne del Sud, il giocatore di colore che gioca nella grande squadra di calcio, il manager di una multinazionale che opera in Italia, lo studente che completa nel nostro territorio il ciclo di studi, la badante che si prende cura dei nostri vecchi, il venditore ambulante che vende stuoie sulla spiaggia.

    La legge usa un linguaggio più preciso e prevede quattro categorie di stranieri:
    • i cittadini europei, o “comunitari” – per noi che siamo italiani sono stranieri in questo senso i cittadini europei (che fanno parte dell’Unione europea) non italiani: tedeschi, inglesi, francesi, danesi, spagnoli, austriaci, polacchi, rumeni, eccetera;
    • i cittadini di paesi cosiddetti “terzi”, non europei, cioè gli extracomunitari, che sono cittadini di paesi che non appartengono all’Unione europea – cinesi, sudanesi, peruviani, argentini, sudafricani, russi, giapponesi, filippini, albanesi, eccetera;
    • gli “apolidi”, persone che non hanno nessuna cittadinanza, per cui sono stranieri non solo in Europa ma dovunque, in qualsiasi paese;
    • coloro che richiedono, per vari motivi, protezione internazionale e sono identificati come “rifugiati”.
    Il decreto legislativo 286/98 si occupa direttamente solo di due di queste categorie di stranieri: i cittadini extracomunitari e gli apolidi: “Il presente testo unico si applica ai cittadini di Stati non appartenenti all’Unione europea e agli apolidi, di seguito indicati come stranieri” [art. 1, c. 1]. E la nostra attenzione è rivolta essenzialmente agli extracomunitari, che costituiscono la maggioranza degli stranieri presenti e che continuano ad entrare in Italia.


  • Quali sono le più recenti norme sull?immigrazione in Italia?

    Il primo intervento innovativo sul Testo unico è la famosa legge “Bossi-Fini” [dlgs 113/99] che già nell’aprile del 1999, a meno di un anno di distanza dalla promulgazione del dlgs 286, scrive nuove norme in tema di lavoro, permesso di soggiorno, controllo alle frontiere, diritto di asilo. La legge introduce una “sanatoria”, che è un po’ come dire “quel che è stato è stato”, sistemiamo una volta per tutte una situazione che altrimenti metterebbe molte, troppe persone in condizioni di illegalità, e applichiamo di qui in avanti delle regole che non permettano che si corra in futuro lo stesso rischio – regole non solo di indirizzo ma prescrittive, fondate su precise scelte politiche.
    Per esempio, nel lavoro: prima il perno della disciplina era la garanzia offerta dal privato, che aveva già assunto il lavoratore e regolarizzato la sua permanenza in Italia, permettendo in molti casi il ricongiungimento familiare di moglie e figli; ora si passa al “contratto di soggiorno” con cui il datore di lavoro si obbliga non solo a dare un impiego ma anche a trovare un alloggio allo straniero, e il periodo massimo di disoccupazione è ridotto da un anno a 6 mesi. Un’altra innovazione riguarda l’obbligo per gli extracomunitari della fotosegnalazione e delle impronte digitali che, raccolte in una banca dati, risolvono radicalmente il problema dell’identificazione. Sono potenziati i controlli alle frontiere marine e terrestri, e nei casi di espulsione sono previsti l’accompagnamento coatto alla frontiera e il trattenimento presso i centri di permanenza temporanea, nonché il carcere per chi non ottempera al provvedimento di espulsione.
    Più recentemente (2008), in risposta alle preoccupazioni diffuse fra la gente, il governo presenta il “pacchetto sicurezza”, che prevede il prolungamento fino a 180 giorni della permanenza nei centri di identificazione, la possibilità per i medici di segnalare i cittadini stranieri privi di permesso di soggiorno, il possesso del permesso di soggiorno per ogni atto di stato civile compresa la registrazione delle nascite e dei decessi; e introduce il reato di ingresso e soggiorno irregolare, punito con una sanzione pecuniaria da 5000 a 10.000 euro. Ne nasce una tempestosa discussione che porta a una revisione dello stesso pacchetto. Il risultato è il decreto legge numero 125/2008 che prevede:

    1. la clandestinità come aggravante in caso di reato;
    2. la reclusione fino a 6 anni per falsa dichiarazione di identità resa a pubblico ufficiale;
    3. la condanna da 6 mesi a 3 anni per chi rende disponibile un immobile, anche solo in affitto, a un cittadino privo di regolare permesso di soggiorno.

    Interviene infine sulla materia la legge 94/2009, “Disposizioni in materia di sicurezza pubblica”, che detta o conferma norme su una quantità di materie. Qualche esempio:
     
    - si può acquisire la cittadinanza italiana attraverso un matrimonio dopo solo due anni di residenza nel paese;
    - si conferma il reato di ingresso e soggiorno irregolare, che però non comporta la immediata incarcerazione;
    - l’iscrizione anagrafica, come anche la richiesta di ricongiungimento familiare, è subordinata alla verifica delle condizioni igienico-sanitarie della casa di residenza;
    - il permesso di soggiorno è necessario per tutti gli atti di stato civile;
    - la detenzione nei centri di identificazione può durare fino a 180 giorni;
    - sono inasprite le norme legate al favoreggiamento dell’ingresso irregolare nel nostro territorio,
    - si introduce un contributo da 80 a 200 euro per le pratiche relative al rilascio e al rinnovo del permesso di soggiorno.

    È così che si arriva al testo attuale del dlgs 286/98 oggetto di queste lezioni, che incorpora – lo ripetiamo – più di dieci anni di interventi legislativi successivi alla sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.


  • Prezzi imbattibili per visti per Italia

    Ho scoperto grazie ad internet la possibilità di avere il visto per Italia a prezzi imbattibili. Ho avuto tutto in 2 giorni e senza brutte sorprese. Ho consigiato ai miei amici la vostra agenzia.

    Victor


  • Agenzia per visto Italia competente e veloce

    Davvero non so come esprimere la mia gratitudine per il lavoro svolto da voi con grande competenza e rapidità. Ho incontrato diverse volte gente poco seria ed avevo perso fiducia e speranza di poter riabbracciare i miei familiari. Col vostro aiuto sono invece riuscito a farli arrivare in Italia in poco tempo.

    Grazie di cuore, consiglio a tutti le vostre polizze (Michael)



  • Servizio visto turistico eccellente

    Grazie dell'ottimo servizio reso. Eccellente agenzia, seria e puntuale, sono riuscita ad orientarmi a meraviglia tra i visti, senza alcun problema. Lo consiglio vivamente!


    Luana R.


  • Why do I have to be fingerprinted again when I gave my biometrics overseas as part of my visa/entry clearance application?

    This is to verify that an individual making an application is the same person who applied for the visa overseas and who came through the border.

    Do children below 12 years are required to be present in person to lodge visa application at the visa application centre?

    Yes, it is mandatory for children below 12 years to be present in person to lodge the application at the visa application centre. 

    Can children between the age group of 12 to 18 years lodge an application without any accompanying adult?

    No, children between the age group of 12 to 18 years are required to accompany either parent or guardian to lodge an application at the visa application centre . The accompanying adult is required to be present in the biometric booth at the time of biometric enrollment



  • What about any medical or physical conditions that may require to provide the applicant with special arrangements?

    If you or any dependents who are applying with you have a medical or physical condition which may require special arrangements to be made in order for your biometric features to be recorded, you must obtain a letter or other document giving the details of any such condition and enclose it with your application.

    Appropriate documentary evidence would be a letter from a treating clinician, such as a practicing doctor registered with the General Medical Council, giving details of the condition and/or special needs and explaining any arrangements that may be necessary.


  • How long does it take?

    The biometric enrolment process takes up to 10 minutes. There may be a short wait while we check your data.


  • What happens when I enroll my Biometrics information?

    Enrolling your biometric information is a quick and clean process. We use the photograph submitted to us on the application for a facial scan, then you put your fingers on a glass screen to be scanned - there is no ink or mess. We are aware of the need to protect the dignity, privacy and modesty of applicants, and there will be special arrangements for applicants where needed.




  • Why must I give my biometrics as part of my application?

    Providing biometrics helps to protect the identities of genuine applicants. It is easier for individuals to prove their identity and their travel status. It helps the Schengen countries tackle immigration abuse and identity fraud just to name a few.




  • Frequently asked questions Visa Information System (VIS)

    1. What is biometrics enrollment for Visa?

    This is a simple and discreet procedure completed and submitted along with your application form.

    2. Who has to apply for the Biometrics?

    Foreign nationals from outside the European Economic Area visiting the Schengen countries

    3. Why must I give my biometrics as part of my application?

    Providing biometrics helps to protect the identities of genuine applicants. It is easier for individuals to prove their identity and their travel status. It helps the Schengen countries tackle immigration abuse and identity fraud just to name a few.

    4. What happens when I enroll my Biometrics information?

    Enrolling your biometric information is a quick and clean process. We use the photograph submitted to us on the application for a facial scan, then you put your fingers on a glass screen to be scanned - there is no ink or mess. We are aware of the need to protect the dignity, privacy and modesty of applicants, and there will be special arrangements for applicants where needed.

    5.  How long does it take?

    The biometric enrolment process takes up to 10 minutes. There may be a short wait while we check your data.

    6. What about any medical or physical conditions that may require to provide the applicant with special arrangements?

    If you or any dependents who are applying with you have a medical or physical condition which may require special arrangements to be made in order for your biometric features to be recorded, you must obtain a letter or other document giving the details of any such condition and enclose it with your application.

    Appropriate documentary evidence would be a letter from a treating clinician, such as a practicing doctor registered with the General Medical Council, giving details of the condition and/or special needs and explaining any arrangements that may be necessary. 

    7. What happens if I refuse to give my biometrics?

     If an applicant fails to make arrangements to provide their biometrics their application will be rejected. 

     8. Why do I have to be fingerprinted again when I gave my biometrics overseas as part of my visa/entry clearance application?

    This is to verify that an individual making an application is the same person who applied for the visa overseas and who came through the border.

    Do children below 12 years are required to be present in person to lodge visa application at the visa application centre?

    Yes, it is mandatory for children below 12 years to be present in person to lodge the application at the visa application centre. 

    Can children between the age group of 12 to 18 years lodge an application without any accompanying adult?

    No, children between the age group of 12 to 18 years are required to accompany either parent or guardian to lodge an application at the visa application centre . The accompanying adult is required to be present in the biometric booth at the time of biometric enrollment



  • L'assicurazione viaggio per vivere le tue vacanze tranquille in Italia e all?Estero

    Non mettere a rischio la tua vacanza ed i soldi spesi per essa chiedi a noi un preventivo gratuito! Non rischiare, ti consigliamo di viaggiare assicurato.

    Scegliere un'adeguata assicurazione tutela la tua famiglia e te da eventi imprevisti come:

    - Infortuni e malattie prima della partenza
    - Annullamento viaggio
    - Rimborso spese mediche
    - Spese di riprotezione del viaggio e rimborso del viaggio a seguito di ritardata partenza


  • Cosa può succedere ad un immigrato clandestino in Italia

    L’immigrazione è un fenomeno tra quelli che più caratterizzano il nostro Paese negli ultimi decenni, divenuto terra di approdo dopo essere stato per secoli un Paese di emigranti.

    L'immigrazione illegale che può essere definita come  immigrazione clandestina o immigrazione irregolare è l'ingresso / soggiorno di cittadini stranieri in violazione delle leggi di immigrazione del paese di destinazione  dove si recano senza essere preventivamente autorizzati.

    Lo status degli immigrati illegali è nella maggior parte dei casi temporaneo.

    Può accadere che persone entrate clandestinamente senza presentare le proprie generalità ai controlli di frontiera  successivamente sanino sul territorio la loro posizione tramite "sanatorie" o "regolarizzazioni" oppure può succedere anche il contrario che entrano legalmente sul territorio è rimangono per un tempo superiore al previsto per poi  divenire quindi "irregolari" (“overstaying”, cioè soggiornanti oltre il tempo consentito) rischiando l’ espulsione.

    Quando avviene l’espulsione di un cittadino straniero non regolare in Italia?

    Vengono espulsi o accompagnati alla frontiera gli stranieri che non hanno un regolare visto di ingresso o un permesso di soggiorno quindi per la legge italiana sono considerati:

    Clandestini, gli stranieri entrati in Italia senza regolare visto di ingresso

    Sono irregolarigli stranieri che hanno perduto i requisiti necessari per la permanenza sul territorio nazionale (es: permesso di soggiorno scaduto e non rinnovato), di cui erano però in possesso all'ingresso in Italia

    I clandestini, secondo la normativa vigente, devono essere respinti alla frontiera o espulsi

    Non possono essere espulsi immediatamente se:

    1. occorre prestare loro soccorso

    2. occorre compiere accertamenti sulla loro identità o nazionalità

    3. occorre preparare i documenti per il viaggio

    4. non è disponibile un mezzo di trasporto idoneo

    Devono essere trattenuti, previo provvedimento del questore convalidato dal magistrato, presso appositi centri di permanenza temporanea e assistenza (art.14 del Testo Unico n. 286/98) per il tempo strettamente necessario per la loro identificazione ed espulsione

    Il Ministro dell'interno adotta i provvedimenti che occorrono per l'esecuzione dell'espulsione (anche mediante convenzioni con altre amministrazioni dello Stato, con gli enti locali, con i proprietari o concessionari di aree, strutture e altre installazioni) e per la realizzazione di interventi assistenziali.

    Come si può soggiornare regolarmente in Italia?

    Tramite l’ingresso autorizzato tramite un visto sul passaporto e tramite la richiesta di permesso di soggiorno .

    L'ingresso in Italia

    L'ingresso nel territorio italiano è consentito soltanto agli stranieri che:

    - si presentano attraverso un valico di frontiere

    - siano in possesso di un passaporto o di altro documento di viaggio equivalente riconosciuto valido per l'attraversamento delle frontiere

    - abbiano un visto di ingresso o di transito, nei casi in cui è richiesto

    - non siano segnalati al sistema informativo Schengen ai fini della non ammissione

    - non siano considerati pericolosi per l'ordine pubblico, la sicurezza nazionale, la salute pubblica o le relazioni internazionali

    - dimostrino di avere mezzi finanziari per il loro sostentamento e abbiano a disposizione la somma necessaria al rimpatrio, eventualmente dimostrabile con l'esibizione del biglietto di ritorno.

    Gli stranieri in ingresso sono sottoposti ai controlli di frontiera, doganali, valutari e sanitari.

    Lo straniero sprovvisto anche solo di uno dei requisiti richiesti può essere respinto alla frontiera. Il provvedimento può essere attuato dalle Autorità di Frontiera anche in presenza di regolare visto d'ingresso o di transito.

    Gli stranieri che vengono in Italia per visite, affari, turismo e studio per periodi non superiori ai tre mesi, non devono chiedere il permesso di soggiorno.

    Visto di ingresso

    Il visto è l'autorizzazione concessa allo straniero per l'ingresso nel territorio della Repubblica italiana. E' stampato su carta adesiva e si applica sul passaporto o altro documento di viaggio del richiedente.

    DOCUMENTI EQUIVALENTI AL PASSAPORTO:

    1. Titolo di viaggio per apolidi. Gli apolidi sono soggetti ad obbligo di visto per l’Italia, a meno che non dispongano di un titolo di soggiorno rilasciato da uno degli Stati Schengen;

    2. titolo di viaggio per rifugiati. I rifugiati sono soggetti ad obbligo di visto per l’Italia, a meno che non dispongano di un titolo di soggiorno rilasciato da uno delgi Stati Schengen o di un documento di viaggio rilasciato da uno dei Paesi firmatari dell’Accordo di Strasburgo;

    3. titolo di viaggio per stranieri. Rilasciato a coloro che non possono ricevere un valido documento di viaggio dalle Autorità del Paese di cui sono cittadini;

    4. libretto di navigazione. Documento professionale rilasciato ai marittimi per la loro attività. Valido per l’ingresso nello spazio Schengen solo per le esigenze professionali del marittimo;

    5. documento di navigazione aerea. Rilasciato ai piloti ed al personale di bordo delle compagnie aeree civili solo per motivi inerenti la loro attività lavorativa.

    6. lasciapassare delle Nazioni Unite. Rilasciato al personale ONU e a quello delle Istituzioni dipendenti;

    7. documento rilasciato da un Quartier generale della NATO. Rilasciato al personale civile e militare dell’Alleanza Atlantica (e alle persone a loro carico), inviato a prestare servizio in uno Stato dell'Alleanza Altantica. I membri delle forze NATO (ma non i familiari né personale civile al seguito) è esente dal visto;

    8. carta d’identità per i cittadini degli Stati della U.E.. Valida anche per l’espatrio per motivi di lavoro. E’ esente da visto;

    9. carta d’identità (ed altri documenti) per i cittadini degli Stati aderenti all’Accordo europeo sull’abolizione del passaporto. Valida per andare, a scopo turistico, nel territorio di uno degli stati stessi per i viaggi di durata inferiore a 3 mesi. E’esente da visto.

    10. Elenco di partecipanti a viaggi scolastici all’interno della U.E. Rilasciato a studenti stranieri residenti negli stati della U.E.. I titolari sono esenti dall’obbligo di visto;

    11. lasciapassare. Foglio sostitutivo del passaporto rilasciato allo straniero che non dispone di un titolo di viaggio valido per tutti gli stati Schengen, o solo per l’Italia. Il regime di visto è quello in vigore nel Paese in cui l’interessato è cittadino;

    12. lasciapassare (o tessera) di frontiera. Concesso ai cittadini domiciliati in zone di frontiera. Valida per il transito della frontiera stessa e la circolazione nelle corrispondenti zone degli degli Stati confinanti, in esenzione dal visto.

    Alla domanda di visto deve essere allegata una foto formato tessera, un documento di viaggio valido e, dove richiesto, la documentazione specifica per il tipo di visto richiesto.

    Lo straniero deve obbligatoriamente indicare:

    - finalità del viaggio;

    - mezzi di sostentamento per il viaggio ed il soggiorno;

    - condizioni di alloggio

    Il visto è rilasciato dalle ambasciate e dai consolati italiani nello stato di origine o della stabile residenza dello straniero. Non è possibile il rilascio del visto (né la proroga) allo straniero che già si trovi in Italia.

    Il rilascio del permesso di soggiorno

    Gli stranieri che intendono soggiornare in Italia per più di tre mesi, devono richiedere il permesso di soggiorno.

    Chi arriva in Italia per la prima volta ha 8 giorni di tempo per chiedere il permesso di soggiorno.

    Per ottenere il rilascio del permesso di soggiorno è necessario presentare:

    - il modulo di richiesta;

    - il passaporto, o altro documento di viaggio equivalente, in corso di validità con il relativo visto di ingresso, se richiesto;

    - una fotocopia del documento stesso;

    - 4 foto formato tessera, identiche e recenti;

    - un contrassegno telematico da € 16,00

    - la documentazione necessaria al tipo di permesso di soggiorno richiesto

    - il versamento di un contributo compreso tra € 80 e € 200. Le modalità di pagamento sono state stabilite con decreto 6 ottobre 2011 del Ministero delle Finanze di concerto con il Ministero dell'Interno.

    Chi è già in Italia e ha il permesso di soggiorno in scadenza, deve chiedere il rinnovo almeno 60 giorni prima della scadenza. La validità del permesso di soggiorno è la stessa del visto d'ingresso:

    - fino a sei mesi per lavoro stagionale e fino a nove mesi per lavoro stagionale nei settori che richiedono tale estensione;

    - fino ad un anno, per la frequenza di un corso per studio o formazione professionale ovviamente documentato;

    - fino a due anni per lavoro autonomo, per lavoro subordinato a tempo indeterminato e per ricongiungimenti familiari.

    Gli stranieri che vengono in Italia per visite, affari, turismo e studio per periodi non superiori ai tre mesi, non devono chiedere il permesso di soggiorno.



  • SCHENGEN SPACE: the territory of the European States applying the rules of the Schengen Agreement

    SCHENGEN SPACE: the territory of the European States applying the rules of the Schengen Agreement: Austria, Belgium, Denmark, Finland, France, Germany, Greece, Italy, Luxemburg, the Netherlands, Portugal, Spain, Sweden, Island, Norway and as of 21st December 2007 Latvia, Lithuania, Estonia, Czech Republic, Hungry, Malta, Poland, Slovak Republic and Slovenia.The last inclusion was Switzerland. The United Kingdom and Ireland do not adhere to the Schengen Agreement.
    VSU: Uniform Schengen Visa (type C), a visa valid for the whole territory of all the Schengen State, with a maximum validity of 90 days (NON IMMIGRANT VISA);

    VN: National Visa (type D) is a visa valid for a stay longer stay (between 91 and 365 days). It can be immigrant or non-immigrant visa. It is valid only for the State that has issued the visa and its includes an airport transit in another Schengen State.

    VDC: National visa (type D) including a short stay in the Schengen territory (maximum 90 days from the date of issue of the visa)

    External border: the external borders of the Schengen territory.
    E.U. - European Union. It is composed of: Austria, Belgium, Bulgaria, Estonia, Czech Republic, Denmark, Finland, France, Germany, Greece, Hungry, Ireland, Italy, Latvia, Lithuania, Luxemburg, Malta, the Netherlands, Poland, Portugal, Rumania, Slovak Republic, Slovenia, Spain, Sweden and the United Kingdom.

    S.E.E. European Economic Space composed of: Austria, Belgium, Cyprus, Denmark, Finland, France, Germany, Greece, Ireland, Island, Italy, Liechtenstein, Luxemburg, Norway, the Netherlands, Portugal, Spain, Sweden and the United Kingdom.

    Passports and travel documents
    There are three types of passport: ordinary, service and diplomatic passport.
    The validity of a passport must exceed of 90 days the validity of the entry visa (for short stay visas). For long-stay visa (work, family reunion, etc) whose duration is up to 365 days (one year), the passport must have a validity exceeding of 6 months the validity of this visa.
    Each individual applying for a visa must have his/her own passport, even in case of infants.
    Travel documents equivalent to a passport:
    - Travel document for stateless persons: delivered to people considered without citizenship according to the "Convention on stateless persons" dated 28th September 1954. It can have different titles but on all pages it must be printed "Convention of 28th September 1954".
    - Travel document for Refugees: delivered to people recognized as "refugee" as per the Convention on refugee status" of 28th July 1951.
    - United Nation Laissez-passer: issued by the United Nations to the personnel of United Nations and relevant Agencies.
    Availability of financial means
    The foreigner wishing to enter the Schengen Space has to provide evidence of possession of financial means. As to Italy, the Italian Ministry of Interior has established, by Law of 1st March 2000, the amount required (see attached list). In the case the applicant cannot provide evidence of personal income, a bank guarantee ("fidejussione bancaria") established by the sponsor in Italy should be submitted together with the visa application. The lack of financial means will result in the visa denial. Travellers are also requested to submit proof of financial means to the Immigration Police at the point of entry into the Schengen Space.

    THE VISA

    The visa is the authorization given to a foreigner by a member State in order to enter its territory. The visa is issued by the Diplomatic or Consular Representation where the foreigner is resident.

    Short-stay visas (less than 90 days) are NON IMMIGRANT VISAS: they are "Uniform Schengen Visas" (VSU) - Visa type "C".

    These visas allow the circulation and stay within the 25 States adhering to the Schengen convention.
    Uniform Schengen Visas (VSU) can be issued for the following purposes:
    - Business
    - Tourism
    - Medical treatment
    - Sport competition
    - Invitation
    - Religious activities
    - Mission
    - Temporary work (subordinate or autonomous)
    The number of days of allowed staying during a semester is indicated on the visa sticker. The semester of utilization of the visa counts from the day of the first entry but ends at midnight of the date of expiry indicated on the visa. A travel insurance covering the allowed staying is mandatory and it has to be showed to the Immigration Police at the point of entry in the Schengen space.

    Long-stay visas are issued for stays between 91 and 365 days (visa type "D"): they are National Visas (VN). These visas can be immigrant visa (granting permanent residence stay) like family reunion, work and re-entry or long-stay non-immigrant visa, like study, religious activities, mission and medical treatment.
    Long-stay visas are issued for the following purposes:
    - Family reunion (both with foreign citizens or Italian/E.U. citizens)
    - Work (subordinate or independent)
    - Studies
    - Religious activities
    - Re-entry
    - Mission
    - Medical treatment
    The National Visas (VN) allow entrance into the Italian territory and one airport transit in another Schengen State. No travel insurance is requested for long-stay visas.

    TYPE OF VISAS: SCHENGEN VISAS and NATIONAL VISAS
    ADOPTION


    National visa (type "D") - abbreviation "AD" (IMMIGRANT VISA). It is issued for the adoption of minors. The issuance of the visa must be authorized by a special Agency of the Italian Government.

    BUSINESS

    Schengen visa (type "C") - abbreviation: "AF" - Maximum stay: 90 days per semester. Single or multiple entries.
    The visa is issued to traders and businessmen/women or highly skilled professionals (engineers, lawyers, medical doctors, and so on) who wish to go to Italy for reasons related to their profession

    TOURISM

    Schengen visa (type "C") - abbreviation: "AF" - Maximum stay: 90 days per semester. Single or multiple entries.
    The visa is issued to people who wish to visit Italy for tourist purposes.

    MEDICAL TREATMENT

    Schengen visa (type "C"): maximum stay 90 days per semester or National Visa (type "D"): between 91 and 365 days - abbrevation "CM"
    The visa is issued to patients who need to undergo specific medical treatments in Italy (but not single medical consultations).

    E.U. CITIZENS' FAMILY MEMBERS VISAS

    National visa (IMMIGRANT VISA) type "D" - abbreviation "FS" Length of stay: between 91 and 365 days - Single or multiple entries.
    This visa is granted to:
    - the spouse of an Italian citizen;
    - the children of the spouse of the Italian citizen (under 21 or economically at the charge);
    - the mother and father of the spouse of an Italian citizen.
    These provisions apply as well to the citizens of the European Union (E.U.) and Economic European Space (SEE) lawfully residing in Italy. Other family members, like brothers, sisters, nieces, nephews and cousins are not entitled to this type of visa.

    FAMILY REUNION VISAS (Foreign citizen with foreign citizen)

    National visa (IMMIGRANT VISA) type "D" - abbreviation "RF" Length of stay: between 91 and 365 days - Single or multiple entries.
    Family reunion visas are visas intended to reunite family members. They are considered family members:
    - the lawful spouse married under civil law (religious marriages, of any kind, and polygamy are not recognized by the Italian laws),
    - the children under 21 years (or economically at charge). In case of adopted children, they must have been lawfully adopted in accordance with the laws of Nigeria;
    - the mother and father.
    There are two types of family reunion visas:
    - the first one concerns the family members wishing to join the spouse/parents/children that are lawfully residing in Italy;
    - the second one concerns the family members who wish to settle in Italy at the same time of their family member who is going to obtain an authorization to work or study in Italy.
    In both cases, the family reunion visas must be duly authorized through the so-called "NULLA OSTA" (No objection certificate issued by the "Sportello Unico per l'Immigrazione" - Immigration Office in Italy). In this authorization are listed the family members who may apply for this visa. It has to be noted that being listed in this authorization does not implies the visa would be automatically issued. In fact, the family members have to provide documentary evidence about the family ties and they can submit their visa application only after that their marriage certificate, birth certificates, and others certificates have been duly verified and legalized by the Legalization Section of the Consulate General of Italy.

    SPORT COMPETITION

    Schengen visa (type "C") - abbreviation "GS" - Maximum length of stay: 90 days - Single or multiple entries.
    The visa is issued to sportspeople (athletes and trainers) invited to participate in sport competitions (both professionals and amateurs).
    The issuance of this visa must be requested by the interested Italian Federation and duly authorized by the Italian National Olympic Committee (C.O.N.I.). This written authorization must be sent directly by C.O.N.I. to the Italian Consulate General.
    To the foreign athlete applying for a visa in view of practicing a remunerated sport on a professional level can be issued only a national visa for subordinate or independent work.

    INVITATION

    Schengen visa (type "C") - abbreviation "IN" - Maximum length of stay: 90 days - Single or multiple entries.
    This visa can be issued to foreigners invited by Italian Public Agencies, Institutions, Organizations (public or private but reputable and well-known) to participate in a special public event (political, cultural or scientific conferences). All the costs related to the stay will have to be born by the inviting party.

    WORK (INDEPENDENT)

    Schengen visa (type "C") for stays up to 90 day or national visa (type "D") for stays from 91 to 365 days.
    Abbreviations: LA (independent work) - AX (independent work in spectacles as musician, dancer, etc) - AY (independent work as athlete). Single or multiple entries.
    The visa for independent work is issued to people who wish to carry on a professional and independent activity (as industrialist, trader or craftsman) or to establish a company or take shares in a company.
    Applicants of this type of visa have to obtain the authorization "NULLA OSTA" from the Italian Police ("Questura") as well as other specific authorizations in accordance with the type of activity sought, and they have to provide proof of previous businesses and of an income of at least 8.400 €uro during previous fiscal year.
    However, due to the number of different authorizations requested, in case of an application for this type of visa, it is suggested to contact the Visa Office of the Consulate General.

    WORK (SUBORDINATE)

    Schengen visa (type "C") for stays up to 90 day or national visa (type "D") for stays from 91 to 365 days.
    Abbreviations: "LS" (subordinate, non specific work); "SX" (subordinate work as artist); "SY" (subordinate work in sports activities); "SM" (subordinate work, seamen). Single or multiple entries.
    All work visas are subject to prior authorizations "NULLA OSTA" form the Italian Immigration Office (Sportello Unico per l'Immigrazione) or "Dichiarazione nominativa di assenso" issued by Italian National Olympic Committee (C.O.N.I.) for athletes or the specific Employment Office (for artists).

    MISSION

    Schengen visa (type "C") for stays up to 90 day or national visa (type "D") for stays from 91 to 365 days.
    Abbreviation: "MS" - Single or multiple entries.
    This visa is issued, in view of a short or longer (but not permanent) stay, to the following people, who are going to Italy by reason of their public function:
    a) Government members and functionaries, Public servants or officials of International Organizations who are invited in Italy in order to carry on their official duties;
    b) private citizens, if in reason of their activities, their stay is of paramount importance for the relationship between their Government and Italy;
    c) very well-known or authoritative persons (high-rank Governmental officials or prelates); members of delegations officially invited in Italy within the frame of bilateral agreements; Public servants sent to Italy on official mission.
    In consideration of the "public" mission, it is not requested to the visa applicant to provide proof of his/her financial means.

    RELIGIOUS PURPOSES

    Schengen visa (type "C") for stays up to 90 day or national visa (type "D") for stays from 91 to 365 days.
    Single or multiple entries.
    This visa is issued to priests, nuns, ministers of religion belonging to denominational confessional or other confessions recognized by the Italian Ministry of Interior.

    STUDY

    Schengen visa (type "C") for stays up to 90 day or national visa (type "D") for stays from 91 to 365 days.
    Single or multiple entries.
    This visa is issued to students who wish to attend Universities in Italy. The issuance of the visa is subject to the positive outcome of a pre-selection made by the University in Italy.

    RE-ENTRY VISA

    National visa (type D) - Abbreviation "RE" - Single entry.
    People lawfully residing in Italy, having lost their residence permit and/or passport in Nigeria, can apply for this visa enabling them to return to Italy. All the applicants of this type of visa have to be interviewed at the Consulate General. Re-entry visa can be issued ONLY after authorization from the competent "Questura" (Police Headquarters) in Italy.


  • Chi deve fare la dichiarazione di presenza in Italia

    L'entrata in vigore di questi accordi è stata graduale, in quanto dovevano essere rispettati da parte degli Stati aderenti precisi requisiti sia normativi che tecnici.
    Lo straniero che proviene da Paesi che applicano l'Accordo di Schengen dovrà presentare la dichiarazione di presenza entro otto giorni dall'ingresso al questore della provincia in cui si trova.
    Invece per gli altri paesi che  non applicano l'Accordo di Schengen l'obbligo di rendere la dichiarazione di presenza è soddisfatto con l'apposizione del visto uniforme Schengen sul passaporto  al momento del controllo di frontiera .
    Per chi alloggia in strutture alberghiere costituirà dichiarazione di presenza copia della dichiarazione resa all'albergatore e sottoscritta dallo straniero. La copia di queste dichiarazioni sarà consegnata allo straniero per essere esibita ad ogni richiesta da parte degli ufficiali e agenti di pubblica sicurezza.
    Ecco l’elenco dei paesi che applicano l’accordo dei paesi Schengen:

    Stati

    Belgio
    Francia
    Germania
    Lussemburgo
    Paesi Bassi
    Monaco
    Portogallo
    Spagna
    Italia
    Austria
    Grecia
    Danimarca
    Finlandia
    Svezia
    Islanda
    Norvegia
    Slovenia
    Estonia
    Lettonia
    Lituania
    Polonia
    Rep. Ceca
    Slovacchia
    Ungheria
    Malta


  • Accordo di integrazione per lo straniero che richiede il permesso di soggiorno in Italia

    Dal 10 marzo 2012 è in vigore una nuova procedura per chi entra in Italia per la prima volta: quando presenti la richiesta per il permesso di soggiorno presso lo Sportello unico per l’Immigrazione della Prefettura, nello stesso momento ti verrà chiesto di firmare un contratto con lo Stato italiano, denominato ACCORDO DI INTEGRAZIONE (Dlgs 286/1998, art. 4 bis) in duplice copia. In quel momento ti impegni a raggiungere specifici obiettivi di integrazione da conseguire nel periodo di validità del permesso di soggiorno:

    - livello adeguato di conoscenza della lingua italiana (A2 parlato);

    - sufficiente conoscenza della realtà italiana e cultura civica;

    - adempimento dell’obbligo di istruzione dei figli minori.

    Lo Stato si impegna a sostenere il processo  di integrazione dello straniero.

    NON devono sottoscrivere l’accordo i disabili, i minori non accompagnati, le vittime di tratta, i minori di 16 anni.
    All’atto della firma, ti saranno assegnati 16 crediti, che potranno essere aumentati attraverso l’acquisizione di conoscenze (lingua italiana, cultura civica) e lo svolgimento di determinate attività (corsi scolastici, formazione professionale, titoli di studio, iscrizione al servizio sanitario nazionale, stipula di un contratto di affitto o acquisto di una casa…).

    Come primo passo (entro 3 mesi dalla firma) sarai convocato dalla Prefettura a partecipare a una prima sessione di formazione civica (durata dalle 5 alle 10 ore).

    ATTENZIONE!!!

    La mancata partecipazione comporta la perdita di 15 crediti!

    Puoi consultare questo link per saperne di più

    http://www.interno.it/mininterno/export/sites/default/it/assets/ files/22/0936_allegato_c.pdf

    L’accordo prevede che entro 2 anni tu raggiunga la quota di almeno 30 crediti per poter rimanere su territorio italiano.
    L’accordo può essere prorogato di un anno se non avrai raggiunto i 30 crediti.
    Con zero crediti il permesso di soggiorno viene revocato e si è espulsi!!!

    Con idonea documentazione, potrai chiedere la sospensione o la proroga dell’accordo



  • Informazioni sui visti consolari Schengen

    Common Consular Instructions on visas for the diplomatic missions and consular posts

    Istruzione consolare comune diretta alle rappresentanze diplomatiche e consolari di prima categoria

    (2002/C 313/01)

    (2002/C 313/01)

    INTRODUCTORY NOTE

    NOTA INTRODUTTIVA

    The Common Consular Instructions, as adopted by the Executive Committee established by the Convention applying the Schengen Agreement of 14 June 1985 (listed under reference SCH/Com-ex (99) 13 in Annex A to Council Decision 1999/435/EC (OJ L 176, 10.7.1999, p. 1) and published in (OJ L 239, 22.9.2000, p. 317), have since been amended on several occasions pursuant to the provisions of Council Regulation (EC) No 789/2001 of 24 April 2001 (OJ L 116, 26.4.2001, p. 5). The text of the Common Consular Instructions as published here includes all such amendments to date.

    L'Istruzione consolare comune adottata dal comitato esecutivo istituito dalla convenzione di applicazione dell'accordo di Schengen del 14 giugno 1985 [indicata con sigla SCH/COM-ex(99) 13 nell'allegato A della Decisione 1999/435/CE del Consiglio (GU L 176 del 10.7.1999, pag. 1) e pubblicata nella GU L 239 del 22.9.2000, pag. 317], è stata modificata, a varie riprese, conformemente alle disposizioni del regolamento (CE) n. 789/2001 del Consiglio del 24 aprile 2001 (GU L 116 del 26.4.2001, pag. 2). Nel testo dell'istituzione consolare comune pubblicato in appresso figurano tutte le modifiche fino ad ora apportate.

    CONTENTS

    SOMMARIO

    ANNEXES TO THE COMMON CONSULAR INSTRUCTIONS ON VISAS

    ALLEGATI ALL'ISTRUZIONE CONSOLARE COMUNE

    Common Consular Instructions

    ISTRUZIONE CONSOLARE COMUNE

    on visas for the diplomatic missions and consular posts of the Contracting Parties to the Schengen Convention

    Diretta alle rappresentanze diplomatiche e consolari di prima categoria delle parti contraenti dell'accordo di Schengen

     

     

    Conditions governing the issue of uniform visas, valid for the territory of all the Contracting Parties.

    Requisiti necessari per il rilascio di un visto uniforme per il territorio nazionale di tutte le parti contraenti dell'accordo di Schengen.

    I. GENERAL PROVISIONS

    I. DISPOSIZIONI GENERALI

    1. Scope

    1. Ambito di applicazione

    The following common provisions which are based on the provisions of Chapter 3 (sections 1 and 2) of the Convention applying the Schengen Agreement of 14 June 1985 between the Governments of the States of the Benelux Economic Union, the Federal Republic of Germany and the French Republic on the gradual abolition of checks at their common borders (hereinafter referred to as the Convention) signed in Schengen on 19 June 1990, and which Italy, Spain, Portugal, Greece and Austria have since acceded to, apply to the examination of visa applications for a visit not exceeding three months, including transit visas, valid for the territory of all the Contracting Parties(1).

    Conformemente a quanto previsto al capitolo III (sezioni n. l e 2) della "convenzione di applicazione dell'accordo di Schengen del 14 giugno 1985 tra i governi dell'Unione economica Benelux, della Repubblica federale di Germania e della Repubblica francese relativa all'eliminazione graduale dei controlli alle frontiere comuni firmata a Schengen il 19 giugno 1990", alla quale hanno aderito successivamente l'Italia, la Spagna, il Portogallo, la Grecia e l'Austria, si applicano le seguenti disposizioni comuni all'esame delle richieste di visto per soggiorni non superiori a tre mesi - incluso il visto di transito - validi per il territorio di tutte le parti contraenti(1).

    Visas for visits exceeding three months shall be national visas, and shall only entitle the holder to reside in that national territory. Nevertheless, such visas shall enable their holders to transit through the territories of the other Contracting Parties in order to reach the territory of the Contracting Party which issued the visa, unless they fail to fulfil the entry conditions referred to in Article 5(1)(a), (d) and (e) or they are on the national list of alerts of the Contracting Party through whose territory they seek to transit.

    I visti per soggiorni superiori a tre mesi rimarranno soggetti alle procedure nazionali e consentiranno soltanto il soggiorno nel territorio nazionale. I titolari di tali visti potranno, tuttavia, transitare attraverso il territorio delle altre parti contraenti per recarsi nel paese che ha concesso il visto, sempre che soddisfino le condizioni di cui all'articolo 5, paragrafo 1, lettere a), d) ed e), e non siano segnalati ai fini della non ammissione nell'elenco della parte contraente nel cui territorio desiderano transitare.

    2. Definition and types of visa

    2. Classificazione e definizione dei visti

    2.1. Uniform visas

    2.1. Il visto uniforme

    These are the authorisation or decision granted in the form of a sticker affixed by a Contracting Party to a passport, travel document or other document which entitles the holder to cross the border. It enables aliens, subject to the visa requirement, to turn up at the external border of the Contracting Party which issued the visa or that of another Contracting Party and request, depending on the type of visa, transit or residence, provided that the other transit or entry conditions have been met. Mere possession of a uniform visa does not entitle automatic right of entry.

    È un'autorizzazione o una decisione di una parte contraente materializzata mediante l'apposizione di una vignetta su un passaporto, titolo di viaggio o altro documento ritenuto valido ai fini della circolazione transfrontaliera. Esso autorizza lo straniero soggetto a tale formalità a presentarsi ad un valico di frontiera esterna della parte contraente di rilascio o di un'altra parte contraente e richiedere, secondo il tipo di visto, il transito o il soggiorno, sempre che soddisfi gli altri requisiti previsti per il transito o l'ingresso. Infatti, il fatto di essere in possesso di un visto uniforme non conferisce un diritto irrevocabile d'ingresso.

    2.1.1. Airport transit visas

    2.1.1. Visto di transito aeroportuale

    This visa entitles aliens who are required to have such a visa, to pass through the international transit area of airports, without actually entering the national territory of the country concerned, during a stop-over or transfer between two sections of an international flight. The requirement to have this visa is an exception to the general right to transit without a visa through the abovementioned international transit area.

    Visto che permette ad uno straniero, soggetto specificatamente a tale obbligo, di transitare attraverso la zona internazionale di transito di un aeroporto, senza accedere al territorio della parte contraente Schengen, durante scali o tratte di un volo o di voli internazionali. L'obbligo di tale visto costituisce un'eccezione al diritto generale di transito senza visto attraverso questa zona internazionale di transito.

    Nationals from the countries listed in Annex 3 and persons who are not necessarily nationals of those countries but who possess travel documents issued by their authorities, are required to possess this type of visa.

    Sono soggetti a questo tipo di visto i cittadini dei paesi che figurano all'Allegato n. 3 e i viaggiatori non cittadini di questi paesi in possesso di un documento di viaggio rilasciato dalle autorità di tali paesi.

    Exemptions from the airport transit visa requirement are laid down in part III of Annex 3.

    Le deroghe all'obbligo del visto di transito aeroportuale sono disciplinate nella parte III dell'allegato n. 3.

    2.1.2. Transit visas

    2.1.2. Visto di transito

    This visa entitles aliens who are travelling from one non-member country to another non-member country to pass through the territories of the Contracting Parties.

    Visto che consente ad uno straniero di attraversare il territorio delle parti contraenti nel corso di un viaggio da uno Stato terzo ad un altro Stato terzo.

    This visa authorises its holder to pass through once, twice or exceptionally several times, provided that no transit shall exceed five days.

    Questo visto può essere concesso per uno, due o, eccezionalmente, vari transiti, a condizione che la durata di ogni transito non superi i 5 giorni.

    2.1.3. Short-term or travel visas: multiple entry visas

    2.1.3. Visto per soggiorno di breve durata o di viaggio. Visto multiplo

    This visa entitles aliens who seek to enter the territories of the Contracting Parties, for reasons other than to immigrate, to carry out a continuous visit or several visits whose duration does not exceed three months in any half-year from the date of first entry. As a general rule, this visa may be issued for one or several entries.

    Visto che consente ad uno straniero di richiedere l'ingresso con fini non migratori nel territorio delle parti contraenti per un soggiorno ininterrotto o per vari soggiorni successivi, per un periodo o somma di periodi la cui durata totale non sia superiore a tre mesi per semestre a decorrere dalla data del primo ingresso. Tale visto può essere concesso generalmente per uno o più ingressi.

    In the case of aliens who frequently need to travel to one or several Schengen States, for example on business, short-term visas may be issued for several visits, provided that the total length of these visits does not exceed three months in any half-year. This multiple entry visa may be valid for one year, and in exceptional cases, for more than a year for certain categories of persons (see point V(2), (2.1)).

    Per taluni stranieri che, ad esempio, per motivi di lavoro debbono recarsi frequentemente in una o più parti contraenti, il visto per soggiorno di breve durata può essere rilasciato per soggiorni multipli di durata totale non superiore a tre mesi per semestre. La validità può essere di un anno o, per determinate categorie di persone e in via eccezionale, superiore ad un anno. (Cfr. V. 2, 2.1).

    2.1.4. Group visas

    2.1.4. Visto collettivo

    This is a transit visa or a visa limited to a maximum of 30 days, which may be affixed to a group passport, save where national legislation provides otherwise, issued to a group of aliens formed prior to the decision to travel, provided that the members of the group enter the territory, stay there and leave the territory as a group.

    Visto di transito o di durata non superiore a 30 giorni che può essere rilasciato - salvo disposizioni contrarie previste dalla legislazione nazionale - su un passaporto collettivo ad un gruppo di stranieri, organizzato socialmente o giuridicamente prima della decisione di compiere il viaggio, a condizione che l'ingresso, il soggiorno e l'uscita dal territorio delle parti contraenti si svolgano da parte dei componenti sempre come facenti parte del gruppo.

    Group visas may be issued to groups of between five and 50 people. The person in charge of the group shall possess an individual passport and, where necessary, an individual visa.

    Ai fini del rilascio del visto collettivo, il gruppo dovrà essere costituito da un minimo di 5 ad un massimo di 50 persone. Vi sarà almeno un responsabile del gruppo provvisto di passaporto e, ove necessario, di visto individuale.

    2.2. Long-term visas

    2.2. Visto per soggiorni di lunga durata

    Visas for visits exceeding three months shall be national visas issued by one of the Member States in accordance with its national legislation.

    I visti per soggiorni superiori a tre mesi sono visti nazionali rilasciati da ciascuno Stato membro conformemente alla propria normativa.

    However, such visas shall, for a period of not more than three months from their initial date of validity, be valid concurrently as uniform short-stay visas, provided that they were issued in accordance with the common conditions and criteria adopted under or pursuant to the relevant provisions of Chapter 3, section I of the aforementioned Convention and their holders fulfil the entry conditions referred to in Article 5(1)(a), (c), (d) and (e) of the Convention and reproduced in part IV of these Instructions. Otherwise, such visas shall merely enable their holders to transit through the territories of the other Contracting Parties in order to reach the territory of the Member State which issued the visa, unless the holders do not fulfil the entry conditions referred to in Article 5(1)(a), (d) and (e) or are on the national list of alerts of the Member State through whose territory they seek to transit.

    Tuttavia, per un periodo non superiore a tre mesi a decorrere dalla data iniziale di validità, essi hanno altresì valore di visto uniforme per soggiorni di breve durata se è stato rilasciato nel rispetto delle condizioni e dei criteri comuni adottati mediante o in virtù delle pertinenti disposizioni del capitolo terzo, sezione 1 della presente convenzione e se il titolare soddisfa le condizioni di ingresso di cui all'articolo 5, paragrafo 1, lettere a), c), d) ed e), della convenzione, riportate nella parte IV dell'Istruzione. In caso contrario, consentono al titolare soltanto il transito nel territorio degli altri Stati membri per recarsi nel territorio dello Stato membro che ha rilasciato il visto a meno che il titolare non soddisfi le condizioni d'ingresso di cui all'articolo 5, paragrafo 1, lettere a), d) ed e), o figuri nell'elenco nazionale delle persone segnalate dello Stato membro nel cui territorio desidera transitare.

    2.3. Visas with limited territorial validity

    2.3. Visto di validità territoriale limitata

    This visa is affixed in exceptional cases to a passport, travel document or other document which entitles the holder to cross the border, where the visit is authorised only in the national territory of one or more Contracting Parties, provided that both entry and exit are through the territory of this or these Contracting Parties (part V(3) of these Instructions).

    Visto di una parte contraente apposto in via eccezionale su un passaporto, titolo di viaggio o altro documento ritenuto valido ai fini della circolazione transfrontaliera nei casi in cui si consenta soltanto il soggiorno nel territorio nazionale di una o più parti contraenti e che prevede che l'ingresso e l'uscita siano effettuati unicamente attraverso il territorio di questa o di queste parti contraenti (Cfr. V 3 della presente Istruzione).

    2.4. Visas issued at the border(2)

    2.4. Visto in frontiera(2)

    II. DIPLOMATIC MISSION OR CONSULAR POST RESPONSIBLE

    II. Rappresentanza diplomatica o consolare competente

    Aliens who are subject to the visa requirement (see Annex 1), and who seek to enter the territory of a Contracting Party, are obliged to apply to the visa section in the diplomatic mission or consular post responsible.

    Gli stranieri sottoposti all'obbligo del visto (cfr. allegato 1) che desiderino recarsi nel territorio di una delle parti contraenti dell'accordo di Schengen debbono rivolgersi al servizio visti della rappresentanza diplomatica o consolare di prima categoria competente.

    1. Determining the State responsible

    1. Determinazione della parte contraente competente

    1.1. State responsible for deciding on an application

    1.1. Parte contraente competente per l'esame della domanda

    The following are responsible for examining applications for short-term or transit uniform visas:

    L'esame della domanda di visto uniforme per soggiorno di breve durata o di transito e la relativa deliberazione spettano nell'ordine:

    (a) - the Contracting Party in whose territory the sole or main destination of the visit is found. Under no circumstances shall a transit Contracting Party be considered as the country of main destination.

    a) - Alla parte contraente che costituisce la sola destinazione o, se ve ne sono altre, la principale destinazione del viaggio. Una parte contraente di transito non può in nessun caso essere considerata destinazione principale.

    The diplomatic mission or consular post with whom the application is lodged shall decide, on a case-by-case basis, which is the Contracting Party of main destination, bearing in mind, in its assessment, all the facts and in particular the purpose behind the visit, the route and length of visit or visits. When looking at these facts, the mission or post shall mainly focus on the supporting documents submitted by the applicant,

    La rappresentanza diplomatica o consolare di prima categoria, ricevuta la domanda, determina la parte contraente di destinazione principale, caso per caso, tenendo conto, nel corso di questa valutazione, dell'insieme degli elementi di fatto, e in particolare: la finalità del viaggio, l'itinerario e la durata del soggiorno o dei soggiorni. Nell'esame di tali elementi, la rappresentanza diplomatica o consolare si basa soprattutto sui documenti giustificativi presentati dal richiedente.

    - it shall specifically focus on the main reason for or the purpose of the visit when one or more destinations are the direct result or complement of another destination,

    - La rappresentanza diplomatica o consolare tiene conto in particolare del motivo o finalità essenziale del viaggio qualora una o più destinazioni siano la conseguenza diretta o il complemento di un'altra destinazione.

    - it shall specifically focus on the longest visit when no destination is the direct result or complement of another destination; where the visits are of equal length, the first destination shall be the determining factor;

    - La rappresentanza diplomatica o consolare tiene conto in particolare della maggiore durata del soggiorno qualora nessuna delle destinazioni sia la conseguenza diretta o il complemento delle altre.

    (b) - the Contracting Party of first entry, when the Contracting Party of main destination cannot be determined.

    b) - Alla parte contraente di primo ingresso, qualora non sia possibile identificare la parte contraente di destinazione principale.

    Contracting Party of first entry shall be the State whose external border the applicant crosses in order to enter the Schengen area after having had his/her documents checked,

    Per parte contraente di primo ingresso si intende la parte contraente attraverso la cui frontiera esterna il richiedente entra nel territorio delle parti contraenti Schengen, dopo che siano stati controllati i suoi documenti.

    - when the Contracting Party of first entry does not require a visa, it is not obliged to issue a visa and, unless it issues the visa voluntarily, subject to the consent of the person concerned, the responsibility is transferred to the first Contracting Party of destination or of transit which requires a visa,

    - Qualora non preveda l'obbligo del visto per l'eventuale richiedente, la parte contraente non è tenuta a rilasciarlo e, a meno che tale parte non lo rilasci volontariamente con il consenso del richiedente, la competenza ricade sulla parte contraente di prima destinazione o sulla parte contraente di primo transito che richiedano il visto.

    - the examination of applications and the issue of visas with limited territorial validity (limited to the territory of one Contracting Party or to the territory of the Benelux States) shall be the responsibility of the Contracting Party or Parties concerned.

    - L'esame di una domanda di visto con validità limitata al territorio di una parte contraente o del Benelux e la relativa deliberazione sono di competenza della parte o delle parti contraenti interessate.

    1.2. State representing the State responsible

     

    1.2. Parte contraente delegata al rilascio del visto in rappresentanza della parte contraente competente per l'esame

    (a) If the State responsible under Article 12 of the Schengen Convention has no diplomatic mission or consular post in a given country, the uniform visa may be issued by the mission or post of the Contracting Party which represents the interests of the State responsible. The visa is issued on behalf of the Contracting Party that is being represented, subject to its prior authorisation, and where necessary, consultation between the central authorities. If one of the Benelux States has a mission or post, it shall automatically represent the other Benelux States.

    a) Qualora non esista in un paese una rappresentanza diplomatica o consolare di prima categoria della parte contraente competente il visto uniforme può essere rilasciato dalla rappresentanza diplomatica o consolare di prima categoria della parte contraente che rappresenti gli interessi della parte contraente responsabile. Il rilascio è effettuato per conto e previa autorizzazione della parte contraente rappresentata, ricorrendo, se necessario, alla consultazione tra autorità centrali. Se esiste una rappresentanza diplomatica o consolare di prima categoria di uno Stato del Benelux, questa assume d'ufficio la rappresentanza degli altri Stati Benelux.

    (b) If the State responsible has a diplomatic mission or consular post in the capital city of a country, but not in the area where the application is lodged, and if one or more of the other Contracting Parties does have a mission or post, the visa may, in exceptional cases and only in countries which are geographically very large, be issued by another Contracting Party representing the State responsible, provided that there is a specific agreement on representation between the two Contracting Parties concerned and such action is in accordance with the terms of the said agreement.

    b) Se nella capitale di un paese esistono rappresentanze diplomatiche o consolari di prima categoria della parte contraente competente per l'esame, ma non nella regione in cui viene presentata la domanda e in questa stessa regione esistono invece rappresentanze consolari di prima categoria di una o più altre parti contraenti Schengen, i visti, con carattere eccezionale e unicamente nei paesi di grande estensione territoriale, potranno essere rilasciati da un'altra parte contraente in rappresentanza della parte contraente responsabile dell'esame, a condizione che vi sia un esplicito accordo di rappresentanza tra le due parti contraenti e nel rispetto delle disposizioni tecniche dell'accordo in questione.

    (c) In accordance with the provisions contained in (a) and (b), it shall in any event be for the visa applicant to decide whether to contact either the diplomatic mission or the consular post which is representing the State responsible or that of the State responsible.

    c) Le disposizioni delle lettere a) e b) consentono in tutti i casi al richiedente il visto di rivolgersi, a scelta, alla rappresentanza consolare o diplomatica di prima categoria che rappresenta la parte contraente competente o a quella della parte contraente competente.

    (d) The subgroup on visas shall draft an overview of the agreed representation arrangements which it shall revise regularly.

    d) Il gruppo di lavoro II "Visti" elabora una sintesi dei meccanismi di rappresentanza adottati, che rivede periodicamente.

    (e) The procedure for issuing Schengen visas in non-member countries in which not all Schengen States are represented shall be based on the following principles:

    e) Il rilascio di visti Schengen in Stati terzi, nei quali non tutti gli Stati Schengen sono rappresentati, in relazione con l'articolo 30, paragrafo 1, lettera a), della convenzione di applicazione dell'accordo di Schengen, avviene secondo i seguenti principi:

    - the rules on representation shall apply to the processing of applications for uniform airport transit visas, transit visas and short-stay visas issued pursuant to the Schengen Convention and in accordance with the Common Consular Instructions. The representing State is obliged to comply with the provisions of the Common Consular Instructions as quickly as it issues its own visas of the same category and with the same period of validity,

    - Il meccanismo della rappresentanza si applica ai visti uniformi di transito aeroportuale, visto di transito e visto di breve soggiorno, rilasciati nel quadro della convenzione di Schengen e in virtù del disposto dell'Istruzione consolare. È obbligo dello Stato rappresentante applicare i criteri dell'Istruzione consolare comune con la stessa diligenza con la quale suole rilasciare i propri visti dello stesso tipo e della stessa durata.

    - except as expressly provided in bilateral agreements, the rules on representation shall not apply to visas issued for the purpose of paid employment or an activity which requires prior permission from the State in which it is to be carried out. The applicant must contact the accredited consular post of the State where the activity is to be performed,

    - Il meccanismo della rappresentanza non viene esteso, salvo esplicito accordo bilaterale, ai visti rilasciati in previsione dell'esercizio di un'attività professionale retribuita o di un'attività subordinata ad una preliminare autorizzazione dello Stato nel quale l'attività in questione verrà svolta. I richiedenti il visto di questo tipo sono tenuti a rivolgersi alla rappresentanza consolare accreditata dello Stato nel quale verrà esercitata tale attività.

    - the Schengen States shall not be obliged to ensure that they are represented for visa purposes in every non-member country. They may decide that in certain non-member countries visa applications or applications for a particular kind of visa must be made at a permanent consular post or diplomatic mission of the State that is the main destination,

    - Gli Stati Schengen non sono obbligati ad essere rappresentati in ogni Stato terzo ai fini del rilascio di visti. Gli Stati membri possono decidere che le richieste di visto presentate in determinati paesi terzi o le richieste per una determinata categoria di visti siano presentate alla rappresentanza di prima categoria dello Stato di destinazione principale.

    - the diplomatic missions and consular posts shall have sole responsibility for assessing the risk of illegal immigration posed by a visa application,

    - La valutazione del pericolo d'immigrazione clandestina nell'ambito della domanda del visto spetta interamente alla rappresentanza diplomatica o consolare che esamina la domanda di visto.

    - the represented State shall assume responsibility for asylum applications made by holders of visas which the visa stamp expressly shows to have been issued by representing States on behalf of represented States,

    - Gli Stati rappresentati accettano la responsabilità derivante da richieste di asilo presentate da titolari di visti rilasciati dagli Stati rappresentanti per conto degli Stati rappresentati, come emerge dalla menzione esplicita figurante sul visto.

    - in exceptional cases, bilateral agreements may stipulate that visa applications from certain categories of alien are either to be submitted by the representing State to the authorities of the represented State in which the main destination is located or forwarded to a permanent consular representation of that State. The categories in question must be laid down in writing (if necessary for each diplomatic mission or consular post). It shall be assumed that the visa has been issued on the authorisation of the represented State pursuant to Article 30(1) of the Schengen Convention,

    - In casi eccezionali accordi bilaterali possono stabilire che, riguardo alle domande di visto presentate da determinate categorie di stranieri, gli Stati rappresentanti o sottopongono le stesse alle autorità dello Stato rappresentato di destinazione, o le rinviano alla rappresentanza di tale Stato. Tali categorie dovranno essere determinate per iscritto (eventualmente per rappresentanza diplomatica o consolare). In tal caso il rilascio del visto deve avvenire con l'autorizzazione dello Stato rappresentato ai sensi dell'articolo 30, paragrafo 1, lettera a), della convenzione di Schengen.

    - bilateral agreements may be amended in the course of time on the basis of decisions made by individual States concerning asylum applications lodged within a set period of time by holders of visas issued in the framework of representation and other information relevant to the issue of visas. Agreement may also be reached on waiving the rules on representation in the case of certain diplomatic missions and consular posts,

    - Gli accordi bilaterali potranno via via essere adattati alla luce di valutazioni nazionali delle domande di asilo presentate eventualmente in un periodo determinato dai titolari di un visto rilasciato in rappresentanza e di altri dati pertinenti relativi al rilascio di visti. Si può altresì convenire, alla luce dei risultati ottenuti, che presso determinate rappresentanze (eventualmente anche in relazione a determinate nazionalità) si rinunci alla rappresentanza.

    - representation shall apply solely in the context of issuing visas. Aliens who are unable to apply for a visa because they cannot furnish sufficient proof that they fulfil the relevant conditions must be informed that they can apply for a visa at a permanent consular post or diplomatic mission of the Schengen State in which their destination lies,

    - La rappresentanza vale solo per il rilascio di visti. Qualora il visto non possa essere rilasciato, perché lo straniero non è in grado di fornire prove sufficienti che egli soddisfa le condizioni, lo straniero dovrà essere informato della possibilità di presentare la propria domanda presso una rappresentanza di prima categoria dello Stato di destinazione principale.

    - the rules on representation may be refined as a result of further developments in software enabling consular posts and diplomatic missions undertaking representation to consult the central authorities of the represented State without substantial additional effort,

    - Un ulteriore perfezionamento del meccanismo della rappresentanza può essere apportato mediante un'estensione della rete di consultazione attraverso un ulteriore sviluppo del software dando così la possibilità allo Stato rappresentante di consultare le autorità centrali dello Stato rappresentato.

    - the list containing rules on representation with regard to the issue of a Schengen visa in non-member counries in which not all Schengen States are represented shall be submitted to the Central Group for acknowledgement of the amendments made to it by agreement between the Schengen States concerned.

    - La sintesi relativa ai meccanismi di rappresentanza in materia di rilascio dei visti Schengen nei paesi terzi nei quali non tutti gli Stati Schengen sono rappresentati è sottoposto al gruppo centrale affinché prenda conoscenza delle modifiche apportate a tale sintesi, di comune accordo tra gli Stati membri interessati.

    2. Visa applications requiring consultation with the national central authority or the authority of one or more other Contracting Parties, in accordance with Article 17(2)

    2. Domande di visto soggette a consultazione preliminare della propria autorità centrale o di quella di un'altra o di altre parti contraenti conformemente all'articolo 17, paragrafo 2

    2.1. Consultation with the national central authority

    2.1. Domande soggette a consultazione preliminare della propria autorità centrale

    The diplomatic mission or consular post which examines the application, shall seek authorisation from its central authority, consult it or inform it of the decision it plans to take in a case, in accordance with the arrangements and deadlines laid down by national law and practice. Cases requiring national consultation are listed in Annex 5A.

    La rappresentanza diplomatica o consolare di prima categoria che esamina la domanda dovrà chiedere autorizzazione, consultare o notificare previamente all'autorità consolare centrale la decisione che prevede di adottare secondo i casi, le modalità e i termini previsti dalla legislazione o dalla prassi interne (cfr. allegato 5 A).

    2.2. Consultation with the central authority of one or more Contracting Parties

    2.2. Domande soggette a consultazione preliminare dell'autorità centrale di un'altra o di altre parti contraenti

    The diplomatic mission or the consular post with whom an application is lodged shall seek authorisation from its central authority, which, for its part, shall send the application on to the competent central authorities of one or more other Contracting Parties (see part V(2), (2.3)). Until the final list of cases of mutual consultation has been approved by the Executive Committee, the list annexed to these Common Consular Instructions shall apply (see Annex 5B).

    La rappresentanza diplomatica o consolare che esamina la domanda dovrà chiedere l'autorizzazione della propria autorità centrale che, dal canto suo, dovrà trasmettere la domanda alle autorità centrali competenti di una o più altre parti contraenti (cfr. parte V. 2, 2.3). Fintantoché il comitato esecutivo non avrà elaborato la lista dei casi soggetti a consultazione preliminare delle altre autorità centrali, si utilizzerà a tal fine l'elenco allegato alla presente Istruzione consolare comune (cfr. allegato 5 B).

    2.3. Consultation procedure in the framework of representation

    2.3. Procedura di consultazione in caso di rappresentanza

    (a) When visa applications are lodged by nationals of the countries listed in Annex 5C at a diplomatic mission or consular representation of a Schengen State, representing another Schengen State, the represented State shall be consulted.

    a) Le domande di visto relative alle nazionalità dell'allegato 5 C presentate in un'Ambasciata o in un Consolato di uno Stato Schengen in rappresentanza di uno Stato partner formano oggetto di una consultazione dello Stato rappresentato.

    (b) The information exchanged in respect of these visa applications shall be the same as that currently exchanged in the framework of the consultation under Annex 5B. A compulsory heading shall, however, be provided on the form for the references to the territory of the represented State.

    b) Gli elementi delle domande di visto da scambiare sono quelli attualmente trasmessi nell'ambito delle consultazioni dell'allegato 5 B. Tuttavia, nel formulario deve obbligatoriamente figurare un campo relativo alle referenze nel territorio dello Stato rappresentato.

    (c) The current provisions of the Common Consular Instructions on Visas shall apply to the time limits, their extension and the form of the reply.

    c) I termini, la loro proroga e il tipo di risposta sono quelli attualmente previsti nell'Istruzione consolare comune.

    (d) The consultation provided for in Annex 5B shall be undertaken by the represented State.

    d) Le consultazioni ai sensi dell'allegato 5 B sono effettuate dallo Stato rappresentato.

    3. Visa applications lodged by non-residents

    3. Domande di visto presentate in una parte contraente diversa da quella di residenza

    When an application is lodged with a State which is not the applicant's State of residence and there is doubt over the person's intentions (in particular where there is evidence pointing to illegal immigration), the visa shall only be issued after consultation with the diplomatic mission or consular post of the applicant's State of residence and/or its central authority.

    Quando la domanda di visto è presentata in una parte contraente che non è la parte contraente di residenza del richiedente e se vi sono dubbi sulle reali intenzioni del richiedente (in particolare se vi è il rischio di immigrazione clandestina), il visto potrà essere rilasciato soltanto previa consultazione della rappresentanza diplomatica e consolare di prima categoria con sede nella parte contraente di residenza del richiedente e/o della propria autorità consolare centrale.

    4. Authorisation to issue uniform visas

    4. Abilitazione per il rilascio del visto uniforme

    Only the diplomatic mission or consular posts of the Contracting Parties shall be entitled to issue uniform visas, with the exception of the cases listed in Annex 6.

    Sono abilitate al rilascio dei visti uniformi soltanto le rappresentanze diplomatiche e consolari di prima categoria delle parti contraenti, fatte salve le eccezioni previste nell'allegato 6.

    III. INITIATION OF THE APPLICATION PROCEDURE

    III. RICEVIMENTO DELLA DOMANDA

    1. Visa application forms - number of application forms

    1. Modulo di domanda di visto - Numero di domande

    Aliens shall also be required to fill in the uniform visa form. Applications for a uniform visa must be made using the harmonised form of which a specimen is given in Annex 16.

    Lo straniero deve inoltre compilare il corrispondente modulo di domanda di visto uniforme. La domanda di visto uniforme deve essere presentata mediante il modulo armonizzato conforme al modello di cui all'allegato 16.

    At least one copy of the application form must be filled in so that it may be used during consultation with the central authorities. The Contracting Parties may, insofar as national administrative procedures so require, request several copies of the application.

    Il modulo di domanda deve essere compilato in almeno una copia, che potrà essere utilizzata, tra l'altro, per la consultazione delle autorità centrali. Ove le procedure nazionali lo richiedano, le parti contraenti possono richiedere la compilazione di un numero superiore di esemplari.

    2. Documents to be enclosed

    2. Documentazione da allegare

    Aliens shall enclose the following documents with the application:

    Lo straniero deve allegare alla domanda i seguenti documenti:

    (a) a valid travel document on which a visa may be affixed (see Annex 11);

    a) un documento di viaggio valido su cui si possa applicare il visto (cfr. allegato 11);

    (b) where necessary, documents supporting the purpose and the conditions of the planned visit,

    b) eventualmente, i documenti giustificativi della finalità e delle condizioni del soggiorno previsto:

    If the information supplied is sufficient to enable the diplomatic mission or consular post to ascertain that the applicant is acting in good faith, the staff responsible for issuing the visas may exempt the applicant from submitting the abovementioned supporting documents.

    Se, a giudicare dalle informazioni di cui dispone la rappresentanza diplomatica o consolare, il richiedente ha una buona reputazione, il servizio preposto al rilascio dei visti può dispensarlo dalla presentazione dei documenti giustificativi relativi all'oggetto e alle condizioni del soggiorno.

    3. Guarantees of means of return and means of subsistence

    3. Attendibilità circa il ritorno e i mezzi di sostentamento

    Aliens shall be able to offer the diplomatic mission or consular post with whom they lodge their application, a guarantee that they have adequate means for their subsistence and their return.

    Lo straniero deve altresì convincere la rappresentanza diplomatica o consolare che riceve la domanda del fatto che esso dispone di mezzi di sussistenza sufficienti e che esistono garanzie relative al suo ritorno nel paese di provenienza.

    4. Personal interviews with applicants

    4. Colloquio personale con il richiedente

    As a general rule, the applicant shall be called on to appear in person in order to verbally justify the grounds for the application, especially where there are doubts over the actual purpose behind the visit or that person's return to the country of departure.

    Il richiedente deve, in linea di principio, essere invitato a presentarsi personalmente presso la rappresentanza diplomatica o consolare per esporre oralmente i motivi della sua richiesta, soprattutto quando insorgono fondati dubbi circa lo scopo effettivo del suo viaggio o le reali intenzioni quanto al ritorno al paese di provenienza.

    This requirement may be waived in cases where the applicant is well-known or where the distance from the diplomatic mission or consular post is too great, provided that there is no doubt as to the good faith of the applicant and where in the case of large groups, a reputable and trustworthy body is able to vouch for the good faith of those persons concerned.

    Si potrà, ovviamente, derogare a tale principio in considerazione dell'eventuale notorietà del richiedente il visto, se non sussistono dubbi sulla buonafede, in relazione alla sua lontananza dalla rappresentanza nonché nei casi di viaggi di gruppo allorché un'organizzazione ben conosciuta ed affidabile risponda della buonafede degli interessati.

    Part VIII(5) contains more detailed rules on visa applications processed by private administrative agencies, travel agencies and tour operators and their retailers(3).

    La parte VIII.5 contiene norme più particolareggiate sulle domande di visto inoltrate da agenzie amministrative, agenzie di viaggio, operatori turistici e loro venditori(3).

    IV. LEGAL BASIS

    IV. Base normativa

    Uniform visas may only be issued once the entry conditions laid down in Articles 15 and 5 of the Convention have been met. These Articles read as follows:

    I visti uniformi, possono essere rilasciati solo se sono soddisfatte le condizioni di ingresso previste agli articoli 15 e 5 della convenzione di applicazione dell'accordo di Schengen. Il testo degli articoli è riportato in appresso.

    Article 15

    Articolo 15

    In principle, the visa referred to in Article 10 may be issued only if an alien fulfils the entry conditions laid down in Article 5(1)(a), (c), (d) and (e)..

    In linea di principio, i visti di cui all'articolo 10 possono essere rilasciati soltanto se lo straniero soddisfa le condizioni di ingresso stabilite nell'articolo 5, paragrafo 1, lettere a), c), d) ed e).

    Article 5

    Articolo 5

    1. For visits not exceeding three months, aliens fulfilling the following conditions may be granted entry into the territories of the Contracting Parties:

    1. Per un soggiorno non superiore a tre mesi, l'ingresso nel territorio delle parti contraenti può essere concesso allo straniero che soddisfi le condizioni seguenti:

    (a) the possession of a valid document or documents, as defined by the Executive Committee, authorising them to cross the border;

    a) essere in possesso di un documento o di documenti validi che consentano di attraversare la frontiera, quali determinati dal Comitato esecutivo;

    (b) the possession of a valid visa if required;

    b) essere in possesso di un visto valido, se richiesto;

    (c) if applicable, the aliens shall produce documents substantiating the purpose and the conditions of the planned visit and shall have adequate means of support, both for the period of the planned visit and the return to their country of origin or transit to a non-member country, where their admission is guaranteed, or shall be in a position to acquire such means legally;

    c) esibire, se necessario, i documenti che giustificano lo scopo e le condizioni del soggiorno previsto e disporre dei mezzi di sostentamento sufficienti, sia per la durata prevista del soggiorno, sia per il ritorno nel paese di provenienza o per il transito verso un terzo Stato nel quale la sua ammissione è garantita, ovvero essere in grado di ottenere legalmente detti mezzi;

    (d) the aliens shall not be persons for whom an alert has been issued for the purposes of refusing entry;

    d) non essere segnalato ai fini della non ammissione;

    (e) the aliens shall not be considered to be a threat to public policy, national security or the international relations of any of the Contracting Parties.

    e) non essere considerato pericoloso per l'ordine pubblico, la sicurezza nazionale o le relazioni internazionali di una delle parti contraenti.

    2. Entry into the territories of the Contracting Parties must be refused to any alien who does not fulfil all the above conditions unless a Contracting Party considers it necessary to derogate from that principle for humanitarian reasons, on grounds of national interest or because of international obligations. In such cases authorisation to enter will be restricted to the territory of the Contracting Party concerned, which must inform the other Contracting Parties accordingly.These rules shall not preclude the application of special provisions concerning the right to asylum or the provisions laid down in Article 18.

    2. L'ingresso nel territorio delle parti contraenti deve essere rifiutato allo straniero che non soddisfi tutte queste condizioni, a meno che una parte contraente ritenga necessario derogare a detto principio per motivi umanitari o di interesse nazionale ovvero in virtù di obblighi internazionali. In tale caso, l'ammissione sarà limitata al territorio della parte contraente interessata che dovrà avvertirne le altre parti contraenti .Tali regole non ostano all'applicazione delle disposizioni particolari relative al diritto di asilo né a quelle dell'articolo 18.

    Visas with limited territorial validity may be issued subject to the conditions laid down in Articles 11(2), 14(1) and 16 in connection with Article 5(2) (see part V(3)).

    I visti con validità territoriale limitata possono essere rilasciati solo se sono soddisfatte le condizioni di cui agli articoli 11.2, 14.1 e 16 combinato a 5.2 (cfr. V. 3).

    Article 11(2)

    Articolo 11, paragrafo 2

    2. Paragraph 1 shall not preclude a Contracting Party from issuing a new visa, the validity of which is limited to its own territory, within the half-year in question if necessary.

    (2) Le disposizioni del paragrafo 1 non ostano a che, nel corso del semestre considerato, una parte contraente rilasci, ove necessario, un nuovo visto valido unicamente per il suo territorio.

    Article 14(1)

    Articolo 14, paragrafo 1

    1. No visa may be affixed to a travel document if the travel document is not valid for any of the Contracting Parties. If a travel document is only valid for one Contracting Party or for a number of Contracting Parties the visa to be affixed shall be limited to the Contracting Party or Parties in question.

    (1) Nessun visto può essere apposto su un documento di viaggio se quest'ultimo non è valido per nessuna delle parti contraenti. Se il documento di viaggio è valido per una o più parti contraenti, il visto da apporre sarà limitato a questa o a queste parti contraenti.

    Article 16

    Articolo 16

    If a Contracting Party considers it necessary to derogate, on one of the grounds listed in Article 5(2) from the principle laid down in Article 15, by issuing a visa to an alien who does not fulfil all the entry conditions referred to in Article 5(1), the validity of this visa shall be restricted to the territory of that Contracting Party, which must inform the other Contracting Parties accordingly.

    Se una parte contraente reputa necessario derogare, per uno dei motivi indicati nell'articolo 5, paragrafo 2, al principio stabilito all'articolo 15, e rilascia un visto ad uno straniero che non soddisfa tutte le condizioni di ingresso di cui all'articolo 5, paragrafo 1, la validità di detto visto sarà limitata al territorio di tale parte contraente che dovrà informarne le altre parti contraenti.

    V. EXAMINATION OF APPLICATIONS AND DECISIONS TAKEN

    V. ESAME E DELIBERAZIONE

    The diplomatic mission or consular post shall first check the documents submitted (1) and shall then base its decision regarding the visa application on these documents (2):

    La rappresentanza diplomatica o consolare verifica in primo luogo i documenti presentati (1), li esamina, e prende una decisione in merito alla domanda di visto (2):

    Basic criteria for examining applications

    Criteri di base per l'esame

    The main issues to be borne in mind when examining visa applications are: the security of the Contracting Parties and the fight against illegal immigration as well as other aspects relating to international relations. Depending on the country concerned, one of these may take precedence over the other, but at no stage should any of them be forgotten.

    Non si deve dimenticare che nel corso dell'esame della domanda di visto è necessario tener conto di alcuni aspetti fondamentali: la sicurezza delle parti contraenti, la lotta contro l'immigrazione illegale nonché altri aspetti legati alle relazioni internazionali. Tutti questi criteri vanno considerati, benché uno possa prevalere sugli altri in funzione del paese interessato.

    As far as security is concerned, it is advisable to check that the necessary controls have been carried out: a search of the files containing alerts (alerts for the purposes of refusing entry) in the Schengen Information System, consultation with the central authorities of the countries subject to this procedure.

    Per quanto riguarda la sicurezza, occorre verificare che tutti i controlli del caso siano stati effettuati: consultazione degli schedari delle persone non ammissibili tramite il SIS e consultazione delle autorità centrali per i paesi soggetti a tale procedura.

    The diplomatic mission or consular post shall assume full responsibility in assessing whether there is an immigration risk. The purpose of examining applications is to detect those applicants who are seeking to immigrate to the territory of the Contracting Parties and set themselves up there, using grounds such as tourism, studies, business or family visits as a pretext. Therefore, it is necessary to be particularly vigilant when dealing with "risk categories", in other words unemployed persons, and those with no regular income etc. If there is any doubt over the authenticity of the papers and supporting documents submitted, the diplomatic mission or consular post shall refrain from issuing the visa.

    Per quanto riguarda il rischio di immigrazione illegale, la valutazione è di esclusiva competenza della rappresentanza diplomatica o consolare. L'obiettivo dell'esame delle domande è individuare le persone che sono intenzionate ad emigrare o cercano di penetrare e stabilirsi nei paesi del gruppo di Schengen in forza di un visto rilasciato per motivi di turismo, di studio, di lavoro o ragioni familiari. È opportuno a tal fine esercitare una particolare sorveglianza sui "gruppi a rischio", ossia i disoccupati, le persone senza reddito fisso, ecc. In caso di dubbio sull'autenticità dei documenti e dei riscontri giustificativi presentati, la rappresentanza diplomatica e consolare di prima categoria si asterrà dal rilascio del visto.

    On the contrary, checks shall be reduced where the applicant is known to be a bona fide person, this information having been exchanged through consular cooperation.

    Si renderanno invece più flessibili i controlli nel caso di richiedenti noti come persone di buonafede; queste informazioni verranno scambiate in comune nell'ambito della cooperazione consolare.

    1. Examination of visa applications

    1. Esame delle domande di visto

    1.1. Verification of the visa application

    1.1. Verifica della domanda di visto:

    - the length of visit requested shall correspond with the purpose of the visit,

    - la durata del soggiorno richiesto deve essere compatibile con la finalità dello stesso,

    - the replies to the questions on the form shall be complete and coherent. The form shall include an identity photograph of the visa applicant and shall indicate, as far as possible, the main destination of the visit.

    - le risposte alle domande del modulo devono essere convincenti. In tale modulo dovrà figurare la fotografia del richiedente e, nella misura del possibile, la destinazione principale del viaggio.

    1.2. Verification of the applicant's identity and verification as to whether an alert has been issued on the applicant in the Schengen Information System (SIS) for the purposes of refusing entry or verification as to whether they pose any other threat (to security) which would constitute grounds for refusal to issue the visa or whether, from an immigration point of view, the applicant poses a risk in that on a previous visit he/she overstayed the authorised length of visit.

    1.2. Verifica dell'identità del richiedente e del fatto che questi non sia segnalato nel Sistema di Informazione Schengen (SIS) ai fini della non ammissione, o che non rappresenti alcun pericolo (per la sicurezza) che giustifichi il rifiuto del visto. Verifica, sotto il profilo dell'immigrazione, che il richiedente non abbia, nel corso di un precedente soggiorno, superato i limiti di durata autorizzati.

    1.3. Verification of the travel document

    1.3. Esame del documento di viaggio:

    - verification as to whether the document is in order or not: it should be complete and should be neither amended, falsified or counterfeited,

    - Verifica della regolarità del documento: deve essere integro, e non essere falso, corretto o falsificato.

    - verification of the territorial validity of the travel document: it should be valid for entry into the territory of the Contracting Parties,

    - Accertamento della validità territoriale del documento di viaggio: esso deve essere valido per l'ingresso nel territorio delle parti contraenti.

    - verification of the period of validity of the travel document: the period of validity of the travel document should exceed that of the visa by three months (Article 13(2) of the Convention),

    - Accertamento del periodo di validità del documento di viaggio: tale periodo di validità dovrebbe essere superiore di tre mesi a quello previsto dal visto (articolo 13, paragrafo 2, della convenzione di applicazione).

    - nevertheless, for expedient humanitarian reasons, on grounds of national interest or because of international obligations, it shall be possible, in exceptional cases, to affix visas to travel documents whose period of validity is less than that specified in the previous paragraph (three months), provided that the period of validity exceeds that of the visa and that the guarantee of return is not in jeopardy,

    - Tuttavia, per ragioni umanitarie urgenti, per motivi di interesse nazionale o a causa degli obblighi internazionali assunti, è possibile, in via assolutamente eccezionale, apporre il visto su documenti di viaggio il cui periodo di validità sia inferiore a quello sopraccitato (tre mesi), ma sia in ogni caso superiore a quello del visto e consenta il ritorno dello straniero nel suo paese.

    - verification of the length of previous visits to the territory of the Contracting Parties.

    - Accertamento della durata di precedenti soggiorni dello straniero nel territorio delle parti contraenti.

    1.4. Verification of other documents depending on the application

    1.4. Verifica di altri documenti in relazione alla domanda

    The number and type of supporting documents required depend on the possible risk of illegal immigration and the local situation (for example whether the currency is convertible) and may vary from one country to another. As concerns assessment of the supporting documents, the diplomatic missions or consular posts of the Contracting Parties may agree on practical arrangements adapted to suit local circumstances.

    Il numero e il tipo di documenti dipendono dall'esistenza di un eventuale rischio di immigrazione illegale e dalle condizioni locali (per esempio, divise convertibili o meno) che possono variare da un paese all'altro. Per quanto riguarda i documenti giustificativi, le rappresentanze diplomatiche e consolari possono definire modalità pratiche adattate alle circostanze locali.

    The supporting documents shall cover the purpose of the journey, means of transport and return, means of subsistence and accommodation:

    Tali documenti giustificativi devono obbligatoriamente attestare la finalità del viaggio, i mezzi di trasporto e di ritorno, i mezzi di sostentamento e le condizioni di alloggio:

    - supporting documents regarding the purpose of the journey shall mean, for example:

    - Documenti giustificativi della finalità del viaggio, per esempio:

    - a letter of invitation,

    - lettera di invito,

    - a summons,

    - convocazione,

    - an organised trip;

    - partecipazione ad un viaggio organizzato.

    - supporting documents regarding means of transport and return shall mean, for example:

    - Documenti giustificativi dell'itinerario, dei mezzi di trasporto e di ritorno, per esempio:

    - a return ticket,

    - biglietto di viaggio (andata e ritorno),

    - currency for petrol or car insurance;

    - valuta per la benzina o assicurazione del veicolo.

    - supporting documents regarding means of subsistence:

    - Documenti giustificativi dei mezzi di sostentamento :

    the following may be accepted as proof of means of subsistence: cash in convertible currency, travellers cheques, cheque books for a foreign currency account, credit cards or any other means that guarantees funds in hard currency.

    Si potranno accettare come prova di mezzi di sostentamento il denaro in contanti in valuta convertibile, i travellers' cheques, i libretti di assegni a madre e figlia su un conto in valuta, le carte di credito o qualsiasi altro mezzo che consenta di provare la disponibilità di risorse in valuta.

    The level of means of subsistence shall be proportionate to the length of visit and purpose of the visit, and also the cost of living in the Schengen State or States to be visited. To this end, reference amounts shall be fixed each year for the crossing of borders by the national authorities of the Contracting Parties (see Annex 7)(4);

    Il livello dei mezzi di sostentamento deve essere proporzionale alla durata e alla finalità del soggiorno, nonché al costo della vita nel o nei paesi Schengen visitati. A tal fine, le autorità nazionali delle parti contraenti determineranno ogni anno un livello di risorse indicativo ai fini dell'ingresso in frontiera (cfr. allegato 7)(4).

    - supporting documents regarding accommodation:

    - Documenti giustificativi relativi alle condizioni di alloggio:

    the following documents inter alia may be accepted as proof of accommodation:

    Rivestiranno carattere giustificativo, tra l'altro, i seguenti documenti:

    (a) hotel reservation or reservation for a similar establishment.

    a) Le prenotazioni di alberghi o stabilimenti analoghi.

    (b) documents proving the existence of a lease or a property title, in the applicant's name, proving ownership of a property situated in the country to be visited.

    b) I documenti attestanti il possesso di un contratto di affitto o di un titolo di proprietà di un'abitazione, stilati a nome del richiedente il visto nella parte contraente di soggiorno.

    (c) where an alien states that he/she shall stay at a person's home or in an institution, the diplomatic missions and consular posts shall verify whether the alien will actually be accommodated there:

    c) Se lo straniero dichiara che alloggerà presso il domicilio di una persona o di un'altra entità, le rappresentanze consolari dovranno verificare che lo straniero alloggerà effettivamente nel luogo indicato:

    - either by checking with the national authorities, where such checks are necessary,

    - sia procedendo alle necessarie verifiche presso le autorità nazionali,

    - or by requiring that a certificate be presented which vouches for the commitment to accommodate, in the form of a harmonised form filled in by the host/institution and stamped by the competent authority of the Contracting Party, according to the provisions laid down in its national legislation. A model of the form may be adopted by the Executive Committee,

    - sia mediante presentazione, da parte del richiedente, di un certificato recante l'impegno a fornire l'alloggio redatto dalla persona che invita in un formulario armonizzato, verificato dall'autorità competente della parte contraente, conformemente alle modalità stabilite dalla sua legislazione nazionale. Un modello di tale formulario armonizzato potrà essere elaborato dal comitato esecutivo,

    - or by requiring that a certificate or an official or public document be presented which vouches for the commitment to accommodate, worded and checked in accordance with the internal law of the Contracting Party concerned.

    - sia mediante presentazione, da parte del richiedente, di un documento ufficiale o pubblico recante l'impegno a fornire l'alloggio, redatto e verificato conformemente al diritto nazionale della parte contraente.

    The presentation of documents relating to the commitment to accommodate referred to in the previous two paragraphs is not a new condition for the issuing of visas. These documents have a practical purpose, aimed at proving that accommodation is available and, where appropriate, the existence of means of subsistence. If a Contracting Party uses this type of document, then it should in any case, specify the identity of the host and of the guest or guests, the address of the accommodation, the length and purpose of the visit, any possible family ties, and indicate whether the host is residing lawfully in the country.

    La presentazione dei documenti recanti l'impegno a fornire l'alloggio cui si riferiscono i due precedenti trattini non comporta l'imposizione di un nuovo requisito per il rilascio del visto. Questi documenti sono tuttavia strumenti di utilità pratica per giustificare presso il Consolato la disponibilità di alloggio ed eventualmente dei mezzi di sostentamento. Qualora una parte contraente utilizzi un tale documento, questo deve in ogni caso precisare l'identità della persona che invita e della persona invitata o delle persone invitate, l'indirizzo dell'abitazione, la durata e quanto concerne l'ospitalità, l'eventuale relazione di parentela e la situazione regolare di soggiorno della persona che invita.

    After having issued the visa, the diplomatic mission or consular post shall affix its stamp and write the visa number on the document in order to avoid it being reused.

    Dopo il rilascio del visto, il Consolato apporrà il proprio timbro e riporterà il numero del visto sul documento per evitare che questo venga riutilizzato.

    These checks are aimed at avoiding any false/fraudulent invitations or invitations from illegal or possibly illegal aliens.

    Tali verifiche mirano ad evitare gli inviti di comodo, fraudolenti o emananti da stranieri in situazione irregolare o precaria.

    Before applying for a uniform visa, applicants may be exempted from the requirement to provide supporting documents regarding accommodation if they are able to prove that they have sufficient financial means to cover their subsistence and accommodation costs in the Schengen State or States that they plan to visit.

    Il richiedente può essere dispensato dall'obbligo di presentare il documento giustificativo relativo alla disponibilità di un alloggio prima della presentazione della sua domanda di visto uniforme, qualora dimostri di possedere mezzi economici adeguati per far fronte alle spese di sostentamento e di alloggio nella parte contraente che si propone di visitare.

    - Other documents where necessary depending on the case in question, for example:

    - Altri documenti eventualmente richiesti:

    - proof of place of residence and proof of ties with the country of residence,

    - documenti giustificativi del luogo di soggiorno e dell'esistenza di legami con il paese di residenza;

    - parental authorisation in the case of minors,

    - autorizzazione paterna, nel caso di minorenni;

    - proof of the social and professional status of the applicant.

    - documenti giustificativi relativi alla situazione socio-professionale del richiedente.

    Where the national laws of the Schengen States require proof of invitations from private individuals or for business trips, sponsorship declarations or proof of accommodation, a harmonised form shall be used.

    Qualora il diritto nazionale degli Stati Schengen per comprovare inviti di persone private o di uomini d'affari richieda una dichiarazione di garanzia o un documento giustificativo relativo all'alloggio..., ci si avvarrà, a tal fine, di un formulario armonizzato.

    1.5. Assessment of the applicant's good faith

    1.5. Esame della buonafede del richiedente

    In order to assess the applicant's good faith, the mission or post shall check whether the applicant is recognised as a person of good faith within the framework of local consular cooperation.

    Perché sia riconosciuta la sua buonafede, è opportuno verificare se il richiedente fa parte delle persone di buonafede riconosciute come tali nell'ambito della cooperazione consolare locale.

    Furthermore, they shall consult the information exchanged, as referred to in part VIII(3), of these Instructions.

    Si consulteranno inoltre le informazioni scambiate a cui fa riferimento la parte VIII3 della presente istruzione.

    2. Decision-making procedure for visa applications

    2. Procedura di decisione in merito alle domande di visto

    2.1. Choice of type of visa and number of entries

    2.1. Scelta del tipo di visto e numero di ingressi

    A uniform visa pursuant to Article 11 may be:

    Il visto uniforme può essere (articolo 11):

    - a travel visa valid for one or more entries, provided that neither the length of a continuous visit nor the total length of successive visits exceeds three months in any half-year, from the date of first entry,

    - Un visto di viaggio valido per uno o più ingressi, che autorizza un soggiorno ininterrotto o soggiorni successivi la cui durata totale non ecceda i tre mesi per semestre, a decorrere dalla data del primo ingresso.

    - a visa valid for one year, entitling a three month visit during any half-year and several entries; this visa may be issued to persons offering the necessary guarantees and persons whom the Contracting Parties have shown a particular interest in. In exceptional cases, a visa valid for more than one year, but for a maximum of five years, may be issued to certain categories of persons for several entries,

    - Un visto valido un anno che autorizza un soggiorno di tre mesi per semestre e più ingressi alle persone che offrono le garanzie necessarie e che presentano un interesse particolare per una delle parti contraenti. È inoltre possibile, in via eccezionale, rilasciare a determinate categorie di persone visti con un periodo di validità superiore ad un anno (con un massimo di cinque anni) e che autorizzino più ingressi.

    - a transit visa authorising its holder to pass through the territories of the Contracting Parties once, twice or exceptionally several times en route to the territory of a non-member country, provided that no transit shall exceed five days and provided that the entry of the alien into the territory of the destination non-member country is guaranteed and that the route being followed normally requires transit through the territories of the Contracting Parties.

    - Un visto di transito che permette al titolare di transitare una, due o, eccezionalmente, più volte e per una durata non superiore a cinque giorni attraverso il territorio delle parti contraenti per recarsi nel territorio di uno Stato terzo, sempre a condizione che gli sia garantito l'ingresso in questo Stato terzo e che il tragitto debba ragionevolmente portarlo a transitare sul territorio delle altre parti contraenti.

    2.2. The administrative responsibility of the intervening authority

    2.2. Responsabilità amministrativa del servizio adito

    The diplomatic representative or the head of the consular section shall assume, in accordance with their national powers, full responsibility with regard to the practical arrangements for the issuing of visas by their missions or posts and shall consult each other on this matter.

    Il responsabile della rappresentanza diplomatica o consolare assume, conformemente alle sue competenze nazionali, la piena responsabilità circa le modalità pratiche di rilascio dei visti da parte della rispettiva rappresentanza diplomatica o consolare e circa la procedura di consultazione reciproca.

    The diplomatic mission or consular post shall take its decision on the basis of all the information available to it and bearing in mind the specific situation of each applicant.

    La rappresentanza diplomatica o consolare adotterà la sua decisione in funzione dell'informazione di cui dispone e delle circostanze concrete di ogni singola domanda.

    2.3. Procedure to be followed in cases of prior consultation with the central authorities of the other Contracting Parties

    2.3. Procedura speciale nei casi di consultazione preliminare delle autorità centrali delle altre parti contraenti

    The Contracting Parties have decided to set up a system for the purpose of carrying out consultation with the central authorities.

    Le parti contraenti hanno deciso di attuare un sistema ai fini della realizzazione delle consultazioni delle autorità centrali.

    The following measures may be applied temporarily should the consultation technical system break down and in accordance with needs:

    In caso di guasto del sistema tecnico di consultazione, le parti contraenti potranno, in via transitoria e a seconda dei casi, adottare le seguenti misure:

    - limit the number of cases of consultation to those where consultation is deemed essential,

    - Limitazione della consultazione ai soli casi per i quali la consultazione è considerata indispensabile.

    - use the local network of embassies and consulates of the Contracting Parties concerned in order to channel consultation,

    - Uso della rete locale delle ambasciate e dei consolati delle parti contraenti interessate al fine di veicolare le consultazioni.

    - use the network of embassies of the Contracting Parties located (a) in the country carrying out the consultation, (b) in the country which is to be consulted,

    - Uso della rete delle ambasciate delle parti contraenti situate a) nel paese che deve effettuare la consultazione; b) nel paese che deve essere consultato.

    - use of conventional means of communication between contact points: fax, telephone, etc.,

    - Uso dei mezzi convenzionali tra i punti di contatto (fax, telefono, ecc.).

    - be more vigilant for the benefit of the common interest.

    - Intensificazione della vigilanza a beneficio dell'interesse comune.

    In cases where the applicants come under the categories listed in Annex 5B subject to consultation with a central authority, of the Ministry of Foreign Affairs or of another body, (Article 17(2) of the Convention), uniform visas and long-stay visas valid concurrently as short-stay visas shall be issued according to the procedure outlined below.

    Il rilascio del visto uniforme e del visto per soggiorni di lunga durata valido anche come visto per soggiorni di breve durata alle categorie di richiedenti di cui all'allegato 5 B, soggette a consultazione dell'autorità centrale, del ministero degli Affari esteri o di altre autorità (articolo 17, paragrafo 2, della convenzione), rispetterà le procedure descritte qui di seguito:

    The diplomatic mission or consular post with whom an application is lodged by a person from one of these categories shall, in the first instance, check, by carrying out a search in the Schengen Information System, whether an alert has been issued on the applicant for the purposes of refusing entry.

    La rappresentanza diplomatica o consolare cui viene presentata una domanda di visto da parte di una persona inclusa in tali categorie deve innanzitutto verificare mediante consultazione del Sistema di Informazione Schengen che il richiedente non figuri nell'elenco delle persone segnalate ai fini della non ammissione.

    It shall then follow the procedure outlined below.

    La rappresentanza diplomatica o consolare deve inoltre attenersi alla seguente procedura:

    (a) Procedure

    a) Procedura

    The procedure under b shall not apply when the visa applicant has been issued an alert in the Schengen Information System for the purposes of refusing entry;

    La procedura di cui alla lettera b) non deve essere seguita qualora il richiedente sia segnalato nel Sistema di Informazione Schengen ai fini della non ammissione.

    (b) Sending applications to the national central authority

    b) Trasmissione della consultazione alla propria autorità centrale

    The diplomatic mission or consular post with whom an application is lodged by a person from one of the categories subject to consultation shall send this application immediately to the central authority in its country.

    La rappresentanza diplomatica o consolare cui viene presentata una domanda da parte di una persona inclusa nelle categorie per cui è necessario procedere alla consultazione delle autorità centrali, informerà direttamente della domanda di visto l'autorità centrale del suo paese.

    - If the central authority decides to refuse an application for which the Contracting Party applied to is responsible, it is not necessary to begin or to continue a consultation procedure with the central authorities of the Contracting Parties which requested to be consulted.

    - Se l'autorità centrale decide di rifiutare il visto, non è necessario avviare o completare la procedura di consultazione delle autorità centrali delle parti contraenti che hanno chiesto di essere consultate.

    - In the case of an application examined by the representative of the State responsible, the central authority of the Contracting Party with whom the application is lodged shall send it to the central authority of the State responsible. If the central authority of the State being represented, or the central authority of the representing State, where so provided in the representation agreement, decides to turn down the visa application, it is not necessary to begin or to continue a consultation procedure with the central authorities of the Contracting Parties which requested to be consulted.

    - Se tale autorità si occupa della pratica in qualità di parte contraente rappresentante di un'altra parte contraente competente, essa informerà della domanda l'autorità centrale di quest'ultima. Se l'autorità centrale della parte contraente rappresentata - o quella della stessa parte contraente rappresentante se previsto dall'accordo di rappresentanza tra le due parti - rifiuta il visto, non è necessario avviare o completare la procedura di consultazione delle autorità centrali delle parti contraenti che hanno chiesto di essere consultate.

    (c) Information sent to the central authority

    c) Contenuto della consultazione

    As part of consultation with the central authorities, the diplomatic missions or consular posts with whom an application is lodged shall send the following information to their central authority:

    Per formalizzare la consultazione delle autorità centrali, la rappresentanza diplomatica o consolare che riceve la domanda trasmetterà alla rispettiva autorità centrale le seguenti informazioni:

    1. diplomatic mission or consular post with whom the application was lodged;

    1. Rappresentanza diplomatica o consolare in cui è stata presentata la domanda.

    2. surname and first names, date and place of birth and, where known, the names of the applicant's parents;

    2. Nome e cognome, data e luogo di nascita del richiedente (o dei richiedenti) e, se conosciuti, i cognomi dei genitori.

    3. nationality of the applicant(s) and, where known, any previous nationalities;

    3. Cittadinanza del richiedente (o dei richiedenti) e, nella misura del possibile, precedenti cittadinanze.

    4. type and number of travel document(s) submitted, their date of issue and date of expiry;

    4. Tipo di documento (o documenti) di viaggio presentato, numero e date di rilascio e di scadenza dello stesso.

    5. length and purpose of planned visit;

    5. Durata e finalità del soggiorno per cui si procede alla richiesta di visto.

    6. planned dates of travel;

    6. Date previste per il viaggio.

    7. residence, profession, employer of the visa applicant;

    7. Domicilio, professione, datore di lavoro del richiedente.

    8. references from the Member States, in particular, any previous applications or visits to the Signatory States;

    8. Riferimenti negli Stati membri, in particolare precedenti domande o soggiorni negli Stati firmatari.

    9. border which the applicant plans to cross in order to enter Schengen territory;

    9. Frontiera attraverso cui il richiedente desidera entrare nello spazio Schengen.

    10. any other names (maiden name, or where applicable, married name, in order to complete the identification in accordance with the requirements under the national law of the Contracting Parties and the national law of the State where the applicant is a citizen);

    10. Altri cognomi (da celibe/nubile o, eventualmente, coniugato/a al fine di completare l'identificazione in conformità dei requisiti dell'ordinamento interno delle parti contraenti e dell'ordinamento interno dello Stato di cui il richiedente ha la cittadinanza).

    11. any other information deemed necessary by the diplomatic missions or consular posts, concerning for example the spouse or children accompanying the person concerned, any visas previously issued to the applicant and visa applications for the same destination.

    11. Altre indicazioni ritenute di interesse per le rappresentanze consolari, quali coniuge o figli minorenni che accompagnano il titolare e che figurano sul passaporto, altri visti già ottenuti, altre domande per la medesima destinazione.

    This information shall be taken from the visa application form, in the order in which it appears on the aforementioned form.

    Questi dati verranno ricavati dal modulo di richiesta del visto e riportati secondo l'ordine nel quale figurano in tale modulo.

    The above headings shall act as the basis of the information to be sent in consultation between central authorities. The Contracting Party carrying out the consultation shall as a rule be responsible for the way it sends the information, in the understanding that the date and time of transmission and its receipt by the recipient central authorities should be clearly marked.

    Tali informazioni serviranno di base per l'esame da parte delle autorità centrali che devono essere consultate. In linea di principio, spetta alla parte contraente che effettua la consultazione determinare il mezzo di trasmissione da cui deve comunque risultare la data e l'ora della trasmissione e della relativa ricezione da parte delle autorità centrali destinatarie della stessa.

    (d) Sending applications between central authorities

    d) Trasmissione tra autorità centrali

    The central authority of the Contracting Party whose mission or post has received an application shall consult, in turn, the central authority or authorities of the Contracting Party or Parties who have asked to be consulted. To this end, the authorities designated by the Contracting Parties shall be considered as central authorities.

    L'autorità centrale della parte contraente la cui rappresentanza riceve la domanda procede, a sua volta, alla consultazione dell'autorità o delle autorità centrali della parte o delle parti contraenti che abbiano richiesto tale procedura. A tal fine, sono considerate autorità centrali le autorità designate dalle parti contraenti.

    After having carried out the necessary checks, these authorities shall send their overall assessment of the visa application to the central authority which consulted them.

    Dopo aver effettuato gli accertamenti del caso, tali autorità trasmettono la loro valutazione della domanda di visto all'autorità centrale che ha avviato la consultazione.

    (e) Reply time: extension

    e) Termine di risposta - Proroga

    The maximum deadline which the consulted central authorities have for sending a reply to the central authority which asked for the consultation shall be seven days. The initial reply time is taken from the time at which the application is sent by the central authority which has to carry out the consultation.

    Il termine massimo previsto per la risposta delle autorità centrali consultate all'autorità centrale consultatrice è di sette giorni civili. Il termine iniziale di risposta decorre dalla trasmissione della domanda da parte dell'autorità centrale che deve effettuare la consultazione.

    If, during the course of the seven days, one of the consulted central authorities asks for the deadline to be extended, this may be increased by seven days.

    Se entro tale termine una delle autorità centrali consultate informa l'autorità consultatrice dell'opportunità di estendere il periodo di risposta, questo può essere prorogato di altri sette giorni.

    In exceptional cases, the consulted central authority may submit a justified request for an extension of more than seven days.

    In circostanze eccezionali, l'autorità centrale consultata potrà chiedere una proroga motivata superiore ai sette giorni.

    The authorities being consulted shall ensure that in cases of urgency, the reply is sent back as quickly as possible.

    Le autorità in questione si adopereranno affinché, in caso di urgenza, la risposta sia comunicata quanto prima.

    Where no reply is received by the initial deadline or, where applicable, by the extended deadline it shall be the equivalent of an authorisation and shall mean that there are, as far as the Contracting Party or Parties consulted are concerned, no grounds for objecting to the issue of a visa.

    Una volta scaduto il termine iniziale e, eventualmente, il termine della proroga, la mancanza di risposta equivarrà ad un'autorizzazione, ossia indicherà che a giudizio della o delle parti contraenti consultate non esiste alcun motivo che osti al rilascio del visto.

    (f) Decision based on the outcome of the consultation

    f) Decisione in funzione dell'esito della consultazione

    Once the initial or extended deadline has expired, the central authority of the Contracting Party with whom the application is lodged may authorise the diplomatic mission or consular post to issue the uniform visa.

    Dopo la scadenza del termine iniziale o del termine della proroga, l'autorità centrale della parte contraente cui è stata presentata la domanda può autorizzare la rappresentanza diplomatica o consolare a rilasciare il visto uniforme.

    Where there is no clear decision on the part of the central authority, the diplomatic mission or consular post with whom the application is lodged may issue the visa after a period of 14 days, from the time at which the application was sent by the central authority carrying out the consultation. It is up to each central authority to inform its missions and posts at the start of each consultation period.

    In mancanza di una decisione esplicita della propria autorità centrale, la rappresentanza diplomatica o consolare richiesta potrà rilasciare il visto trascorsi 14 giorni a decorrere dalla trasmissione della richiesta da parte dell'autorità centrale consultatrice. Spetta ad ogni autorità centrale informare le proprie rappresentanze dell'inizio del termine di consultazione.

    In cases where the central authority receives a request for an exceptional extension to the deadline, it shall inform the mission or post with whom the application is lodged thereof: it shall not decide on the application before having received clear instructions from its central authority.

    Qualora l'autorità centrale consultatrice abbia ricevuto una richiesta di proroga eccezionale dei termini dovrà comunicarla alla rappresentanza, la quale non potrà decidere fintantoché l'autorità centrale non si sarà espressamente pronunciata.

    (g) Transmission of specific documents

    g) Trasmissione di documenti specifici

    In exceptional cases, the embassy where the visa application is lodged may, at the request of the consular mission of the consulted State, transmit pursuant to Article 17 of the Schengen Convention the visa application form (with a space for a photograph).

    In casi eccezionali, l'ambasciata presso la quale è stata presentata la domanda di visto può, su richiesta della rappresentanza consolare dello Stato consultato ai sensi dell'articolo 17 della convenzione di Schengen, trasmettere il formulario di domanda del visto (con la fotografia).

    This procedure shall only apply in places where there are diplomatic or consular missions of both the consulting State and consulted State and only in respect of the nationalities listed in Annex 5B.

    Tale procedura si applica unicamente nelle località nelle quali esistono rappresentanze diplomatiche o consolari dello Stato che effettua la consultazione e dello Stato consultato e solo per le cittadinanze di cui all'allegato 5 B.

    In no circumstances may the reply to the consultation or the request to extend the time limit for consultation be undertaken locally, with the exception of consultation at local level in accordance with the current provisions of Annex 5B of the Common Consular Instructions on Visas. In principle, the consultation network shall be used for exchanges between the central authorities.

    Ad eccezione delle consultazioni a livello locale attualmente previste all'allegato 5 B dell'Istruzione consolare comune, la risposta o la domanda di proroga del termine di consultazione non potranno in nessun caso avvenire a livello locale, ma si dovrà sempre utilizzare la rete di consultazione tra autorità centrali.

    2.4. Refusal to examine an application, to issue a visa

    2.4. Irricevibilità della domanda

    The procedure and the possible channels of appeal in cases where the diplomatic mission or consular post of a Contracting Party refuses to examine an application or issue a visa, are governed by the law of that Contracting Party.

    Qualora la rappresentanza diplomatica o consolare di una parte contraente non accetti o rifiuti una richiesta di visto, la procedura e le possibili vie di ricorso saranno disciplinate dalla legislazione nazionale di tale parte contraente.

    If a visa is refused and national law provides for the grounds for such a refusal to be given, this must be done on the basis of the following text: "Your request for a visa has been refused pursuant to Article 15 in conjunction with Article 5 of the Convention implementing the Schengen Agreement of 19 June 1990 because you do not satisfy the conditions under Article 5(1) (a), (c), (d), (e), (indicate relevant condition(s)) of the said Convention, which stipulates ... (quote relevant condition(s))."

    Qualora un visto sia rifiutato e le disposizioni giuridiche nazionali prevedano la motivazione del rifiuto, tale motivazione deve essere formulata conformemente al seguente testo: "In conformità del disposto congiunto dell'articolo 15 e dell'articolo 5 della convenzione di applicazione dell'accordo di Schengen del 19 giugno 1990, la Sua domanda di visto è stata respinta poiché non soddisfa le condizioni di cui all'articolo 5, primo comma, lettere a), c), d) ed e) (indicare la dicitura utile), secondo cui.... (testo della o delle pertinenti condizioni preliminari)".

    If necessary, the above grounds may be supplemented with more detailed information or contain other information in accordance with the requirements in this area laid down in the national law of the Schengen States.

    Tale testo può eventualmente essere integrato con informazioni più dettagliate o contenere altre informazioni a seconda degli obblighi previsti in materia dalle legislazioni nazionali.

    When a diplomatic or consular mission which is representing another Schengen State is forced to discontinue its examination of a visa application, the applicant should be notified thereof and informed that he/she may go to the nearest diplomatic or consular mission of the State competent to examine the visa application.

    Qualora una rappresentanza diplomatica o consolare, che opera in rappresentanza di uno Stato partner, si veda costretta a non proseguire l'esame di una domanda di visto, il richiedente dovrà essere informato di tale rinuncia e dovrà altresì essere informato che può rivolgersi alla rappresentanza diplomatica o consolare dello Stato competente dell'esame della domanda.

    3. Visas with limited territorial validity

    3. Visti con validità territoriale limitata

    A visa whose validity is limited to the national territory of one or several Contracting Parties may be issued:

    È possibile rilasciare un visto con validità territoriale limitata al territorio nazionale di una o più parti contraenti:

    1. in cases where a diplomatic mission or consular post considers it necessary to derogate from the principle laid down in Article 15 of the Convention (Article 16) on one of the grounds listed in Article 5(2) (for humanitarian reasons, on grounds of national interest or because of international obligations);

    1. Quando, per uno dei motivi di cui all'articolo 5, paragrafo 2, della convenzione di applicazione (motivi umanitari o di interesse nazionale ovvero in virtù di obblighi internazionali), una rappresentanza diplomatica o consolare ritenga necessario derogare al principio definito all'articolo 15 di tale convenzione di applicazione (articolo 16).

    2. in cases provided for in Article 14 of the Convention, according to which: "1. No visa may be affixed to a travel document if that travel document is not valid for any of the Contracting Parties. If a travel document is only valid for one Contracting Party or for a number of Contracting Parties the visa to be affixed shall be limited to the Contracting Party or Parties in question.

    2. Nel caso previsto all'articolo 14 della convenzione di applicazione, il quale recita: "1. Nessun visto può essere apposto su un documento di viaggio se quest'ultimo non è valido per nessuna delle parti contraenti. Se il documento di viaggio è valido soltanto per una o più parti contraenti, il visto da apporre sarà limitato a quella o quelle parti contraenti.

    2. If a travel document is not recognised as valid by one or more of the Contracting Parties an authorisation may be issued in place of a visa."

    2. Qualora il documento di viaggio non sia riconosciuto valido da una o più parti contraenti, il visto può essere rilasciato sotto forma di autorizzazione sostitutiva del visto."

    3. in cases where, due to extreme urgency, (for humanitarian reasons, on grounds of national interest or because of international obligations), a mission or post does not consult the central authorities or where this procedure gives rise to protest;

    3. Quando, per ragioni di urgenza (motivi umanitari o di interesse nazionale ovvero in virtù di obblighi internazionali), la rappresentanza diplomatica o consolare non applica la procedura di consultazione delle autorità centrali o quando tale procedura dà luogo a determinate obiezioni.

    4. in cases where a mission or post issues, as an absolute necessity, a new visa for a visit to be carried out during the same half-year to an applicant who, over a six-month period, has already used a visa with a validity of three months.

    4. Quando, in caso di necessità, la rappresentanza diplomatica o consolare rilascia a una persona un nuovo visto per un soggiorno relativo ad un semestre per il quale tale persona ha già ricevuto un visto di tre mesi.

    The validity is limited to the territory of one Contracting Party, the Benelux or two Benelux States for scenarios 1, 3 and 4 above, and to the territory of one or several Contracting Parties, the Benelux or two Benelux States for scenario 2.

    La validità è limitata al territorio di una sola parte contraente, del Benelux, o di due Stati Benelux nei casi 1, 3 e 4, e al territorio di una o più parti contraenti, del Benelux o di due Stati Benelux nel caso 2.

    The missions or posts of the other Contracting Parties shall be informed of cases where these visas are issued.

    Le rappresentanze diplomatiche o consolari delle altre parti contraenti devono esserne informate.

    VI. HOW TO FILL IN VISA-STICKERS

    VI. COMPILAZIONE DELLA VIGNETTA VISTO

    Annexes 8 and 13 contain the following: 8 - a description of the sticker's security features; 13 - examples of specimen visa-stickers that have already been filled in.

    Negli allegati 8 e 13 sono riportati esempi di compilazione della vignetta visto con le rispettive caratteristiche di sicurezza.

    1. Common entries section (Section 8)

    1. Zona delle diciture comuni. Zona 8

    1.1. "VALID FOR" heading:

    1.1. Dicitura "VALIDO PER"

    This heading indicates the territory in which the visa holder is entitled to travel.

    Scopo della dicitura è delimitare la zona geografica all'interno della quale il titolare del visto è autorizzato a spostarsi.

    This heading may only be completed in one of the following four ways:

    Nello spazio corrispondente alla dicitura sono ammesse soltanto quattro opzioni:

    (a) Schengen States;

    a) Stati Schengen

    (b) Schengen State or Schengen States to whose territory the validity of the visa is limited (in this case the following abbreviations are used: F for France, D for Germany, E for Spain, GR for Greece, P for Portugal, I for Italy, L for Luxembourg, NL for the Netherlands, B for Belgium);

    b) Stato o Stati Schengen al territorio del quale o dei quali è limitata la validità del visto (in tal caso, vengono utilizzate le seguenti indicazioni: A per l'Austria, F per la Francia, D per la Germania, E per la Spagna, GR per la Grecia, P per il Portogallo, I per l'Italia, L per il Lussemburgo, N per i Paesi Bassi e B per il Belgio)

    (c) Benelux;

    c) Benelux

    (d) Schengen State (using the abbreviations in (b)) which issued the national long-stay visa and Schengen States;

    d) Stato Schengen [utilizzando le indicazioni di cui alla lettera b)] che ha rilasciato il visto nazionale per soggiorni di lunga durata + Stati Schengen

    - when the sticker is used to issue the uniform visa pursuant to Articles 10 and 11 of the Convention, or to issue a visa whose validity is not limited to the territory of the Contracting Party which issued the visa, the heading "valid for" is filled in using the words "Schengen States", in the language of the Contracting Party which issued the visa,

    - Se la vignetta è utilizzata per il rilascio del visto uniforme, definito agli articoli 10 e 11 della convenzione di applicazione dell'Accordo di Schengen, o per un visto la cui validità non è limitata al territorio della parte contraente di rilascio, la dicitura "VALIDO PER" sarà completata, nella lingua della parte contraente di rilascio, con la menzione "Stati Schengen".

    - when the sticker is used to issue visas which restrict entry, stay and exit to just one territory, this heading shall be filled in, in the national language, with the name of the Contracting Party to which the visa holder's entry, stay and exit are limited,

    - Se la vignetta è utilizzata per il rilascio di un visto nazionale che consenta soltanto l'ingresso, il soggiorno e l'uscita attraverso un territorio limitato tale rubrica deve indicare il nome della parte contraente, nella lingua nazionale della medesima, al cui territorio è limitato l'ingresso, il soggiorno e l'uscita del titolare del visto.

    - when the sticker is used to issue a national long-stay visa valid concurrently as a uniform short-stay visa for a maximum period of three months from its initial date of validity, this heading is to be filled in with the Member State which issued the national long-stay visa, followed by "Schengen States",

    - Se la vignetta è utilizzata per il rilascio di un visto nazionale per soggiorno di lunga durata che, per una durata massima di tre mesi a decorrere dalla data iniziale di validità, ha altresì valore di visto uniforme per soggiorni di breve durata, si indicherà anzitutto lo Stato membro che ha rilasciato il visto nazionale per soggiorno di lunga durata, seguito dalla formula "Stati Schengen".

    - pursuant to Article 14 of the Convention, limited territorial validity may cover the territory of several Member States; in that case, according to the Member State codes to be entered under this heading, the following options are available:

    - Nei casi previsti all'articolo 14 della convenzione di applicazione, la validità territoriale potrà essere limitata al territorio di uno o più Stati membri. In tal caso, e in funzione dei codici degli Stati membri da inserire nella rubrica, sono ammesse le seguenti opzioni:

    (a) entry of the codes for the Member States concerned;

    a) iscrizione dei codici degli Stati membri interessati.

    (b) entry of the words "Schengen States" in the language of the issuing Member State followed in brackets by the minus sign and the codes of the Member States for the territories of which the visa is not valid;

    b) iscrizione della menzione "Stati Schengen" nella lingua dello Stato membro di rilascio, seguita tra parentesi dal segno meno e dai codici degli Stati membri per il territorio dei quali il visto non è valido.

    - limited territorial validity may not apply to just part of the territory of a Contracting Party.

    - Parimenti, la validità territoriale indicata in questa parte della vignetta non potrà essere limitata a una zona geografica inferiore a quella di una parte contraente.

    1.2. "FROM... TO" heading:

    1.2. Dicitura "DA ... A"

    This heading shows the period during which the holder may carry out the visit authorised by the visa.

    Scopo della dicitura è indicare il periodo durante il quale il titolare può effettuare il soggiorno cui dà diritto il visto.

    The date from which the visa holder may enter the territory for which the visa is valid, is written as below, following the word "FROM":

    Dopo la preposizione "DA" va indicata la data del primo giorno in cui è autorizzato l'ingresso del titolare del visto nel territorio per cui il visto è valido. Questa data comporterà:

    - the day is written using two figures, the first of which is a zero if the day in question is a single figure,

    - Due cifre per segnalare il numero del giorno: la prima cifra è uno zero quando il numero si compone di unità.

    - horizontal dash,

    - Trattino di separazione orizzontale.

    - the month is written using two figures, the first of which is a zero if the month in question is a single figure,

    - Due cifre per segnalare il mese: la prima cifra è uno zero quando il numero corrispondente al mese si compone di unità.

    - horizontal dash,

    - Trattino di separazione orizzontale.

    - the year is written using two figures, which correspond with the last two figures of the year,

    - Due cifre per indicare l'anno, corrispondenti alle ultime due cifre dell'anno.

    - For example: 15-04-94 = 15 April 1994.

    - Esempio: 15-04-94 = 15 aprile 1994

    The last date on which the visa holder may carry out the visit authorised by the visa is written following the word "TO". The visa holder must have left the territory for which the visa is valid by midnight on this date.

    Dopo la preposizione "A" si indicherà la data dell'ultimo giorno del periodo di soggiorno autorizzato. L'uscita del titolare del visto dal territorio per cui il visto è valido dovrà avvenire entro la mezzanotte di quel giorno.

    This date is written in the same way as the first date above.

    Tale data sarà indicata con lo stesso sistema della data del primo giorno.

    1.3. "NUMBER OF ENTRIES" heading:

    1.3. Dicitura "NUMERO DI INGRESSI"

    This heading shows the number of times the visa holder may enter the territory for which the visa is valid; in other words, this shall mean the number of periods of stay which may be divided over the entire period of validity, see 1.4.

    Scopo della dicitura è indicare il numero di ingressi che il titolare del visto può effettuare all'interno del territorio per cui il visto è valido e quindi "il numero dei soggiorni possibili, suddividendo i giorni autorizzati" nella dicitura 1.4.

    The number of entries may be one, two or more. This number is written to the right-hand side of the pre-printed part, using "01", "02" or the abbreviation "MULT", where the visa authorises more than two entries.

    Gli ingressi possono essere uno, due o molteplici senza doverne precisare il numero. Il numero di ingressi è indicato sulla vignetta a destra della dicitura, scrivendo "01" o "02" nel caso di uno o due ingressi, e l'abbreviazione "MULT" nel caso in cui si autorizzino più di due ingressi.

    For a transit visa, only one or two entries may be authorised ("01" or "02" shall be written). More than two entries ("MULT") shall only be authorised in exceptional cases.

    Il visto di transito può consentire uno o due ingressi, indicati rispettivamente con le cifre "01" e "02". Soltanto in casi eccezionali, si potranno autorizzare più di due ingressi con una stessa vignetta visto, apponendo l'abbreviazione "MULT".

    The visa shall expire when the total number of exits made by the holder equals the number of authorised entries, even if the holder has not used up the number of days authorised by the visa.

    L'effettuazione di un numero uguale di uscite e di ingressi autorizzati implica la scadenza del visto, anche qualora il titolare non abbia usufruito di tutti i giorni di soggiorno autorizzati.

    1.4. "DURATION OF VISIT... DAYS" heading

    1.4. Dicitura "DURATA DEL SOGGIORNO... GIORNI"

    This heading indicates the number of days during which the holder may stay in the territory for which the visa is valid(5). This visit may be a continuous one or divided up, depending on the number of days authorised, over several periods between the dates mentioned under 1.2, bearing in mind the number of entries authorised under 1.3.

    Questa dicitura è volta a determinare il numero dei giorni in cui il titolare del visto è autorizzato a soggiornare nel territorio per cui il visto è valido(5) sia per un periodo di soggiorno continuo, sia suddividendo tale numero in vari periodi di soggiorno, entro le date menzionate alla dicitura 1.2 e rispettando il numero di ingressi autorizzati di cui al punto 1.3.

    The number of days authorised is written in the blank space between "DURATION OF VISIT" and "DAYS", in the form of two figures, the first of which is a zero if the number of days is less than 10.

    Nello spazio vuoto tra la dicitura "DURATA DEL SOGGIORNO" e la parola "GIORNI" si indicherà il numero di giorni autorizzati utilizzando due cifre, la prima delle quali è uno zero quando il numero dei giorni autorizzati si compone di unità.

    The maximum number of days that can be included under this heading is 90 per any half-year.

    Il numero massimo di giorni che si potrà indicare è 90 per semestre.

    1.5. "ISSUED IN... ON..." heading

    1.5. Dicitura "RILASCIATO A....IL...."

    This heading shows, in the language of the Contracting Party issuing the visa, the name of the town in which the diplomatic mission or consular post which is issuing the visa is found, this name is written between "IN" and "ON". The date of issue is indicated after "ON".

    Questa dicitura indica, nella lingua nazionale della parte contraente di rilascio, il nome della città nella quale è ubicata la rappresentanza diplomatica o consolare che rilascia il visto. Questo nome è scritto tra "A" e "IL" mentre la data di rilascio è indicata dopo "IL".

    The date of issue is written in the same way as the date referred to in 1.2.

    La data di rilascio è scritta con lo stesso sistema di cui al punto 1.2.

    The authority which issued the visa may be identified by way of the entry which appears in the stamp affixed to section 4.

    L'autorità che rilascia il visto potrà essere identificata dall'iscrizione del timbro stampato nella zona 4.

    1.6. "PASSPORT NUMBER" heading:

    1.6. Dicitura "NUMERO DI PASSAPORTO"

    This heading indicates the number of the passport to which the visa-sticker is affixed. This number shall be followed by reference to any children and to the spouse if these appear in the passport, who are accompanying the holder (a letter "X" for children preceded by the number thereof (for example 3X = three children) and a letter "Y" for the spouse).

    Scopo della dicitura è determinare il numero del passaporto sul quale è apposta la vignetta visto. Dopo l'ultima cifra si annota il numero di minori e il coniuge che accompagnano il titolare e che sono iscritti sul passaporto (si indicherà un numero seguito da una "X" corrispondente al numero di minori, ad esempio "3X" = tre minori, e una "Y" per il coniuge).

    Where, because the holder's travel document is not recognised, the uniform format for forms is used for the visa, the issuing diplomatic mission or consular post may opt to use the same form to extend the validity of the visa to the holder's spouse and to accompanying minors dependent on the holder of the form who accompany the holder or to issue separate forms for the holder, his spouse and each person dependent on him, affixing the corresponding visa on each form separately(6).

    Se, in caso di mancato riconoscimento del documento di viaggio del titolare, si utilizza il modello uniforme di foglio per apporvi il visto, la rappresentanza diplomatica o consolare che rilascia il visto può scegliere di utilizzare lo stesso foglio per estendere la validità del visto al coniuge e ai minori a carico che accompagnano il titolare del foglio o di rilasciare fogli separati per il titolare, il coniuge e ognuna delle persone a suo carico, apponendo il visto corrispondente su ciascun foglio separatamente(6).

    The passport number is the series number which is pre-printed or perforated on all or almost all of the pages of the passport.

    Il numero di passaporto da indicare è il numero di serie che figura stampato o perforato in tutte o quasi tutte le pagine del passaporto.

    The number to be entered under this heading, in the case of a visa to be affixed to the uniform format form, is not the passport number but the same typographical number as appears on the form, made up of six digits, which may be accompanied by the letter or letters assigned to the Member State or group of Member States which issued the visa(7).

    Il numero da indicare nella dicitura, in caso di apposizione del visto sul modello uniforme di foglio, è, invece del numero di passaporto, lo stesso numero tipografico che figura sul foglio, composto di sei cifre, eventualmente corredato della lettera o delle lettere che identificano lo Stato membro o il gruppo di Stati membri di emissione del visto(7).

    1.7. "TYPE OF VISA" heading:

    1.7. Dicitura "TIPO DI VISTO"

    In order to facilitate matters for the control authorities, this heading specifies the type of visa using the letters A, B, C and D as follows:

    Per facilitare la rapida identificazione da parte dei servizi di controllo, tale dicitura indica, mediante le lettere A, B, C e D, la categoria generica di visto cui si applica, nel caso specifico, la vignetta visto comune.

    A: airport transit visa

    A: Visto di transito aeroportuale

    B: transit visa

    B: Visto di transito

    C: short-term visa

    C: Visto per soggiorni di breve durata

    D: long-term national visa

    D: Visto nazionale per soggiorni di lunga durata

    D and C: national long-stay visa valid concurrently as a short-stay visa

    D+C: Visto per soggiorni di lunga durata valido anche come visto per soggiorni di breve durata

    For visas with limited territorial validity and group visas the letters A, B or C shall be used depending on the case in question.

    Per i visti di validità territoriale limitata e i visti collettivi si utilizzeranno, a seconda dei casi, le lettere A, B o C.

    1.8. "NAME AND FORENAME" heading:

    1.8. Dicitura "COGNOME E NOME"

    The first word in the "name" box followed by the first word in the "first name" box of the visa holder's passport or travel document shall be written in that order. The diplomatic mission or consular post shall verify that the name and first name which appear in the passport or travel document and which are to be entered under this heading and in the section to be electronically scanned are the same as those appearing in the visa application(8).

    Nel passaporto o nel documento di viaggio del titolare del visto va inserita, nell'ordine, la prima parola riportata nella dicitura "cognome/i" e, di seguito, la prima parola riportata nella dicitura "nome/i". La rappresentanza diplomatica o consolare deve verificare se il(i) cognome/i e il(i) nome/i che figurano nel passaporto o nel documento di viaggio e nella domanda di visto e quelli da iscrivere sia in questa dicitura sia nel campo di lettura automatica sono identici(8).

    2. National entries section COMMENTS (Section 9)

    2. Zona riservata alle menzioni nazionali ("ANNOTAZIONI"). Zona 9

    Contrary to section 8 (joint and obligatory entries), this section is reserved for any comments relating to national provisions. Although the Contracting Parties shall be free to include any comments which they deem relevant, they shall be obliged to inform their partners thereof in order that these comments may be interpreted (see Annex 9).

    A differenza della zona 8 (diciture comuni e obbligatorie), questa zona è riservata alle eventuali diciture imposte dalle disposizioni interne e dalla prassi di alcune parti contraenti. In linea di massima, le parti contraenti sono libere di includere le diciture che ritengono opportune, benché si debbano informare tutte le parti contraenti affinché tali diciture possano essere interpretate (cfr. allegato n. 9).

    3. Section for the photograph(9)

    3. Zona riservata alla fotografia(9)

    The visa-holder's photograph, in colour, shall be integrated in the space reserved for that purpose as shown in Annex 8. The following rules shall be observed with respect to the photograph to be integrated into the visa sticker.

    La fotografia a colori del titolare del visto deve riempire lo spazio riservato all'uopo come indicato nell'allegato 8. Per la fotografia da inserire nella vignetta visto si applicano i seguenti requisiti.

    The size of the head from chin to crown shall be between 70 % and 80 % of the vertical dimension of the surface of the photograph. The minimum resolution requirements shall be:

    Le dimensioni della testa dal mento alla sommità del capo sono pari al 70-80 % della dimensione verticale della superficie della fotografia.

    - 300 pixels per inch (ppi), uncompressed, for scanning,

    Requisiti minimi per la risoluzione:

    - 720 dots per inch (dpi) for colour printing of photos.

    - scanner, 300 "pixels per inch" (ppi), senza esercitare pressioni

    In the absence of a photograph, it shall be obligatory to enter the words "valid without photograph" in this section in two or three languages (the language of the Member State issuing the visa, English and French). These words shall in principle be entered using a printer and, exceptionally, a specific stamp, in which case the stamp shall also cover part of the rotogravure section whose left or right-hand side delimits the space for integrating the photograph.

    - stampante a colori, 720 "dot per inch" (dpi) per la fotografia impressa.

    4. Section to be electronically scanned (Section 5)

    Ove manchi la fotografia si appone obbligatoriamente in questa zona la dicitura "valido senza fotografia" in due o tre lingue (lingua dello Stato membro che rilascia il visto, inglese e francese). In linea di massima, la dicitura è apposta mediante stampante e, in via eccezionale, con un timbro specifico che, in quest'ultimo caso, copre parimenti parte della zona stampata in calcografia che contorna, nel lato destro o sinistro, la zona riservata alla fotografia.

    Both the format of the visa-sticker and that of the electronically scanned section have been decided by the ICAO on the basis of a proposal put forward by the Schengen States. This section is made up of two lines of 36 characters (OCR B-10 cpi). Annex 10 explains how this section is to be filled in.

    4. Zona destinata alla lettura ottica. Zona 5

    5. Other aspects relating to the issue of visas

    Su proposta degli Stati Schengen, sia il formato della vignetta visto che il formato previsto per la zona di stampa riservata alla lettura ottica sono stati adottati dall'ICAO. Questa zona consta di due righe di 36 caratteri (OCR B-10 caratteri/pollice). L'allegato 10 riporta le modalità di iscrizione in tale zona.

    5.1. Signing visas

    5. Altri aspetti importanti relativi alla compilazione della vignetta visto

    In cases where the law or practice of a Contracting Party requires a hand-written signature, the sticker affixed to the page of the passport shall be signed by the official responsible in this regard.

    5.1. Firma del visto

    The signature is placed at the right-hand side of the heading "COMMENTS"; part of the signature should extend onto the page of the passport or the travel document, but it must not cover the section to be electronically scanned.

    Qualora il diritto o la prassi interna di una parte contraente preveda l'apposizione obbligatoria della firma ed essa debba essere manoscritta, il visto deve essere firmato - dopo essere stato applicato al passaporto - dalla persona abilitata.

    5.2. Invalidating completed visa stickers:

    Essa appone la sua firma all'estremità destra della zona riservata alle annotazioni, badando bene a far debordare la firma sulla pagina del passaporto o del documento di viaggio, ma non sulla zona di lettura ottica.

    No changes shall be made to the visa-sticker. If there is a mistake made when the visa is issued then the sticker shall be invalidated;

    5.2. Annullamento della vignetta già compilata

    - if the mistake is detected on a sticker which has not yet been affixed to the passport, the sticker shall be destroyed or cut diagonally in half,

    Le vignette visto non potranno recare correzioni o cancellature. Se nel completare la vignetta si dovesse commettere un errore, essa dovrà essere annullata.

    - if the mistake is detected after the sticker has been affixed to the passport, the sticker shall have a red cross drawn on it and a new sticker shall be affixed.

    - Se si dovesse individuare l'errore prima di applicarla sul documento di viaggio, dovrà essere distrutta o tagliata in diagonale.

    5.3. Affixing visa stickers to passports:

    - Se si individua l'errore dopo aver apposto la vignetta sul passaporto, essa sarà barrata con una croce decussata di colore rosso e si procederà all'apposizione di una nuova vignetta.

    The sticker shall be filled in before being affixed to the passport. The stamp and the signature shall be placed on the sticker once it has been affixed to the passport or travel document.

    5.3. Apposizione della vignetta visto sul passaporto

    Once the visa-sticker has been correctly filled in, it shall be affixed to the first page of the passport that is free from any other entries or stamps, other than the identification stamp of the application. Passports which do not have space free for affixing the sticker, passports which have expired and passports which do not authorise exit from the territory before the visa expires, or the alien's return to his/her country of origin or entry into a third country (see Article 13 of the Convention), shall be refused.

    La vignetta è completata prima di essere applicata al passaporto. Si procederà alla stampigliatura e alla firma una volta che questa sarà incollata sul passaporto o sul documento di viaggio.

    5.4. Passports and travel documents to which uniform visas may be affixed

    Debitamente completata, essa è applicata alla prima pagina del passaporto che non contenga timbri o altri tipi di contrassegni, ad esclusione del timbro di identificazione della domanda. Saranno rifiutati i passaporti privi di spazi liberi per l'apposizione della vignetta, quelli scaduti e quelli che non consentono, durante il periodo di validità del visto, l'uscita, il ritorno dello straniero nel paese di origine o il suo ingresso in un paese terzo (cfr. articolo 13 della convenzione di applicazione).

    The criteria for deciding which travel documents may bear a visa, in accordance with the provision of Article 17(3)(a) of the Convention, are listed in Annex 11.

    5.4. Passaporti e documenti di viaggio su cui è possibile apporre il visto uniforme

    In accordance with Article 14, no visa may be affixed to a travel document if that travel document is not valid for any of the Contracting Parties. If a travel document is only valid for one Contracting Party or for a number of Contracting Parties the visa to be affixed shall be limited to the Contracting Party or Parties in question.

    Nell'allegato 11 figurano i criteri che permettono di stabilire se su un documento di viaggio può essere o meno apposto un visto, conformemente all'articolo 17, paragrafo 3, lettera a) della convenzione di applicazione.

    If the travel document is not recognised as valid by one or more Member States, the visa shall have only limited territorial validity. The diplomatic mission or consular post of a Member State must use the uniform format form to affix a visa issued to holders of a travel document not recognised by the Member State that issues the form. Such a visa shall have only limited territorial validity(10).

    Conformemente all'articolo 14 della convenzione, non è possibile apporre nessun visto su un documento di viaggio che non sia valido per nessuna parte contraente. Qualora il documento di viaggio sia valido soltanto per una o alcune parti contraenti, il visto apposto autorizzerà l'ingresso unicamente in questa o queste parti contraenti.

    5.5. Stamp of the issuing diplomatic mission or consular post

    Qualora il documento di viaggio non sia riconosciuto valido da uno o più Stati membri, il visto equivale negli effetti unicamente ad un visto di validità territoriale limitata. La rappresentanza diplomatica o consolare dello Stato membro deve utilizzare il modello uniforme di foglio per apporvi il visto rilasciato al titolare del documento di viaggio non riconosciuto dallo Stato membro che rilascia il foglio. Il visto equivale negli effetti unicamente ad un visto di validità territoriale limitata(10).

    The stamp of the diplomatic mission or consular post issuing the visa shall be affixed in the "COMMENTS" section, with special care to ensure that it does not prevent data from being read, and shall extend beyond the sticker on to the page of the passport or travel document. Only in cases where it is necessary to dispense with the completion of the section to be electronically scanned may the stamp be placed on this section to render it unusable. The size and content of the stamp and the ink to be used shall be determined by the national provisions of the Member State.

    5.5. Timbro della rappresentanza diplomatica o consolare che rilascia il visto

    To prevent reuse of a visa sticker affixed to a uniform format form, the seal of the issuing consular office shall be stamped to the right, straddling the sticker and the form, in such a way as neither to impede reading of the headings and completion data nor to enter the electronic scanning area if completed(11).

    Il timbro della rappresentanza diplomatica o consolare che rilascia il visto è apposto nella zona riservata alle annotazioni; occorre prestare particolare attenzione affinché non sia apposto in modo da impedire la lettura dei dati; esso deve oltrepassare la vignetta sporgendo sopra la pagina del passaporto o documento di viaggio. Soltanto nel caso in cui non occorra compilare la zona riservata alla lettura ottica il timbro può essere apposto in questo spazio per renderlo inutilizzabile. Le dimensioni e le iscrizioni del timbro e l'inchiostro da utilizzare saranno conformi a quanto stabilito al riguardo da ciascuno Stato membro.

    VII. ADMINISTRATIVE MANAGEMENT AND ORGANISATION

    Per evitare il reimpiego della vignetta visto applicata sul modello uniforme di foglio, il timbro della rappresentanza diplomatica o consolare che rilascia il visto è apposto a destra tra la vignetta e il foglio in modo da non impedire la lettura delle diciture e dei dati della compilazione e da non invadere la zona riservata alla lettura ottica eventualmente compilata(11).

    1. Organisation of visa sections

    VII. GESTIONE AMMINISTRATIVA ED ORGANIZZAZIONE

    Each Contracting Party shall be responsible for organising its visa sections.

    1. Organizzazione del servizio visti

    The heads of the missions or posts shall ensure that the section responsible for issuing visas is organised in such a way as to avoid any type of negligent behaviour which could facilitate theft and falsifications.

    L'organizzazione del servizio visti è di competenza di ciascuna parte contraente.

    - The staff responsible for issuing visas shall in no way be exposed to local pressure.

    Spetta al responsabile della rappresentanza diplomatica o consolare adoperarsi affinché il servizio incaricato del rilascio dei visti sia organizzato in modo tale da evitare qualsiasi tipo di negligenza che possa facilitare furti o falsificazioni.

    - In order to avoid "habits" being formed which could lead to a decline in the level of vigilance, the officers responsible shall be rotated on a regular basis.

    - Il personale preposto al rilascio dei visti non deve essere soggetto a nessun tipo di pressione locale.

    - The storage and use of visa-stickers shall be the subject of security measures similar to those applied to other documents which require protection.

    - Si dovranno evitare le "abitudini" che possono provocare una riduzione del livello di vigilanza (per esempio, organizzando trasferimenti regolari del personale).

    2. Filing

    - La conservazione e l'utilizzo delle vignette visto dovranno essere sottoposti a misure di sicurezza analoghe a quelle previste per altri documenti che richiedono protezione.

    Each Contracting Party shall be responsible for filing visa applications, and photographs of applicants in cases where visas are subject to central consultation.

    2. Schedari ed archiviazione dei moduli

    Visa applications shall be kept for at least one year where the visa has been issued and at least five years where the visa has been refused.

    Ciascuna parte contraente è responsabile della gestione degli schedari e dell'archiviazione dei moduli di visto e, nel caso di visto soggetto a consultazione centrale, della fotografia del richiedente.

    In order to make it easier to locate an application, the file and archive references shall be mentioned during consultation and in replies to consultation.

    Il termine di archiviazione dei moduli è di almeno un anno in caso di rilascio del visto richiesto e di almeno cinque anni in caso di rifiuto di rilascio del visto.

    3. Visa registers

    Per facilitare la localizzazione di una domanda, nelle consultazioni e risposte tra autorità centrali vanno citati i rispettivi riferimenti di schedario e archivio.

    Each Contracting Party shall register visas which have been issued in accordance with national practice. Visa-stickers shall be registered as such.

    3. Registrazione del visto

    4. Fees to be charged corresponding to the administrative costs of processing visa applications(12)

    Ogni parte contraente procede alla registrazione dei visti rilasciati conformemente alla prassi nazionale. Le vignette visto annullate devono essere registrate come tali.

    The fees to be charged corresponding to the administrative costs of processing the visa application are listed in Annex 12.

    4. Diritti da riscuotere corrispondenti alle spese amministrative per il trattamento della domanda di visto(12)

    However, no fees are to be charged for administrative costs for visa applications by nationals of third countries who are members of the family of a European Union citizen or of a national of a State party to the EEA Agreement, exercising their right to free movement.

    I diritti da riscuotere corrispondenti alle spese amministrative per il trattamento della domanda di visto figurano all'allegato 12.

    VIII. CONSULAR COOPERATION AT A LOCAL LEVEL

    Tuttavia, non è riscosso alcun diritto corrispondente a dette spese amministrative per le domande di visto introdotte da cittadini di paesi terzi familiari di un cittadino dell'Unione o di un cittadino di uno Stato parte dell'accordo SEE, che esercitano il loro diritto alla libera circolazione.

    1. Outline of consular cooperation at a local level

    VIII. COOPERAZIONE CONSOLARE LOCALE

    On the spot consular cooperation shall, generally speaking, focus on assessing immigration risks. It shall mainly be aimed at determining common criteria for examining files, exchanging information on the use of false documents, on possible illegal immigration routes and on refusing visas where applications are clearly ill-founded or fraudulent. It should also enable the exchange of information on bona fide applicants and on the joint development of information for the general public on the conditions governing Schengen visa applications.

    1. Orientamento della cooperazione consolare locale

    Consular cooperation shall also take account of the local administrative situation and social and economic structure.

    La cooperazione consolare locale si incentra, in generale, sulla valutazione dei rischi migratori e, in particolare, sulla determinazione di criteri comuni di esame delle pratiche, sullo scambio di informazioni sull'impiego di documenti falsi, sulle possibili reti di immigrazione illegale nonché sul rifiuto di domande di visti palesemente infondate o fraudolente. Tale cooperazione deve inoltre consentire lo scambio di informazioni sui richiedenti in buonafede e l'organizzazione in comune della divulgazione di informazioni al pubblico sui requisiti per la richiesta del visto Schengen.

    The missions and posts shall organise meetings on a regular basis depending on circumstances and as often as they deem suitable: they shall submit reports on these meetings to the central authorities. At the request of the Presidency they shall submit a general half-yearly report.

    La cooperazione consolare si svolge in funzione della realtà amministrativa e della struttura socio-economica locale.

    2. How to avoid multiple applications or applications which are lodged after a recent refusal to issue

    Le rappresentanze si riuniranno con una periodicità che sarà dettata dalle circostanze e ai livelli che verranno ritenuti opportuni. Le relazioni delle discussioni svoltesi in tali riunioni saranno comunicate alle autorità centrali. Su domanda della Presidenza, si potrà trasmettere alla medesima una relazione d'insieme semestrale.

    The exchange of information between missions and posts and the identification of applications by means of a stamp or by other means are aimed at preventing the presentation, by the same person, of multiple or successive visa applications, either whilst an application is being examined, or after an application had been refused, by the same mission or post or by a different mission or post.

    2. Prevenzione della presentazione di domande simultanee o successive ad un rifiuto recente

    Without prejudice to the consultation which may take place between the missions and posts and the exchanges of information which they may carry out, the mission or post with whom an application is lodged, shall affix a stamp to each applicant's passport stipulating "Visa applied for on... at...". The space following "on" shall be filled in with six figures (two figures for the day, two for the month and two for the year): the second space shall be reserved for the diplomatic mission or consular post concerned. The code for the visa that has been applied for must be added.

    Mediante lo scambio di informazioni e l'identificazione di una domanda tramite timbro o altre misure sostitutive o complementari, si deve evitare che il richiedente presenti più domande di visto - simultanee o successive ad un rifiuto recente - presso varie rappresentanze diplomatiche o consolari.

    The mission or post which receives the application shall decide whether or not to affix a stamp to diplomatic and service passports.

    Fermi restando la reciproca consultazione e il reciproco scambio di informazioni, le rappresentanze diplomatiche e consolari cui è stata presentata una domanda di visto appongono sul passaporto di ogni richiedente un timbro recante la seguente dicitura "Visto richiesto il... a... ". In corrispondenza dei primi puntini si utilizzeranno sei cifre, due per il giorno, due per il mese e due per l'anno, mentre al posto dei puntini successivi si indicherà la rappresentanza diplomatica o consolare della parte contraente. Deve essere aggiunto il codice del tipo di visto richiesto.

    The stamp may also be affixed in the case of applications for long-stay visas.

    L'apposizione del timbro sui passaporti diplomatici o di servizio è lasciata alla discrezione della rappresentanza competente cui è stata presentata la domanda di visto.

    When a Schengen State is representing another Schengen State, the stamp shall show, after the code of the type of visa requested, the indication "R" followed by the code of the represented State.

    Il timbro può essere apposto in caso di richiesta di un visto di lungo soggiorno.

    Where the visa is issued, the sticker shall, as far as possible, be affixed on top of the identification stamp.

    In caso di visto rilasciato nel quadro del sistema di rappresentanza, il timbro recherà, dopo l'indicazione del codice del tipo di visto richiesto, la lettera "R" seguita dal codice dello Stato rappresentato.

    In exceptional circumstances when it is manifestly unfeasible to affix a stamp, the mission or post of the Presidency in office shall inform the relevant Schengen group and submit for the group's approval an alternative proposal, for instance involving the exchange of photocopies of passports or lists of rejected visa applications giving grounds for the refusal.

    Se il visto è rilasciato, la vignetta sarà, nella misura del possibile, apposta sul timbro di identificazione della domanda.

    The heads of the diplomatic missions or posts shall adopt at a local level, and at the initiative of the Presidency, alternative or additional preventative measures, where such measures prove necessary.

    In casi eccezionali nei quali risulti inattuabile apporre il timbro, dopo aver proceduto alla concertazione consolare locale, la rappresentanza del paese che esercita la presidenza informa il gruppo Schengen competente e sottopone alla sua approvazione l'applicazione di misure alternative all'apposizione del timbro quali, ad esempio, lo scambio di fotocopie dei passaporti o di elenchi dei visti rifiutati indicandovi il motivo del rifiuto.

    3. Assessment of the applicant's good faith

    I capi delle rappresentanze diplomatiche o consolari definiranno a livello locale, ove necessario, o dietro iniziativa della Presidenza, misure di prevenzione sostitutive o complementari.

    In order to facilitate the assessment of the applicant's good faith, the diplomatic missions or consular posts may, in accordance with national legislation, carry out an exchange of information on the basis of arrangements concluded at a local level as part of their cooperation, and pursuant to point 1 of this chapter.

     

    3. Esame della buonafede del richiedente

    Information on the following may be exchanged from time to time: persons whose applications have been refused due to the fact that stolen, lost or falsified documents have been used, or that the date of exit on the previous visa was not respected or that there is a risk to security and in particular there is reason to believe that an attempt is being made to illegally immigrate to the territory of the Contracting Parties.

    Al fine di facilitare l'accertamento della buonafede del richiedente, le rappresentanze diplomatiche e consolari potranno, conformemente alla propria legislazione nazionale, procedere ad uno scambio di informazioni in base ad accordi presi a livello locale nell'ambito della cooperazione e conformemente a quanto stabilito al punto 1 del presente capitolo.

    The information which is jointly exchanged and produced shall serve as a working instrument for assessing visa applications. It shall not, however, replace the actual examination of the visa application nor the search in the Schengen Information System, nor consultation with the requesting central authorities.

    Le informazioni scambiate periodicamente potranno riferirsi ai nominativi dei richiedenti ai quali è stato rifiutato il visto per uso di documenti rubati, perduti, contraffatti o falsificati, per inosservanza ingiustificata del termine di uscita previsto da visti precedenti, perché rappresentano un rischio per la sicurezza e, in particolare, perché sospettati di tentata immigrazione illegale nel territorio delle parti contraenti.

    4. Exchange of statistics

    Pur costituendo un valido aiuto nell'esame delle domande di visto, tali informazioni elaborate e scambiate non sostituiscono tuttavia l'esame dell'effettiva domanda di visto o la consultazione del Sistema di Informazione Schengen o delle autorità centrali richiedenti.

    4.1 Statistics on short-stay visas, transit visas and airport transit visas that have been issued and on applications for such visas that have been formally rejected shall be exchanged every three months.

    4. Scambio di statistiche

    4.2 Notwithstanding the obligations laid down in Article 16 of the Schengen Convention, which are clearly formulated in Annex 14 to the Common Consular Instructions and which require the Schengen States to forward within 72 hours details concerning the issue of visas with limited territorial validity, the diplomatic missions and consular representations of the Schengen States shall be instructed to exchange their statistics on visas with limited territorial validity issued the previous month and transmit them to their respective central authorities.

    4.1 Le statistiche relative ai visti rilasciati e ai visti oggetto di un rifiuto formale per soggiorni di breve durata, per il transito e per il transito aeroportuale sono scambiate a scadenza trimestrale.

    5. Visa applications processed by private administrative agencies, travel agencies and package tour operators(13)

    4.2 Fatto salvo il disposto di cui all'articolo 16 della convenzione di Schengen e fermi restando i relativi obblighi esplicitati nell'allegato 14 dell'Istruzione consolare comune, sulla base dei quali gli Stati Schengen devono trasmettere entro 72 ore i dati relativi al rilascio di un visto con validità territoriale limitata, le rappresentanze diplomatiche e consolari degli Stati Schengen sono tenute a scambiarsi ogni mese le proprie statistiche sui visti con validità territoriale limitata rilasciati nel mese precedente e di trasmetterle alle rispettive autorità centrali.

    The basic rule for visa applications is that there should be the possibility of a personal interview. However, this may be dispensed insofar as, where there is no reasonable doubt as to the good faith of the applicant, the purpose of the journey or the applicant's actual intention of returning to the country of origin, a reputable and solvent entity, organising trips for groups, supplies the diplomatic mission or consular post with the necessary documentation and vouches, with reasonable reliability, for the applicant's good faith, the purpose of the journey and the applicant's actual intention of returning (see part III(4)).

    5. Domande di visto inoltrate da agenzie amministrative, agenzie di viaggio e operatori turistici(13)

    It is both common and useful, particularly in countries with a large surface area, for private administrative agencies, travel agencies, and tour operators and their retailers to act as authorised intermediaries of the applicant. These commercial intermediaries are not uniform in nature as they do not enter into the same degree of commitment in relation to clients entrusting them with the processing of a visa; so that, the degree of solvency and reliability expected of them will, in principle, be directly proportional to their degree of involvement in the overall planning of the journey, accommodation, medical and travel insurance, and their responsibility for the client's return to the country of origin.

    In materia di domande di visto, la regola generale prevede un colloquio con il richiedente. Tuttavia, è prevista la facoltà di rinunciare a tale colloquio sempre che un'organizzazione nota e solvibile che programmi viaggi di gruppo, non sussistendo dubbi fondati circa la buona fede del richiedente, il motivo del viaggio o le intenzioni reali di far ritorno nel paese di provenienza, fornisca alla rappresentanza diplomatica o consolare la necessaria documentazione e attesti in maniera ragionevolmente attendibile tale buona fede, i motivi del viaggio e le reali intenzioni di far ritorno (Cfr. III.4).

    5.1. Types of intermediary

    L'intervento di agenzie amministrative, di agenzie di viaggio e di operatori turistici e di loro venditori in quanto intermediari ai quali si rivolge il richiedente, è una prassi frequente e utile, specialmente in paesi con un territorio molto esteso. Tali organismi commerciali non presentano una tipologia uniforme, in quanto l'impegno che essi assumono verso i clienti che affidano loro le domande di visti è differenziato, per cui il grado di solvibilità e di affidabilità loro attribuibile è, in linea di massima, direttamente proporzionale al loro maggiore o minore coinvolgimento nella programmazione globale del viaggio, dell'alloggio, delle assicurazioni per quanto riguarda l'assistenza medica e il trasporto e del ritorno a loro spese nel paese di provenienza.

    (a) The simplest type of intermediary are private administrative agencies, where the assistance given to the client involves only the supply of identity and other supporting documents on the client's behalf.

    5.1. Modalità dell'intermediazione

    (b) A second type of commercial entity is that of transport agencies or local travel agencies, in some cases linked to air carriers, whether or not these are flag carriers, involved in scheduled or charter passenger transport. Their assistance to the client includes the supply of supporting documents as well as, where appropriate, ticket sales and hotel reservations.

    a) Il tipo più semplice di intermediazione è costituito dall'agenzia amministrativa, in cui il servizio di assistenza prestato al cliente consiste semplicemente nel fornire documenti di identificazione e giustificativi, al posto del cliente.

    (c) A third type of intermediary is constituted by tour organisers or operators, being natural or legal persons organising package tours on a non-occasional basis (preparation of travel documentation, transport, accommodation, other tourist services not ancillary to these elements, medical and travel insurance, internal transfers, etc.) which sell such package tours, or offer them for sale directly or via a retailer or travel agency contractually linked to the tour operator.

    b) Un secondo tipo di organismo commerciale è costituito dalle agenzie di trasporto, o agenzia di viaggio a livello locale, a volte collegate a compagnie aeree, anche non di bandiera, che effettuano il trasporto regolare o occasionale di passeggeri. L'assistenza al cliente comprende la fornitura dei documenti giustificativi oltre, se del caso, la vendita di biglietti e la prenotazione degli alberghi.

    For the tour operator and the agency retailing the package trip, the visa applicant is no more than the consumer of the arranged trip, with the offer to process the visa application ng part of the arrangement. This third, complex type of intermediary service comprises several phases and facets which can be subject to objective monitoring: business documentation, management, the actual completion and destination of the trip, accommodation and scheduled group entries and exits.

    c) Un terzo tipo di organismo di intermediazione è quello che rientra nel concetto di organizzatore o operatore turistico, vale a dire una persona fisica o giuridica che organizza in maniera non occasionale viaggi combinati (preparazione della documentazione relativa a viaggio, trasporto, alloggio, servizi turistici complementari, assicurazioni per quanto riguarda l'assistenza medica e il trasporto, spostamenti interni, ecc.), vende tali viaggi combinati o li offre in vendita direttamente o tramite un venditore o un'agenzia di viaggi legata per contratto all'operatore turistico.

    5.2. Harmonisation of cooperation with private administrative agencies, travel agencies, tour operators and their retailers

    Rispetto all'operatore turistico e all'agenzia venditrice del viaggio combinato, il richiedente il visto non è altri che il fruitore del viaggio programmato, nel cui pacchetto rientra l'offerta di esperire tale richiesta. Questo terzo modello di intermediazione è complesso e presenta varie sfaccettature sulle quali si può effettuare un controllo oggettivo: controllo della documentazione commerciale, controllo durante la gestione, verifica dell'effettuazione e della destinazione del viaggio, controllo attraverso i pernottamenti e controllo degli ingressi e uscite programmati in gruppo.

    (a) All diplomatic missions and consular posts located in the same city should endeavour to achieve harmonised application at local level of the guidelines set out below based on the type of intermediary role performed by the agencies concerned. Although it is for each diplomatic mission or consular post to decide whether or not to work with agencies, they must retain the option of withdrawing accreditation at any time if experience and the interests of a common visa policy so dictate. If a diplomatic mission or consular post decides to work with an agency, it must adhere to the working practices and procedures set out in this section.

    5.2. Armonizzazione della collaborazione con le agenzie amministrative, agenzie di viaggio, operatori turistici e loro venditori

    - The consular posts of the Member States must be particularly vigilant and will cooperate closely in the evaluation and exceptional accreditation of private administrative agencies. The processing of their visa applications will be subject to meticulous examination, with checks being conducted in every case on the supporting documents of the visa holder and on those relating to the licence and entry in the commercial register of the private agency.

    a) Tutte le rappresentanze diplomatiche e consolari presenti in una stessa città si sforzano di pervenire a un'applicazione armonizzata, a livello locale, delle linee di condotta definite in appresso, in funzione della tipologia di intermediazione proposta. Benché spetti a ciascuna rappresentanza diplomatica o consolare decidere se collaborare o meno con le agenzie, ognuna di esse deve mantenere la facoltà di ritirare in qualsiasi momento l'accreditamento se le circostanze lo richiedono o nell'interesse di una politica dei visti comune. Una rappresentanza diplomatica o consolare che decida di collaborare con un'agenzia deve attenersi alle prassi e alle modalità di lavoro stabilite nel presente capitolo.

    - For the evaluation of visa applications lodged by transport agencies or local travel agencies, particular attention must be paid to the circumstances of the applicant and the case-by-case verification of the supporting documents. The consular posts must cooperate closely, reinforcing their respective mechanisms for detecting irregularities in the agencies and in the carriers themselves, and, in support of those mechanisms, irregularities committed by agencies must be notified at the level of local and regional consular cooperation.

    - Le rappresentanze consolari degli Stati membri vigilano in particolar modo e collaborano in stretto contatto per valutare e accreditare a titolo eccezionale le agenzie amministrative. La pratica delle loro domande di visti è esaminata accuratamente e si verificano in ogni caso i documenti giustificativi del titolare del visto e i documenti relativi alla licenza e all'iscrizione dell'agenzia nel registro delle imprese.

    - The criteria governing the accreditation of travel agencies (tour operators and retailers) will, inter alia, take into account: the current licence, the commercial register, the company statutes, contracts with the banks which they use, up-to-date contracts with Community recipients of tourism services, which must include all the elements of the package trip (accommodation and tour package services), contracts with airlines, which must include outward and guaranteed, fixed return journeys, as well as the required medical and travel insurance. Visa applications lodged by these travel agencies must be carefully scrutinised.

    - Ai fini della valutazione delle domande di visti presentate dalle agenzie di trasporto o agenzie di viaggio locali occorre tener conto in maniera specifica delle circostanze del richiedente e si procede, caso per caso, alla verifica dei documenti giustificativi. Le rappresentanze consolari collaborano strettamente rafforzando i propri dispositivi per individuare irregolarità presso le agenzie e le società di trasporto e, a sostegno di tali dispositivi, è prevista la notifica delle irregolarità commesse da tali agenzie in sede di cooperazione consolare locale e regionale.

    (b) In the context of local consular cooperation, diplomatic missions and consular posts will also endeavour to harmonise working practices and procedures as well as the criteria for monitoring the proper functioning of private administrative agencies, travel agencies and tour organisers (tour operators and retailers). Such monitoring must at least comprise checks at any time on accreditation documentation, spot checks involving personal or telephone interviews with applicants, verification of trips and accommodation, and, wherever possible, verification of the documents relating to group return.

    - Ai fini dell'accreditamento degli organizzatori di viaggi (operatori turistici e venditori) si tiene conto, fra gli altri, dei criteri seguenti: validità della licenza, iscrizione nel registro delle imprese, statuto della società, contratti con le banche con le quali operano, contratti aggiornati che le vincolino alle direttive comunitarie relative al turismo, nei quali devono figurare tutti gli elementi del viaggio combinato (alloggio e servizi del pacchetto turistico combinato), contratti con le compagnie aeree che devono comprendere andata e ritorno garantito e chiuso e le polizze di assicurazione per l'assistenza medica e di viaggio che devono aver stipulato. Le domande di visto presentate da tali agenzie di viaggio devono essere esaminate con cura.

    (c) There must be an intensive exchange of relevant information on the operation of private administrative agencies, travel agencies and tour organisers (tour operators and retailers): notification of irregularities detected, regular exchanges concerning refused visas, communication of detected forms of travel document fraud and failure to effect scheduled trips. Cooperation with private administrative agencies, travel agencies and tour organisers (tour operators and retailers) must be discussed at the regular meetings organised within the framework of common consular cooperation.

    b) In sede di cooperazione consolare locale, le rappresentanze diplomatiche e consolari cercano inoltre di armonizzare le procedure e le modalità operative nonché i criteri di controllo della regolarità dell'attività delle agenzie amministrative, delle agenzie di viaggio e degli organizzatori di viaggi (operatori turistici e venditori). Tali controlli devono comprendere almeno la verifica in qualsiasi momento della documentazione di accreditamento, la fissazione per campionamento di colloqui personali o telefonici con i richiedenti, la prova dei viaggi e dei pernottamenti effettuati e, per quanto possibile, la prova documentale del ritorno in gruppo.

    (d) At the level of local consular cooperation, lists must be exchanged of private administrative agencies, travel agencies and tour organisers (tour operators and retailers) to which accreditation has been given by each diplomatic mission or consular post or from which accreditation has been withdrawn, together with the reasons for any such withdrawal.

    c) Devono essere scambiate frequentemente informazioni sul funzionamento delle agenzie amministrative, delle agenzie di viaggio e degli organizzatori di viaggi (operatori turistici e venditori): notifica di irregolarità riscontrate, scambio regolare di informazioni in materia di visti negati, comunicazione di formule fraudolente riscontrate nella documentazione di viaggio o della mancata effettuazione del viaggio programmato. La cooperazione con le agenzie amministrative, le agenzie di viaggio e gli organizzatori di viaggio (operatori turistici e venditori) deve costituire uno dei temi trattati in occasione di regolari riunioni organizzate nel quadro della cooperazione consolare comune.

    (e) Private administrative agencies, travel agencies and tour organisers (tour operators and retailers) must submit to the diplomatic missions and consular posts to which they are accredited the names of one or two staff authorised as intermediaries to lodge visa applications.

    d) In sede di cooperazione consolare locale dev'essere effettuato lo scambio degli elenchi di agenzie amministrative, agenzie di viaggio e organizzatori di viaggi (operatori turistici e venditori) accreditati dalle rappresentanze diplomatiche o consolari o ai quali esse abbiano ritirato l'accreditamento, con l'informazione, in quest'ultimo caso, sulle circostanze che hanno determinato tale ritiro.

     

    e) Le agenzie amministrative, le agenzie di viaggio e gli organizzatori di viaggi (operatori turistici e venditori) devono presentare alle rappresentanze diplomatiche e consolari presso cui sono accreditati uno o due agenti che diventano i soli intermediari autorizzati per quanto riguarda la presentazione delle domande di visti.

    (1) Pursuant to Article 138 of the Convention, these provisions shall only apply to the European territory of the French Republic and the Kingdom of the Netherlands.

     

    (2) In exceptional cases, short-term or transit visas may be issued at the border, pursuant to the conditions defined in part II, point 5 of the Common Manual on External Borders.

    (1) Ai sensi dell'articolo 138 della convenzione di applicazione dell'Accordo di Schengen, queste disposizioni non riguardano il territorio extraeuropeo della Repubblica francese e del Regno dei Paesi Bassi.

    (3) In accordance with Council Decision 2002/585/EC of 12 July 2002 (OJ L 187, 16.7.2002, p. 44): "this Decision shall apply from the date of its publication in the Official Journal of the European Communities."

    (2) In casi eccezionali, per un soggiorno di breve durata o per un transito, potranno essere rilasciati visti in frontiera conformemente alle condizioni fissate nella parte II punto 5 del Manuale comune.

    (4) These reference amounts shall be fixed according to the arrangements laid down in part I of the Common Manual on External Borders.

    (3) Conformemente alla decisione 2002/585/CE del Consiglio del 12 luglio 2002, GU L 187 del 16.7.2002, pag. 44, articolo 3: "La presente decisione si applica a decorrere dalla data di pubblicazione nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee".

    (5) In the case of transit visas, the length of transit shall not exceed 5 days.

    (4) Tale livello di risorse indicativo sarà fissato conformemente alle modalità descritte alla parte I del Manuale comune.

    (6) In accordance with Council Decision 2002/586/CE of 12 July 2002 (OJ L 187, 16.7.2002, p. 48): "this Decision shall apply from the date of its publication in the Official Journal of the European Communities."

    (5) Nel caso dei visti di transito, il numero di giorni che figura nella dicitura non può essere superiore a 5.

    (7) In accordance with Council Decision 2002/586/CE of 12 July 2002 (OJ L 187, 16.7.2002, p. 48): "this Decision shall apply from the date of its publication in the Official Journal of the European Communities."

    (6) Conformemente alla decisione 2002/586/CE del Consiglio, del 12 luglio 2002, GU L 187 del 16.7.2002, pag. 48, articolo 2: "La presente decisione si applica a decorrere dalla data di pubblicazione nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee."

    (8) In accordance with Council Decision 2002/586/CE of 12 July 2002 (OJ L 187, 16.7.2002, p. 48): "this Decision shall apply from the date of its publication in the Official Journal of the European Communities."

    (7) Conformemente alla decisione 2002/586/CE del Consiglio, del 12 luglio 2002, GU L 187 del 16.7.2002, pag. 48, articolo 2:: "La presente decisione si applica a decorrere dalla data di pubblicazione nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee."

    (9) In accordance with Council Decision 2002/586/CE of 12 July 2002 (OJ L 187, 16.7.2002, p. 48): "this Decision shall apply from the date of its publication in the Official Journal of the European Communities."

    (8) Conformemente alla decisione 2002/586/CE del Consiglio, del 12 luglio 2002, GU L 187 del 16.7.2002, pag. 48, articolo 2: "La presente decisione si applica a decorrere dalla data di pubblicazione nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee."

    (10) In accordance with Council Decision 2002/586/CE of 12 July 2002 (OJ L 187, 16.7.2002, p. 48): "this Decision shall apply from the date of its publication in the Official Journal of the European Communities."

    (9) Conformemente alla decisione 2002/586/CE del Consiglio, del 12 luglio 2002, GU L 187 del 16.7.2002, pag. 48, articolo 2: "La presente decisione si applica a decorrere dalla data di pubblicazione nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee."

    (11) In accordance with Council Decision 2002/586/CE of 12 July 2002 (OJ L 187, 16.7.2002, p. 48): "this Decision shall apply from the date of its publication in the Official Journal of the European Communities."

    (10) Conformemente alla decisione 2002/586/CE del Consiglio, del 12 luglio 2002, GU L 187 del 16.7.2002, pag. 48, articolo 2: "La presente decisione si applica a decorrere dalla data di pubblicazione nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee."

    (12) In accordance with Council Decision 2002/44/EC of 20 December 2002 (OJ L 20, 23.1.2002, p. 5): "1. this Decision shall apply as from 1 July 2004 at the latest.;

    (11) Conformemente alla decisione 2002/586/CE del Consiglio, del 12 luglio 2002, GU L 187 del 16.7.2002, pag. 48, articolo 2: "La presente decisione si applica a decorrere dalla data di pubblicazione nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee."

    2. Member States may apply this Decision before 1 July 2004, provided that they notify the General Secretariat of the Council of the date from which they are in a position to do so;

    (12) Conformemente alla decisione 2002/44/CE del Consiglio del 20 dicembre 2001, GU L 20 del 23.1.2002, pag. 5, articolo 3: "(1) La presente decisione si applica al più tardi a decorrere dal 1o luglio 2004.

    3. if all the Member States apply this Decision before 1 July 2004, the General Secretariat of the Council shall publish in the Official Journal of the European Communities the date from which the last Member State applied the Decision."

    (2) Gli Stati membri possono applicare la presente decisione anteriormente al 1o luglio 2004, purché notifichino al Segretariato generale del Consiglio la data a decorrere dalla quale sono in grado di farlo.

    (13) In accordance with Council Decision 2002/585/EC of 12 July 2002 (OJ L 187, 16.7.2002, p. 44): "this Decision shall apply from the date of its publication in the Official Journal of the European Communities."

    (3) Se tutti gli Stati membri procedono all'applicazione della presente decisione anteriormente al 1o luglio 2004, il Segretariato generale del Consiglio pubblica nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee la data a decorrere dalla quale l'ultimo Stato membro ha proceduto alla suddetta applicazione."

     

    (13) Conformemente alla decisione 2002/585/CE del Consiglio, del 12 luglio 2002, GU L 187 del 16.7.2002, pag. 44, articolo 2: "La presente decisione si applica a decorrere dalla data di pubblicazione nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee."

     

     

    ANNEX 1

     

     

    ALLEGATO 1

    I. Joint list of non-member countries whose citizens are required to have a visa by Member States bound by Regulation (EC) No 539/2001.

     

    II. Joint list of non-member countries whose citizens are exempt from the visa requirement by Member States bound by Regulation (EC) No 539/2001.

    I. Lista comune dei paesi terzi i cui cittadini sono soggetti all'obbligo del visto dagli Stati membri vincolati dal regolamento (CE) n. 539/2001.

    I. Joint list of non-member countries whose citizens are required to have a visa by Member States bound by Regulation (EC) No 539/2001.

    II. Lista comune dei paesi terzi i cui cittadini sono esentati dall'obbligo del visto dagli Stati membri vincolati dal regolamento (CE) n. 539/2001.

    1. States

    I. Lista comune dei paesi terzi i cui cittadini sono soggetti all'obbligo del visto dagli Stati membri vincolati dal regolamento (CE) n. 539/2001.

    AFGHANISTAN

    1. Stati

    ALBANIA

    AFGHANISTAN

    ALGERIA

    ALBANIA

    ANGOLA

    ALGERIA

    ANTIGUA AND BARBUDA

    ANGOLA

    ARMENIA

    ANTIGUA E BARBUDA

    AZERBAIJAN

    ARABIA SAUDITA

    BAHAMAS

    ARMENIA

    BAHRAIN

    AZERBAIGIAN

    BANGLADESH

    BAHAMAS

    BARBADOS

    BAHREIN

    BELARUS

    BANGLADESH

    BELIZE

    BARBADOS

    BENIN

    BELIZE

    BHUTAN

    BENIN

    BOSNIA-HERZEGOVINA

    BHUTAN

    BOTSWANA

    BIELORUSSIA

    BURKINA FASO

    BIRMANIA/MYANMAR

    BURMA/MYANMAR

    BOSNIA ERZEGOVINA

    BURUNDI

    BOTSWANA

    CAMBODIA

    BURKINA FASO

    CAMEROON

    BURUNDI

    CAPE VERDE

    CAMBOGIA

    CENTRAL AFRICAN REPUBLIC

    CAMERUN

    CHAD

    CAPO VERDE

    CHINA

    CENTRAFRICANA (REPUBBLICA)

    COLOMBIA

    CIAD

    COMOROS

    CINA

    CONGO

    COLOMBIA

    COTE D'IVOIRE

    COMORE (ISOLE)

    CUBA

    CONGO

    DEMOCRATIC REPUBLIC OF THE CONGO

    CONGO (REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL)

    DJIBOUTI

    COREA DEL NORD

    DOMINICA

    COSTA D'AVORIO

    DOMINICAN REPUBLIC

    CUBA

    EGYPT

    DOMINICA

    EQUATORIAL GUINEA

    DOMINICANA (REPUBBLICA)

    ERITREA

    EGITTO

    ETHIOPIA

    EMIRATI ARABI UNITI

    FIJI

    ERITREA

    FEDERAL REPUBLIC OF YUGOSLAVIA (SERBIA AND MONTENEGRO)

    ETIOPIA

    FORMER YUGOSLAV REPUBLIC OF MACEDONIA

    EX REPUBBLICA JUGOSLAVA DI MACEDONIA

    GABON

    FIGI (ISOLE)

    GAMBIA

    FILIPPINE

    GEORGIA

    GABON

    GHANA

    GAMBIA

    GRENADA

    GEORGIA

    GUINEA

    GHANA

    GUINEA-BISSAU

    GIAMAICA

    GUYANA

    GIBUTI

    HAITI

    GIORDANIA

    INDIA

    GRENADA

    INDONESIA

    GUINEA

    IRAN

    GUINEA BISSAU

    IRAQ

    GUINEA EQUATORIALE

    JAMAICA

    GUYANA

    JORDAN

    HAITI

    KAZAKHSTAN

    INDIA

    KENYA

    INDONESIA

    KIRIBATI

    IRAN

    KUWAIT

    IRAQ

    KYRGYZSTAN

    KAZAKSTAN

    LAOS

    KENIA

    LEBANON

    KIRGHIZISTAN

    LESOTHO

    KIRIBATI

    LIBERIA

    KUWAIT

    LIBYA

    LAOS

    MADAGASCAR

    LESOTHO

    MALAWI

    LIBANO

    MALDIVES

    LIBERIA

    MALI

    LIBIA

    MARSHALL ISLANDS

    MADAGASCAR

    MAURITANIA

    MALAWI

    MAURITIUS

    MALDIVE

    MICRONESIA

    MALI

    MOLDAVIA

    MARIANNE SETTENTRIONALI

    MONGOLIA

    MAROCCO

    MOROCCO

    MARSHALL (ISOLE)

    MOZAMBIQUE

    MAURITANIA

    NAMIBIA

    MAURITIUS

    NAURU

    MICRONESIA

    NEPAL

    MOLDOVA

    NIGER

    MONGOLIA

    NIGERIA

    MOZAMBICO

    NORTH KOREA

    NAMIBIA

    NORTHERN MARIANAS (ISLANDS)

    NAURU

    OMAN

    NEPAL

    PAKISTAN

    NIGER

    PALAU

    NIGERIA

    PAPUA NEW GUINEA

    OMAN

    PERU

    PAKISTAN

    PHILIPPINES

    PALAU

    QATAR

    PAPUA NUOVA GUINEA

    RUSSIA

    PERU

    RWANDA

    QATAR

    SAMOA (WESTERN)

    REPUBBLICA FEDERALE DI JUGOSLAVIA (SERBIA E MONTENEGRO)

    SAO TOME AND PRINCIPE

    RUANDA

    SAUDI ARABIA

    RUSSIA

    SENEGAL

    SAINT VINCENT E GRENADINE

    SEYCHELLES

    SAINT LUCIA

    SIERRA LEONE

    SALOMONE (Isole)

    SOLOMON ISLANDS

    SAMOA (Isole occidentali)

    SOMALIA

    SAINT KITTS E NEVIS

    SOUTH AFRICA

    SAO TOMÈ E PRINCIPE

    SRI LANKA

    SEICELLE

    ST KITTS AND NEVIS

    SENEGAL

    ST LUCIA

    SIERRA LEONE

    ST VINCENT AND THE GRENADINES

    SIRIA

    SUDAN

    SOMALIA

    SURINAME

    SRI LANKA

    SWAZILAND

    SUDAFRICA

    SYRIA

    SUDAN

    TADJIKISTAN

    SURINAME

    TANZANIA

    SWAZILAND

    THAILAND

    TAGIKISTAN

    TOGO

    THAILANDIA

    TONGA

    TANZANIA

    TRINIDAD AND TOBAGO

    TOGO

    TUNISIA

    TONGA

    TURKEY

    TRINIDAD E TOBAGO

    TURKMENISTAN

    TUNISIA

    TUVALU

    TURKMENISTAN

    UGANDA

    TURCHIA

    UKRAINE

    TUVALU

    UNITED ARAB EMIRATES

    UCRAINA

    UZBEKISTAN

    UGANDA

    VANUATU

    UZBEKISTAN

    VIETNAM

    VANUATU

    YEMEN

    VIETNAM

    ZAMBIA

    YEMEN

    ZIMBABWE

    ZAMBIA

    2. Entities and territorial authorities not recognised as States by at least one Member State

    ZIMBABWE

    EAST TIMOR

    2. Entità e autorità territoriali non riconosciute come stati da almeno uno Stato membro

    PALESTINIAN AUTHORITY

    TAIWAN

    TAIWAN

    AUTORITÀ PALESTINESE

    II. Joint list of non-member countries whose citizens are exempt from the visa requirement by Member States bound by Regulation (EC) No 539/2001.

    TIMOR ORIENTALE

    1. States

    II. Lista comune dei paesi terzi i cui cittadini sono esentati dall'obbligo del visto dagli Stati membri vincolati dal regolamento (CE) n. 539/2001 (GU L 81 del 21.3.2001, pag. 1).

    ANDORRA

    1. Stati

    ARGENTINA

    ANDORRA

    AUSTRALIA

    ARGENTINA

    BOLIVIA

    AUSTRALIA

    BRAZIL

    BOLIVIA

    BRUNEI

    BRASILE

    BULGARIA

    BRUNEI

    CANADA

    BULGARIA

    CHILE

    CANADA

    COSTA RICA

    CILE

    CROATIA

    CIPRO

    CYPRUS

    COREA DEL SUD

    CZECH REPUBLIC

    COSTA RICA

    ECUADOR

    CROAZIA

    ESTONIA

    ECUADOR

    GUATEMALA

    EL SALVADOR

    HONDURAS

    ESTONIA

    HUNGARY

    GIAPPONE

    ISRAEL

    GUATEMALA

    JAPAN

    HONDURAS

    LATVIA

    ISRAELE

    LITHUANIA

    LETTONIA

    MALAYSIA

    LITUANIA

    MALTA

    MALESIA

    MEXICO

    MALTA

    MONACO

    MESSICO

    NEW ZEALAND

    MONACO

    NICARAGUA

    NICARAGUA

    PANAMA

    NUOVA ZELANDA

    PARAGUAY

    PANAMA

    POLAND

    PARAGUAY

    ROMANIA

    POLONIA

    SALVADOR

    REPUBBLICA CECA

    SAN MARINO

    ROMANIA

    SINGAPORE

    SAN MARINO

    SLOVAKIA

    SANTA SEDE

    SLOVENIA

    SINGAPORE

    SOUTH KOREA

    SLOVACCHIA

    SWITZERLAND

    SLOVENIA

    UNITED STATES

    STATI UNITI

    URUGUAY

    SVIZZERA

    VATICAN CITY STATE

    UNGHERIA

    VENEZUELA

    URUGUAY

    2. Special administrative regions of the People's Republic of China

    VENEZUELA

    HONG KONG S.A.R.(1)

    2. Regioni amministrative speciali della Repubblica popolare cinese

    MACAU S.A.R.(2)

    RAS di Hong Kong(1)

     

    RAS di Macao(2)

    (1) The visa exemption applies only to holders of a "Hong Kong Special Administrative Region" passport.

     

    (2) The visa exemption applies only to holders of a "Região Administrativa Especial de Macau" passport.

    (1) L'esenzione dall'obbligo del visto si applica esclusivamente ai titolari del passaporto "Hong Kong Special Administrative Region".

     

    (2) L'esenzione dall'obbligo del visto si applica esclusivamente ai titolari del passaporto "Região Administrativa Especial de Macau".

     

     

    ANNEX 2

     

     

    ALLEGATO 2

    Regulations governing the movement of holders of diplomatic, official duty and service passports, and holders of laissez-passers which certain International Intergovernmental Organisations issue to their officials.

     

    I. Regulations governing movements at external borders

    Regime di circolazione applicabile ai titolari di passaporti diplomatici, ufficiali o di servizio e ai titolari di salvacondotti rilasciati da talune organizzazioni internazionali intergovernative ai propri funzionari.

    1. Movements of holders of diplomatic, official duty, and service passports are not governed by the common list of visa requirements. The Contracting States undertake, however, to keep their partners informed in advance of any changes that they intend to make to the regulations governing the movements of holders of the abovementioned passports and to take into account the interests of their partners.

    I. Regime di circolazione alle frontiere esterne

    2. Given the aim of increased flexibility in the run-up to harmonisation of the rules applied to holders of the abovementioned passports, a schedule of countries whose nationals are not subject to a visa requirement when they hold the abovementioned passports, although this visa requirement applies to ordinary passport holders of the same nationality, is annexed to the Common Consular Instructions, for information purposes. The reverse situation shall also be compiled in a schedule, should this be necessary. The Executive Committee shall assume responsibility for updating these lists.

    1. Il regime di circolazione applicabile ai titolari dei suddetti passaporti esula dalla lista di regime comune in materia di visti. Tuttavia, le parti contraenti si impegnano ad informare preliminarmente i loro partner in merito alle eventuali modifiche che intendono apportare al regime applicabile ai titolari di questi passaporti e a tener conto degli interessi degli altri Stati Schengen.

    3. The regulations governing movements mentioned in this document shall not apply to holders of ordinary passports carrying out public affairs nor holders of service, official or special passports, etc. where issue by non-member countries is not in line with the international practice applied by the Schengen States. Accordingly, the Executive Committee, acting on a proposal from a Group of Experts, could draw up a list of passports other than ordinary passports, to holders of which the Schengen States do not plan to accord preferential treatment.

    2. Per conseguire in maniera particolarmente flessibile l'armonizzazione del regime applicabile ai titolari di questo tipo di passaporti, è allegata all'istruzione consolare comune e a titolo informativo la lista dei paesi i cui cittadini non sono soggetti all'obbligo del visto, se titolari di passaporto diplomatico e/o di servizio o speciale, benché siano invece soggetti a tale obbligo se titolari di passaporto ordinario. Eventualmente, figurerà anche la lista relativa alla situazione inversa. Il Comitato esecutivo provvederà ad aggiornare le due liste.

    4. Pursuant to the provisions of Article 18 of the Implementing Convention, persons to whom a visa is issued so that they may reach the territory of the Schengen State for the purposes of their accreditation may, at least, pass through the other States on their way to the State which issued the visa.

    3. Non beneficeranno del regime di circolazione previsto nel presente documento i cosiddetti passaporti ordinari per affari pubblici né quei passaporti di servizio, ufficiali, speciali, ecc. il cui rilascio da parte di Stati terzi non corrisponde alla prassi internazionale applicata dagli Stati Schengen. A tal fine, il Comitato esecutivo, su proposta di un gruppo di esperti, potrà stilare un elenco di passaporti non ordinari ai titolari dei quali gli Stati Schengen non prevedono di accordare un trattamento di favore.

    5. Persons who have already been accredited by a diplomatic or consular representation and members of their families who hold an identity card issued by the Ministry of Foreign Affairs may cross the external border of the Schengen area on production of the said identity card, and, where necessary, the travel document.

    4. Coloro che ottengono un visto ai fini di primo accreditamento in uno Stato Schengen possono quanto meno transitare negli altri Stati per recarsi nel territorio di quello che ha rilasciato il visto, alle condizioni di cui all'articolo 18 della convenzione di applicazione.

    6. In general, the holders of diplomatic, official or service passports, even though they remain subject to a visa requirement, when this requirement exists, do not have to prove that they have sufficient means of subsistence at their disposal. However, if they are travelling in a personal capacity, they may, where necessary, be asked to produce the same supporting documents as are required from ordinary passport holders applying for visas.

    5. I membri già accreditati delle rappresentanze diplomatiche o consolari e i loro famigliari titolari di una tessera rilasciata dal ministero degli affari esteri possono attraversare la frontiera esterna per recarsi all'interno dello spazio Schengen previa presentazione di tale tessera e, ove necessario, del documento di viaggio.

    7. A note verbale from the Ministry of Foreign Affairs or from a diplomatic mission (if the visa application is lodged in a third country) should accompany each application for a visa for a diplomatic, official duty or official passport when the applicant is on mission. Where the journey is for private purposes, a note verbale may also be requested.

    6. Di norma, i titolari di passaporti diplomatici, ufficiali o di servizio, pur continuando ad essere soggetti all'obbligo del visto, ove previsto, non devono giustificare il possesso dei mezzi di sostentamento. Tuttavia, quando si tratta di spostamenti di ordine privato, possono essere richiesti, se necessario, gli stessi giustificativi che per le domande del visto per passaporto ordinario.

    8.1. The arrangement for prior consultation with the central authorities of the other Contracting States shall apply to applications for visas made by holders of diplomatic, official and service passports. Prior consultation shall not involve any State which has concluded an agreement removing the visa requirement for holders of diplomatic and/or service passports with the country whose nationals are concerned by the consultation (in the cases contained in Annex 5 to these Instructions).

    7. Una nota verbale del ministero degli Affari esteri o di una rappresentanza diplomatica (se la domanda di visto è formulata in un paese terzo) deve accompagnare ogni domanda di visto su passaporto diplomatico, ufficiale o di servizio, se il richiedente viaggia nel quadro di una missione. La nota verbale può essere richiesta anche in caso di viaggio a titolo privato.

    Should one of the Contracting States raise objections, the Schengen State which is to decide on the application for a visa can issue a visa of limited territorial validity.

    8.1. Il sistema di consultazione preventiva delle autorità centrali degli altri Stati Schengen è applicabile alle domande di visto per passaporti diplomatici, ufficiali o di servizio. La consultazione preventiva non è effettuata nei confronti di uno Stato che ha concluso un accordo di soppressione del visto per i passaporti diplomatici e/o di servizio con lo Stato al cui cittadino si riferisce la consultazione (nei casi di cui all'allegato 5 della presente Istruzione).

    8.2. The Schengen States undertake not to conclude at a future date, without prior agreement with the other Member States, agreements in the area of removing visa requirements for holders of diplomatic, official or service passports with States whose nationals are subject to prior consultation for a visa to be issued by another Schengen State.

    Qualora uno Stato muova obiezioni, lo Stato Schengen responsabile della trattazione della domanda può rilasciare un visto con validità territoriale limitata.

    8.3. If it involves a visa being issued for accrediting a foreigner who is listed as not to be granted entry and the arrangement for prior consultation applies, the consultation should be carried out in accordance with the provisions of Article 25 of the implementing Convention.

    8.2. Gli Stati Schengen s'impegnano a non concludere in futuro, senza previo accordo con gli altri Stati membri, accordi di soppressione del visto per i passaporti diplomatici, ufficiali o di servizio con Stati nei confronti dei cui cittadini un altro Stato Schengen esige di essere preliminarmente consultato per il rilascio del visto.

    9. If a Contracting State invokes the exceptions provided for under Article 5(2) of the implementing Convention, granting entry to holders of diplomatic, official or service passports will also be limited to the national territory of the State in question, which should inform the other Member States.

    8.3. In caso di rilascio di un visto ai fini di accreditamento ad uno straniero segnalato ai fini della non ammissione e qualora sia di applicazione il sistema di consultazione preventiva, si applica la procedura di consultazione di cui all'articolo 25 della convenzione di applicazione.

    II. Regulations governing movements at internal borders

    9. Anche l'ammissione di titolari di passaporti diplomatici, ufficiali o di servizio, qualora uno Stato Schengen si avvalga delle deroghe di cui all'articolo 5, paragrafo 2, della convenzione di applicazione, sarà limitata al territorio dello Stato interessato che dovrà avvertirne gli altri Stati membri.

    In general, the arrangement under Articles 19 et seq. shall apply, except for the issue of a visa of limited territorial validity.

    II. Regime di circolazione alle frontiere interne

    The holders of diplomatic, official and service passports may move within the territory of the Contracting States for three months from the date of entry (if they are not subject to the visa requirements) or for the period provided for by the visa.

    Ai titolari di questi passaporti si applica, di norma, il regime di circolazione di cui all'articolo 19 e seguenti della convenzione di applicazione, salvo in caso di rilascio di un visto con validità territoriale limitata.

    Persons accredited by a diplomatic or consular representation and members of their families who hold the card issued by the Ministry for Foreign Affairs may move within the territory of the Contracting States for a maximum period of three months upon production of this card and, if required, the travel document.

    I titolari di passaporti diplomatici, ufficiali o di servizio possono circolare nel territorio degli Stati Schengen per un periodo di tre mesi a decorrere dalla data del loro ingresso (se non sono soggetti all'obbligo del visto) o per il periodo di validità del visto rilasciato.

    III. Regulations governing movements outlined in this document shall apply to laissez-passers issued by Intergovernmental International Organisations which all the Schengen States are members of to officials of those organisations who, pursuant to the Treaties constituting those Organisations, are exempt from registering with the Immigration Office and from holding a residence permit (see page 133 of the Common Manual).

    Le persone accreditate delle rappresentanze diplomatiche o consolari e i loro familiari, titolari di una tessera rilasciata dal ministero degli Affari esteri, possono circolare nel territorio degli altri Stati membri per un periodo non superiore a tre mesi previa presentazione di tale tessera e, ove necessario, del documento di viaggio.

    Regulations governing movement of holders of diplomatic, official and service passports

    III. Il regime di circolazione descritto nel presente documento è applicabile ai salvacondotti rilasciati ai propri funzionari dalle organizzazioni internazionali intergovernative delle quali gli Stati Schengen sono firmatari, funzionari che, in virtù dei trattati costitutivi di tali organizzazioni, sono esonerati dall'obbligo di iscriversi nel registro degli stranieri e di possedere un permesso di soggiorno (cfr. pag. 66 del Manuale comune).

    SCHEDULE A

    Regime di circolazione applicabile ai titolari di passaporti diplomatici, ufficiali o di servizio.

    Countries whose nationals are NOT subject to a visa requirement in one or more Schengen States when they are holders of diplomatic, official or service passports, but which are subject to this requirement when they are holders of ordinary passports

    Inventario A

    >TABLE>

    Paesi i cui cittadini NON sono soggetti in uno o più Stati Schengen all'obbligo del visto se titolari di passaporto diplomatico, ufficiale o di servizio ma SONO soggetti a tale obbligo se titolari di passaporto ordinario.

    DD: Holders of diplomatic and service passports are exempt from visa requirements.

     

    D: Only holders of diplomatic passports are exempted from a visa requirement.

    DS: dispensa dal visto per i titolari di passaporti diplomatici e di servizio.

    Schedule B

    D: dispensa dal visto soltanto per i titolari di passaporti diplomatici.

    Countries whose nationals are subject to visas in one or more Schengen States, when they are holders of diplomatic, official or service passports, but which are NOT subject to this requirement when they are holders of ordinary passports

    Inventario B

     

    Paesi i cui cittadini SONO soggetti in uno o più Stati Schengen all'obbligo del visto se titolari di passaporto diplomatico, ufficiale o di servizio ma NON sono soggetti a tale obbligo se titolari di passaporto ordinario.

    ANNEX 3

     

     

    ALLEGATO 3

    Joint list of third countries whose nationals are subject to an airport transit visa requirement, where holders of travel documents issued by these third countries are also subject to this visa requirement(1).

     

    The Schengen States undertake not to amend Part I of Annex 3 without the prior consent of the other Member States.

    Lista comune dei paesi terzi i cui cittadini o titolari di documenti di viaggio rilasciati dai paesi terzi in questione sono soggetti all'obbligo del visto aeroportuale(1)

    If a Member State intends to amend Part II of this Annex, it undertakes to inform its partners and to take account of its interests.

    Gli Stati Schengen s'impegnano a non modificare la parte I dell'allegato 3 senza l'accordo preliminare degli altri Stati membri.

    Part I

    Se uno Stato membro intende modificare la parte II di questo allegato, s'impegna ad informarne i partner e a tener conto dei loro interessi.

    Joint list of third countries whose nationals are subject to airport visa requirements (ATV) by all Schengen States, holders of travel documents issued by these third countries also being subject to this requirement(2)(3)

    Parte I

    AFGHANISTAN

    Lista comune dei paesi terzi i cui cittadini o titolari di documenti di viaggio rilasciati dai paesi terzi in questione sono soggetti all'obbligo del visto aeroportuale (VTA) in tutti gli Stati Schengen(2)(3)

    BANGLADESH

    AFGHANISTAN

    CONGO (Democratic Republic)

    BANGLADESH

    ERITREA(4)

    CONGO (Republica democratica del)

    GHANA

    ERITREA(4)

    IRAN(5)

    ETIOPIA

    IRAQ

    GHANA

    NIGERIA

    IRAN(5)

    PAKISTAN

    IRAQ

    SOMALIA

    NIGERIA

    SRI LANKA

    PAKISTAN

    These persons shall not be subject to the visa requirement if they hold one of the residence permits of an EEA Member State listed in Part III(A) of this Annex or one of the residence permits of Andorra, Japan, Canada, Monaco, San Marino, Switzerland or the United States of America guaranteeing an unqualified right of return listed in Part III(B).

    SOMALIA

    The residence permits in question shall be laid down by mutual agreement in the framework of Working Group II Subgroup on visas and subjected to regular scrutiny. Should problems arise, the Schengen States may suspend these measures until such time as the problems in question have been resolved by mutual agreement. The Contracting States may exclude certain residence permits from the exemption when indicated in Part III.

    SRI LANKA

    Exemptions from the airport transit visa requirement for holders of diplomatic, official duty or other official passports shall be decided by each Member State individually.

    Queste persone non sono soggette all'obbligo del visto se sono in possesso di uno dei titoli di soggiorno, menzionati nella parte III del presente allegato, di uno Stato membro del SEE (elenco A), o di un determinato titolo di soggiorno, citato qui di seguito, di Andorra, Canada, Giappone, Monaco, San Marino, Stati Uniti o Svizzera, che garantiscono un diritto di ritorno assoluto (elenco B).

    Part II:

    Tali titoli di soggiorno vengono completati di comune accordo nel quadro del gruppo di lavoro II "Visti" e sottoposti regolarmente a verifica. Qualora sorgano problemi, gli Stati Schengen possono sospendere l'applicazione di tali misure fino ad un chiarimento consensuale. Essi possono derogare all'esenzione dal visto per un determinato titolo di soggiorno, purché ciò sia menzionato nella parte III.

    Joint list of third countries whose nationals are subject to an airport visa requirement by some Schengen States only, with holders of travel documents issued by these third countries also being subject to this requirement.

    Per quanto riguarda i titolari di passaporti diplomatici, di servizio o di altri passaporti ufficiali, la decisione sulle deroghe all'obbligo del visto di transito aeroportuale è presa da ciascuno Stato membro.

     

    Parte II:

    Part III:

    Lista comune dei paesi terzi i cui cittadini o titolari di documenti di viaggio rilasciati dai paesi terzi in questione sono soggetti all'obbligo del visto aeroportuale in taluni Stati Schengen soltanto

    A. List of residence permits of EEA States for which the holders are exempt from the airport transit visa requirement on presentation of the document:

     

    IRELAND:

    Parte III

    - Residence permit only in conjunction with a re-entry visa;

    A. Elenco dei titoli di soggiorno degli Stati SEE che, su presentazione, esonerano i relativi titolari dall'obbligo del visto di transito aeroportuale:

    LIECHTENSTEIN:

    IRLANDA:

    - Livret pour étranger B (residence permit, sufficient within the period of validity of one year)(6);

    - Residence permit + re-entry visa (permesso di soggiorno sempre combinato con un visto di reingresso)

    - Livret pour étranger C (settlement permit, sufficient within the period of validity of five or 10 years).

    LIECHTENSTEIN:

    UNITED KINGDOM:

    - Livret pour étranger B (permesso di soggiorno, valido fino ad un anno)(6)

    - Leave to remain in the United Kingdom for an indefinite period (this document is only sufficient when the holder has not been away for more than two years);

    - Livret pour étranger C (permesso di stabilimento, valido fino a 5 o a 10 anni)

    - Certificate of entitlement to the right of abode.

    REGNO UNITO:

    B. List of residence permits with unlimited right of return on presentation of which the holders are exempt from the airport transit visa requirement:

    - Leave to remain in the United Kingdom for an indefinite period (permesso di soggiorno illimitato nel Regno Unito. Questo documento è sufficiente soltanto se il soggiorno al di fuori del Regno Unito non è superiore a due anni)

    ANDORRA:

    - Certificate of entitlement to the right of abode (certificato attestante il diritto di stabilimento)

    - Tarjeta provisional de estancia y de trabajo (provisional residence and work permit) (white). These are issued to seasonal workers; the period of validity depends on the duration of employment, but never exceeds 6 months. This permit is not renewable(7),

    B. Elenco dei titoli di soggiorno che assicurano un diritto di ritorno assoluto ai relativi titolari e che, su presentazione, li esonerano dall'obbligo del visto aeroportuale:

    - Tarjeta de estancia y de trabajo (residence and work permit) (white). This permit is issued for six months and may be renewed for another year(8),

    ANDORRA:

    - Tarjeta de estancia (residence permit) (white). This permit is issued for 6 months and may be renewed for another year(9),

    - Tarjeta provisional de estancia y de trabajo (permesso temporaneo di soggiorno e di lavoro) (bianco); è rilasciato per lavori stagionali, per la durata del lavoro, ma è sempre inferiore a sei mesi. Non è rinnovabile(7).

    - Tarjeta temporal de residencia (temporary residence permit) (pink). This permit is issued for one year and may be renewed twice, each time for another year(10),

    - Tarjeta de estancia y de trabajo (permesso di soggiorno e di lavoro) (bianco); è rilasciato per sei mesi ed è rinnovabile per un anno(8).

    - Tarjeta ordinaria de residencia (ordinary residence permit) (yellow). This permit is issued for three years and may be renewed for another three years(11),

    - Tarjeta de estancia (permesso di soggiorno) (bianco); è rilasciato per sei mesi ed è rinnovabile per un anno(9).

    - Tarjeta privilegiada de residencia (special residence permit) (green). This permit is issued for five years and is renewable, each time for another five years,

    - Tarjeta temporal de residencia (permesso temporaneo di residenza) (rosa); è rilasciato per un anno, rinnovabile due volte per lo stesso periodo(10).

    - Autorización de residencia (residence authorisation) (green). This permit is issued for one year and is renewable, each time for another three years(12),

    - Tarjeta ordinaria de residencia (permesso ordinario di residenza) (giallo); è rilasciato per tre anni ed è rinnovabile ogni volta per tre anni(11).

    - Autorización temporal de residencia y de trabajo (temporary residence and work authorisation) (pink). This permit is issued for two years and may be renewed for another two years(13),

    - Tarjeta privilegiada de residencia (permesso privilegiato di residenza) (verde); è rilasciato per cinque anni ed è rinnovabile ogni volta per cinque anni

    - Autorización ordinaria de residencia y de trabajo (ordinary residence and work authorisation) (yellow). This permit is issued for five years,

    - Autorización de residencia (autorizzazione di residenza) (verde); è rilasciata per un anno ed è rinnovabile ogni volta per tre anni(12).

    - Autorización privilegiada de residencia y de trabajo (special residence and work authorisation) (green). This permit is issued for 10 years and is renewable, each time for another 10 years;

    - Autorización temporal de residencia y de trabajo (autorizzazione temporanea di residenza e di lavoro) (rosa); è rilasciata per due anni ed è rinnovabile per due anni(13).

    CANADA:

    - Autorización ordinaria de residencia y de trabajo (autorizzazione ordinaria di residenza e di lavoro) (giallo); è rilasciata per cinque anni

    - Returning Resident Permit (loose-leaf in passport);

    - Autorización privilegiada de residencia y de trabajo (autorizzazione privilegiata di residenza e di lavoro) (verde); è rilasciata per dieci anni ed è rinnovabile per periodi della stessa durata

    JAPAN:

    CANADA:

    - Re-entry permit to Japan(14);

    - Returning Resident Permit (autorizzazione al ritorno di residenti; foglio inserito nel passaporto)

    MONACO:

    GIAPPONE:

    - Carte de séjour de résident temporaire de Monaco (temporary resident's permit)(15)

    - Re-entry permit to Japan (autorizzazione al reingresso in Giappone)(14)

    - Carte de séjour de résident ordinaire de Monaco (ordinary resident's permit)

    MONACO:

    - Carte de séjour de résident privilégié (privileged resident's permit)

    - Carte de séjour de résident temporaire de Monaco (permesso di soggiorno temporaneo)(15)

    - Carte de séjour de conjoint de ressortissant monégasque (residence permit for the spouse of a person of Monegasque nationality);

    - Carte de séjour de résident ordinaire de Monaco (permesso di soggiorno ordinario)

    SAN MARINO:

    - Carte de séjour de résident privilégié de Monaco (permesso di soggiorno per residente privilegiato)

    - Permesso di soggiorno ordinario (validità illimitata) (ordinary residence permit (no expiry date)),

    - Carte de séjour de conjoint de ressortissant monégasque (permesso di soggiorno di coniuge di cittadino monegasco)

    - Permesso di soggiorno continuativo speciale (validità illimitata) (special permanent residence permit (no expiry date)),

    SAN MARINO:

    - Carta d'identità de San Marino (validità illimitata) (San Marino identity card (no expiry date));

    - Permesso di soggiorno ordinario (validità illimitata)

    SWITZERLAND:

    - Permesso di soggiorno continuativo speciale (validità illimitata)

    - Livret pour étranger B (residence permit, sufficient within the period of validity of one year)(16)

    - Carta d'identità di San Marino (validità illimitata)

    - Livret pour étranger C (settlement permit, sufficient within the period of validity of five or 10 years);

    STATI UNITI D'AMERICA:

    UNITED STATES OF AMERICA:

    - Form I-551 permanent resident card [valido 2(16) o 10 anni]

    - Form I-551 Permanent resident card (valid for two(17) to 10 years),

    - Form I-551 Alien registration receipt card [valido 2(17) o 10 anni]

    - Form I-551 Alien registration receipt card (valid for two(18) to 10 years),

    - Form I-551 Alien registration receipt card (validità illimitata)

    - Form I-551 Alien registration receipt card (no expiry date),

    - Form I-327 Reentry document (valido 2 anni - rilasciato a titolari di un I-551)(18)

    - Form I-327 Re-entry document (valid for two years - issued to holders of a I-551)(19),

    - Resident alien card [permesso di residenza per stranieri valido 2(19)o 10 anni o avente una validità illimitata. Questo documento è sufficiente soltanto se il soggiorno al di fuori degli Stati Uniti non è superiore a un anno]

    - Resident alien card (valid for two(20) or 10 years or no expiry date. This document is only sufficient when the holder was absent from the USA for not longer than one year),

    - Permit to reenter (permesso di reingresso valido 2 anni. Questo documento è sufficiente soltanto se il soggiorno al di fuori degli Stati Uniti non è superiore a due anni)(20)

    - Permit to re-enter (valid for two years. This document is only sufficient when the holder was absent from the United States of America for not longer than two years)(21),

    - Valid temporary residence stamp (timbro apposto su un passaporto in corso di validità, valido un anno a decorrere dalla data del rilascio)(21)

    - Valid temporary residence stamp in a valid passport (valid for one year from the date of issue)(22).

    SVIZZERA:

     

    - Livret pour étranger B (permesso di soggiorno, valido fino ad un anno)(22)

    (1) It is not necessary to consult the central authorities for the issue of an airport transit visa (ATV).

    - Livret pour étranger C (permesso di stabilimento, valido fino a 5 o a 10 anni)

    (2) For all the Schengen States

     

    The following persons shall be exempt from the ATV requirement:

    (1) In caso di rilascio di un visto di transito aeroportuale (VTA) non è necessario consultare le autorità centrali.

    - flight crew who are nationals of a Contracting Party to the Chicago Convention.

    (2) Per tutti gli Stati Schengen

    (3) For the Benelux countries, France and Spain

    Non è richiesto un VTA:

    The following persons shall be exempt from the ATV requirement:

    - ai membri dell'equipaggio di aerei cittadini di uno Stato parte della convenzione di Chicago.

    - holders of diplomatic and service passports.

    (3) Per i paesi del Benelux, la Francia e la Spagna

    (4) For Germany

    Non è richiesto un VTA:

    Only where the nationals are not in possession of a valid visa or residence permit for a Member State of the EU or a State party to the Agreement on the European Economic Area of 2 May 1992, Canada, Switzerland or the United States of America.

    - ai titolari di passaporti diplomatici e di servizio.

    (5) For Germany

    (4) Per la Germania

    The following persons shall be exempt from the ATV requirement:

    Solo se i cittadini non sono titolari di un visto o di un titolo di soggiorno validi per uno Stato membro dell'UE o per uno Stato parte dell'accordo del 2 maggio 1992 sullo Spazio economico europeo, per il Canada, la Svizzera o gli Stati Uniti d'America

    - holders of diplomatic and service passports.

    (5) Per la Germania

    (6) It is not necessary to consult the central authorities for the issue of an airport transit visa (ATV).

    Non è chiesto un UTA:

    (7) It is not necessary to consult the central authorities for the issue of an airport transit visa (ATV).

    - ai titolari di passaporti diplomatici e di servizio

    (8) It is not necessary to consult the central authorities for the issue of an airport transit visa (ATV).

    (6) Questo titolo di soggiorno non consente l'esonero dall'obbligo del visto di transito aeroportuale in Germania.

    (9) It is not necessary to consult the central authorities for the issue of an airport transit visa (ATV).

    (7) Questo titolo di soggiorno non consente l'esonero dall'obbligo del visto di transito aeroportuale in Germania.

    (10) It is not necessary to consult the central authorities for the issue of an airport transit visa (ATV).

    (8) Questo titolo di soggiorno non consente l'esonero dall'obbligo del visto di transito aeroportuale in Germania.

    (11) It is not necessary to consult the central authorities for the issue of an airport transit visa (ATV).

    (9) Questo titolo di soggiorno non consente l'esonero dall'obbligo del visto di transito aeroportuale in Germania.

    (12) It is not necessary to consult the central authorities for the issue of an airport transit visa (ATV).

    (10) Questo titolo di soggiorno non consente l'esonero dall'obbligo del visto di transito aeroportuale in Germania.

    (13) It is not necessary to consult the central authorities for the issue of an airport transit visa (ATV).

    (11) Questo titolo di soggiorno non consente l'esonero dall'obbligo del visto di transito aeroportuale in Germania.

    (14) It is not necessary to consult the central authorities for the issue of an airport transit visa (ATV).

    (12) Questo titolo di soggiorno non consente l'esonero dall'obbligo del visto di transito aeroportuale in Germania.

    (15) This residence permit does not exempt the holder from the airport transit visa requirement in Germany.

    (13) Questo titolo di soggiorno non consente l'esonero dall'obbligo del visto di transito aeroportuale in Germania.

    (16) This residence permit does not exempt the holder from the airport transit visa requirement in Germany.

    (14) Questo titolo di soggiorno non consente l'esonero dall'obbligo del visto di transito aeroportuale in Germania.

    (17) This residence permit does not exempt the holder from the airport transit visa requirement in Germany.

    (15) Questo titolo di soggiorno non consente l'esonero dall'obbligo del visto di transito aeroportuale in Germania.

    (18) This residence permit does not exempt the holder from the airport transit visa requirement in Germany.

    (16) Questo titolo di soggiorno non consente l'esonero dall'obbligo del visto di transito aeroportuale in Germania.

    (19) This residence permit does not exempt the holder from the airport transit visa requirement in Germany.

    (17) Questo titolo di soggiorno non consente l'esonero dall'obbligo del visto di transito aeroportuale in Germania.

    (20) This residence permit does not exempt the holder from the airport transit visa requirement in Germany.

    (18) Questo titolo di soggiorno non consente l'esonero dall'obbligo del visto di transito aeroportuale in Germania.

    (21) This residence permit does not exempt the holder from the airport transit visa requirement in Germany.

    (19) Questo titolo di soggiorno non consente l'esonero dall'obbligo del visto di transito aeroportuale in Germania.

    (22) This residence permit does not exempt the holder from the airport transit visa requirement in Germany.

    (20) Questo titolo di soggiorno non consente l'esonero dall'obbligo del visto di transito aeroportuale in Germania.

     

    (21) Questo titolo di soggiorno non consente l'esonero dall'obbligo del visto di transito aeroportuale in Germania.

     

    (22) Questo titolo di soggiorno non consente l'esonero dall'obbligo del visto di transito aeroportuale in Germania.

    ANNEX 4

     

     

     

    List of documents entitling holders to entry without a visa

    ALLEGATO 4

    BELGIUM

     

    - Carte d'identité d'étranger

    Elenco dei documenti che autorizzano l'ingresso senza visto

    Identiteitskaart voor vreemdelingen

    BELGIO

    Personalausweis für Ausländer

    - Carte d'identité d'étranger

    (Identity Card for foreigners)

    Identiteitskaart voor vreemdelingen

    - Certificat d'inscription au registre des étrangers

    Personalausweis für Ausländer

    Bewijs van inschrijving in het vreemdelingenregister

    (Carta d'identità per stranieri)

    Bescheinigung der Eintragung im Ausländerregister

    - Certificat d'inscription au registre des étrangers

    (Certificate attesting to entry in foreigners' register)

    Bewijs van inschrijving in het vreemdelingenregister

    - Special residence permits issued by the Ministry of Foreign Affairs:

    Bescheinigung der Eintragung im Ausländerregister

    - Carte d'identité diplomatique

    (Certificato d'iscrizione nel registro degli stranieri)

    Diplomatieke identiteitskaart

    - Titoli di soggiorno speciali rilasciati dal ministero degli Affari esteri:

    Diplomatischer Personalausweis

    - Carte d'identité diplomatique

    (Diplomat's identity card)

    Diplomatieke identiteitskaart

    - Carte d'identité consulaire

    Diplomatischer Personalausweis

    Consulaire identiteitskaart

    (Carta d'identità diplomatica)

    Konsularer Personalausweis

    - Carte d'identité consulaire

    (Consular identity card)

    Consulaire identiteitskaart

    - Carte d'identité spéciale - couleur bleue

    Konsularer Personalausweis

    Bijzondere identiteitskaart - blauw

    (Carta d'identità consolare)

    Besonderer Personalausweis - blau

    - Carte d'identité spéciale - couleur bleue

    (Special identity card - blue in colour)

    Bijzondere identiteitskaart - blauw

    - Carte d'identité spéciale - couleur rouge

    Besonderer Personalausweis - blau

    Bijzondere identiteitskaart - rood

    (Carta d'identità speciale - colore blu)

    Besonderer Personalausweis - rot

    - Carte d'identité spéciale - couleur rouge

    (Special identity card - red in colour)

    Bijzondere identiteitskaart - rood

    - Certificat d'identité pour les enfants âgés de moins de cinq ans des étrangers privilégiés titulaires d'une carte d'identité diplomatique, d'une carte d'identité consulaire, d'une carte d'identité spéciale - couleur bleue ou d'une carte d'identité - couleur rouge

    Besonderer Personalausweis - rot

    Identiteitsbewijs voor kinderen, die de leeftijd van vijf jaar nog niet hebben bereikt, van een bevoorrecht vreemdeling dewelke houder is van een diplomatieke identiteitskaart, consulaire identiteitskaart, bijzondere identiteitskaart - blauw of bijzondere identiteitskaar - rood

    (Carta d'identità speciale - colore rosso)

    Identitätsnachweis für Kinder unter fünf Jahren, für privilegierte Ausländer, die Inhaber eines diplomatischen Personalausweises sind, konsularer Personalausweis, besonderer Personalausweis - rot oder besonderer Personalausweis - blau

    - Certificat d'identité pour les enfants âgés de moins de cinq ans des étrangers privilégiés titulaires d'une carte d'identité diplomatique, d'une carte d'identité consulaire, d'une carte d'identité spéciale - couleur bleue ou d'une carte d'identité - couleur rouge

    (Identity card for children, under the age of five, of aliens who are holders of diplomatic identity cards, consular identity cards, blue special identity cards or red special identity cards)

    Identiteitsbewijs voor kinderen, die de leeftijd van vijf jaar nog niet hebben bereikt, van een bevoorrecht vreemdeling dewelke houder is van een diplomatieke identiteitskaart, consulaire identiteitskaart, bijzondere identiteitskaart - blauw of bijzondere identiteitskaar - rood

    - Certificat d'identité avec photografie délivré par une administration communale belge à un enfant de moins de douze ans

    Identitätsnachweis für Kinder unter fünf Jahren, für privilegierte Ausländer, die Inhaber eines diplomatischen Personalausweises sind, konsularer Personalausweis, besonderer Personalausweis - rot oder besonderer Personalausweis - blau

    Door een Belgisch gemeentebestuur aan een kind beneden de 12 jaar afgegeven identiteitsbewijs met foto

    (Certificato d'identità per bambini, che non hanno compiuto ancora cinque anni, di uno straniero beneficiario di privilegi titolare di una carta d'identità diplomatica, carta d'identità consolare, carta d'identità speciale - colore blu o carta d'identità speciale - colore rosso)

    Von einer belgischen Gemeindeverwaltung einem Kind unter dem 12. Lebensjahr ausgestellter Personalausweis mit Lichtbild

    - Certificat d'identité avec photografie délivré par une administration communale belge à un enfant de moins de douze ans

    (Certificate of identity with photograph issued by Belgian communes to children under twelve)

    Door een Belgisch gemeentebestuur aan een kind beneden de 12 jaar afgegeven identiteitsbewijs met foto

    - List of persons participating in a school trip within the European Union.

    Von einer belgischen Gemeindeverwaltung einem Kind unter dem 12. Lebensjahr ausgestellter Personalausweis mit Lichtbild

    DENMARK

    (Certificato di identità munito di fotografia rilasciato da un'amministrazione comunale belga ad un bambino di età inferiore a dodici anni)

    Residence cards

    - Lista delle persone che partecipano ad un viaggio scolastico all'interno dell'Unione europea

    EF/EØS - opholdskort (EU/EEA residence card) (title on card)

    DANIMARCA

    - Kort A. Tidsbegrænset EF-/EØS-opholdsbevis (anvendes til EF-/EØS-statsborgere)

    Carte di soggiorno

    (Card A. Temporary EU/EEA residence permit used for EU/EEA citizens)

    EF/EØS - opholdskort (carta di soggiorno UE/SEE) (denominazione figurante sulla carta)

    - Kort B. Tidsubegrænset EF-/EØS-opholdsbevis (anvendes til EF-/EØS-statsborgere)

    - Kort A. Tidsbegrænset EF-/EØS-opholdsbevis (anvendes til EF-/EØS-statsborgere)

    (Card B. EU/EEA residence permit of unlimited duration used for EU/EEA citizens)

    (Carta A. Titolo di soggiorno UE/SEE temporaneo utilizzato per i cittadini dell'UE o del SEE)

    - Kort Karte K. Tidsbegrænset opholdstilladelse til tredjelandsstatsborgere, der meddeles opholdstilladelse efter EF-/EØS-reglerne

    - Kort B. Tidsubegrænset EF-/EØS-opholdsbevis (anvendes til EF-/EØS-statsborgere)

    (Card K. Temporary residence permit for citizens of third countries who have been granted a residence permit under EU/EEA rules)

    (Carta B. Titolo di soggiorno UE/SEE di durata illimitata utilizzato per i cittadini dell'UE o del SEE)

    - Kort L. Tidsubegrænset opholdstilladelse til tredjelandsstatsborgere, der meddeles opholdstilladelse efter EF-/EØS-reglerne

    - Kort Karte K. Tidsbegrænset opholdstilladelse til tredjelandsstatsborgere, der meddeles opholdstilladelse efter EF-/EØS-reglerne

    (Card L. Residence permit of unlimited duration for citizens of non-member countries who have been granted a residence permit under EU/EEA rules)

    (Carta K. Titolo di soggiorno temporaneo per i cittadini di paesi terzi ai quali è rilasciato un permesso di soggiorno in virtù delle norme UE/SEE)

    Residence permits (title on card)

    - Kort L. Tidsubegrænset opholdstilladelse til tredjelandsstatsborgere, der meddeles opholdstilladelse efter EF-/EØS-reglerne

    - Kort C. Tidsbegrænset opholdstilladelse til udlændinge, der er fritaget for arbejdstilladelse

    (Carta L. Titolo di soggiorno di durata illimitata per i cittadini di paesi terzi ai quali è rilasciato un permesso di soggiorno in virtù delle norme UE/SEE)

    (Card C. Temporary residence permit for aliens who are not required to have a work permit)

    Permesso di soggiorno (denominazione figurante sulla carta)

    - Kort D. Tidsubegrænset opholdstilladelse til udlændinge, der er fritaget for arbejdstilladelse

    - Kort C. Tidsbegrænset opholdstilladelse til udlændinge, der er fritaget for arbejdstilladelse

    (Card D. Residence permit of unlimited duration for aliens who are not required to have a work permit)

    (Carta C. Permesso di soggiorno temporaneo per gli stranieri che non sono tenuti ad avere un permesso di lavoro)

    - Kort E. Tidsbegrænset opholdstilladelse til udlændinge, der ikke har ret til arbejde

    - Kort D. Tidsubegrænset opholdstilladelse til udlændinge, der er fritaget for arbejdstilladelse

    (Card E. Temporary residence permit for aliens who do not have the right to work)

    (Carta D. Permesso di soggiorno di durata illimitata per gli stranieri che non sono tenuti ad avere un permesso di lavoro)

    - Kort F. Tidsbegrænset opholdstilladelse til flygtninge - er fritaget for arbejdstilladelse

    - Kort E. Tidsbegrænset opholdstilladelse til udlændinge, der ikke har ret til arbejde

    (Card F. Temporary residency permit for refugees, not required to have a work permit)

    (Carta E. Permesso di soggiorno temporaneo per gli stranieri che non hanno diritto al lavoro)

    - Kort G. Tidsbegrænset opholdstilladelse til EF/EØS - statsborgere, som har andet opholdsgrundlag end efter EF-reglerne - er fritaget for arbejdstilladelse

    - Kort F. Tidsbegrænset opholdstilladelse til flygtninge - er fritaget for arbejdstilladelse

    (Card G. Temporary residence permit for EU/EEA citizens who have a basis for residence other than that deriving from the EU rules, not required to have a work permit)

    (Carta F. Permesso di soggiorno temporaneo per i rifugiati che non sono tenuti ad avere un permesso di lavoro)

    - Kort H. Tidsubegrænset opholdstilladelse til EF/EØS - statsborgere, som har andet opholdsgrundlag end efter EF-reglerne - er fritaget for arbejdstilladelse

    - Kort G. Tidsbegrænset opholdstilladelse til EF/EØS - statsborgere, som har andet opholdsgrundlag end efter EF-reglerne - er fritaget for arbejdstilladelse

    (Card H. Residence permit of unlimited duration for EU/EEA citizens who have a basis for residence other than that deriving from the EU rules, not required to have a work permit)

    (Carta G. Permesso di soggiorno temporaneo per i cittadini UE/SEE in possesso di un titolo di soggiorno rilasciato su base diversa da quella derivante dalle norme UE - non sono tenuti ad avere un permesso di lavoro)

    - Kort J. Tidsbegrænset opholds- og arbejdstilladelse til udlændinge

    - Kort H. Tidsubegrænset opholdstilladelse til EF/EØS - statsborgere, som har andet opholdsgrundlag end efter EF-reglerne - er fritaget for arbejdstilladelse

    (Card J. Temporary residence and work permit for aliens)

    (Carta H. Permesso di soggiorno di durata illimitata per i cittadini UE/SEE in possesso di un titolo di soggiorno rilasciato su base diversa da quella derivante dalle norme UE - non sono tenuti ad avere un permesso di lavoro)

    Since 14 September 1998 Denmark has issued new residence pemits in credit-card format.

    - Kort J. Tidsbegrænset opholds- og arbejdstilladelse til udlændinge

    There are still some valid residence permits of types B, D and H in circulation which were issued in another format. These cards are made of laminated paper, measure approximately 9 cm × 13 cm and bear a pattern of the Danish coat of arms in white. For Card B, the background colour is beige, for Card D it is light pink and for Card H light mauve.

    (Carta J. Permesso di soggiorno e di lavoro temporaneo per gli stranieri)

    Stickers to be affixed to passports, bearing the following wording:

    Dal 14 settembre 1998 la Danimarca rilascia nuove carte di soggiorno che hanno il formato di una carta di credito.

    - Sticker B. - Tidsbegrænset opholdstilladelse til udlændinge, der ikke har ret til arbejde

    Sono ancora in circolazione carte di soggiorno B, D e H valide, di formato diverso. Tali carte sono in carta plastificata, hanno un formato di circa 9 cm × 13 cm e contengono stemmi della Danimarca in retino bianco. Il colore di base della carta è il beige, della carta D è il rosa chiaro e della carta H è il viola chiaro.

    (Sticker B. Temporary residence permit for aliens who do not have the right to work)

    Vignette da apporre sul passaporto con le seguenti menzioni:

    - Sticker C. - Tidsbegrænset opholds- og arbejdstilladelse

    - Sticker B. - Tidsbegrænset opholdstilladelse til udlændinge, der ikke har ret til arbejde

    (Sticker C. Temporary residence and work permit)

    (Vignetta B. Permesso di soggiorno temporaneo per gli stranieri che non hanno diritto al lavoro)



  • Passaporto per i minori o documento di viaggio per bambini

    Tutti i minori per viaggiare devono essere in possesso di documento individuale.

    I passaporti dei genitori con iscrizioni di figli minori rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza del documento stesso. Si ricorda che l'iscrizione del minore sul passaporto del genitore non è più valida dal 27.06.2012.

    I passaporti individuali rilasciati ai minori, anteriormente alla data di entrata in vigore della nuova normativa (25 novembre 2009), con durata decennale, sono validi fino alla loro naturale data di scadenza.

    Ai minori viene rilasciato il nuovo libretto di passaporto con microchip, ma la normativa prevede che solo dal compimento dei 12 anni di età siano acquisite le impronte e la firma digitalizzata.

    Sui libretti attualmente rilasciati alla pagina n.5 sono inseriti i dati anagrafici (anche in inglese e francese) dei genitori viventi. Questo per motivi di natura giuridica, religiosa, sociale o altro a richiesta di un genitore o su disposizione dell'Autorità Giudiziaria i dati anagrafici potranno essere omessi o depennati.

    Per tutti gli accompagnatori diversi dai genitori che siano autorizzati dagli stessi (dichiarazione di assenso) non è infatti prevista l'iscrizione obbligatoria (es.nonni) sul libretto.

    il minore può viaggiare:

    - con un passaporto individuale, restando in vigore le normative precedenti che consentono l'espatrio del minore (vedi indicazioni a fondo pagina)

    - con la carta d'identità: nella U.E. infatti, con la legge 12 luglio 2011, n. 106, è stato convertito il decreto legge 13 maggio 2011, n. 70 che, all'articolo 10, comma 5, ha modificato l'articolo 3 del T.U.L.P.S. di cui al Regio-Decreto 18 giugno 1931, n. 773, introducendo il principio del rilascio della carta d'identità ai minori.

    N.B.Se nel documento personale del minore non ci sono i nomi dei genitori, consigliamo agli stessi di portare al seguito anche un certificato di nascita o uno stato di famiglia, in modo che si possa avere la certezza sulla paternità o maternità. Questo perché, pur non essendo un simile obbligo previsto espressamente dalla legge, potrebbe sussistere il dubbio che l'accompagnatore sia realmente il genitore; dunque per la tutela dei minori e per evitare disguidi e/o mancati imbarchi al momento della partenza, è importante poter dimostrare concretamente l'esistenza del rapporto genitoriale.

    - fino a 15 anni, con un certificato contestuale di nascita e cittadinanza (art.7/14 25/11/2009) vidimato dal questore (cosiddetto lasciapassare)

    Il lasciapassare per l'espatrio dei minori di 15 anni è un documento, un certificato contestuale di nascita e cittadinanza (art.7/14 25/11/2009), rilasciato dal comune di residenza del minore che deve essere vidimato dal Questore del luogo per essere utilizzato come documento valido all'espatrio. Alla presentazione della domanda è necessaria la presenza del minore.

    La domanda (barrare il riquadro del rilascio lasciapassare), disponibile presso la Questura, il Commissariato di Pubblica Sicurezza o la stazione dei Carabinieri, può essere consegnata in questi stessi uffici.

    Alla domanda deve essere allegato:

    - l'assenso di entrambi i genitori (pdf 8 Kb) o il nulla osta del giudice tutelare. Se uno dei due genitori è impossibilitato a presentarsi per la dichiarazione, il richiedente può allegare una fotocopia del documento del coniuge firmato in originale e l'atto di assenso per il rilascio/rinnovo del lasciapassare del figlio minore;

    - il certificato di nascita o l'estratto del certificato di nascita con le generalità dei genitori e la cittadinanza italiana del minore;

    - 2 foto formato tessera identiche e recenti;


    Per richiedere il passaporto per il figlio minore è necessario l'assenso di entrambi i genitori (coniugati ,conviventi, separati, divorziati o genitori naturali.) Questi devono firmare l'assenso davanti al Pubblico Ufficiale (che autentica la firma) presso l'ufficio in cui si presenta la documentazione. In mancanza dell'assenso si deve essere in possesso del nulla osta del giudice tutelare.
    Se uno dei due genitori è impossibilitato a presentarsi per la dichiarazione, il richiedente può allegare una fotocopia del documento del coniuge firmato in originale con una dichiarazione scritta di assenso all'espatrio firmata in originale(ai sensi del DPR 445 del 2000 legge Bassanini). Questa procedura è estesa ai cittadini comunitari.

    N.B.Ricordiamo che per la legalizzazione delle foto (passaporto, lasciapassare) il richiedente deve essere presente (anche se minore), altrimenti l'Ufficiale non può procedere poiché deve verificare al momento che la foto ritragga la persona che lo richiede.

    DICHIARAZIONE DI ACCOMPAGNO

    Ogni volta che un minore degli anni 14 viaggia all'estero, ovvero fuori dal territorio nazionale, non accompagnato da uno dei genitori o da chi ne fa le veci, necessita di una dichiarazione di accompagno in cui deve essere riportato il nome della persona o dell'ente cui il minore viene affidato, sottoscritta da chi esercita sul minore la potestà e vistata dagli organi competenti al rilascio del passaporto.

    N.B. Il 2 agosto 2010 è stata diramata una circolare esplicativa sulle problematiche legate all'espatrio dei minori.

    Pertanto ogni volta che il minore di anni 14 si dovrà recare all'estero con un accompagnatore diverso dai genitori sarà necessario, da parte di questi ultimi, sottoscrivere la dichiarazione di accompagno che resterà agli atti della questura la quale provvederà a rilasciare un modello unificato, che l'accompagnatore presenterà alla frontiera insieme al passaporto del minore in corso di validità.

    Suggeriamo per ogni evenienza di portare in questura, insieme alla dichiarazione di accompagno, anche una fotocopia del documento dell'accompagnatore, dei genitori e del minore

    Validità


    Per poter garantire una maggiore individualità e sicurezza ai minori la normativa prevede che sia i passaporti per minori che le carte d'identità per i minori abbiano due diverse tipologie di validità, al fine di garantire l'aggiornamento della fotografia e la identificazione del minore ai controlli di frontiera. Ricordiamo che gli importi da versare per il rilascio del passaporto per un minore (bollettino di C/C e contrassegno telematico) sono gli stessi dei maggiorenni.

    - Minore da 0 a 3 anni: validità triennale
    - Minore dai 3 ai 18 anni: validità quinquennale


    Indicazioni

    Se si richiede un passaporto per un minore la domanda di rilascio sarà firmata dai genitori. Il conto corrente per il pagamento del passaporto deve essere eseguito a nome del minore.

    Per recarsi negli U.S.A. ed usufruire del programma Visa - Waiver Program, il minore deve avere solo ed esclusivamente un passaporto personale.

    N.B. Il nuovo modulo per la richiesta del passaporto è in fase di evoluzione e comprenderà le modifiche apportate dalle recenti normative in materia. Pertanto quello attualmente scaricabile dal sito ed in uso presso le questure e i commissariati è un modulo non aggiornato e richiede di produrre il certificato di nascita del minore che non va invece prodotto in quanto la Legge 445 del 2000 art 47 annovera il certificato di nascita tra i documenti per i quali è prevista l'autocertificazione.


  • Visto per cure mediche in Italia

    Documentazione da produrre da parte del richiedente nel proprio paese di origine

    1. Formulario per la domanda del visto d'ingresso per cure mediche compilato, datato e firmato.
    2. N. 2 Fotografie recenti in formato passaporto a colori prese di fronte su sfondo bianco;
    3. Passaporto in corso di validità, il cui rilascio non sia superiore ai 10 anni e con una scadenza che superi di almeno tre mesi la scadenza del periodo di soggiorno (e quindi del relativo visto, con relativa fotocopia;
    4. Certificazione della struttura sanitaria del proprio paese di origine delle competenti Autorità sanitarie  che indichi la diagnosi e l'impossibilità di effettuare tali cure in loco e quindi la necessità di recarsi all'estero.
    5. Documentazione attestante la situazione economica del richiedente il visto di ingresso per cure mediche: eventuali buste paga, conto corrente bancario, licenze commerciali, fatture di attività commerciali, documenti attestanti proprietà immobiliari .
    6. Lettera del datore di lavoro che attesti la posizione lavorativa.

    Nel caso di minorenne richiedente il visto, alla documentazione da presentare si deve aggiungere l'atto di assenso all'espatrio di tutte le persone che esercitando la patria potestà sul minore stesso, che non partecipano al viaggio.

    Tutta la documentazione deve essere tradotta in lingua italiana.

     
    Documentazione invitante italiano

    1. Lettera di invito (debitamente compilata in ogni sua parte, datata e firmata);
    2. Nel caso in cui l'invitato sia un consanguineo, documentazione attestante l'effettivo legame di parentela;
    3. Copia di un documento d'identità o permesso di soggiorno (nel caso in cui l'invitante sia cittadino straniero);
    4. Documentazione comprovante la disponibilità in Italia dì:
    5. risorse sufficienti per il pagamento del residuo 70% delle spese sanitarie e/o saldo di quanto dovuto alla struttura Ospedaliera, (dichiarazione dei redditi, eventuali buste paga, conto corrente bancario, licenze commerciali, fatture di attività commerciali, documenti attestanti proprietà immobiliari o di altro tipo, ecc...)
    6. vitto e alloggio (contratto d'affitto, d'acquisto ecc..) che attesti l'effettiva possibilità di ospitare terze persone rispetto al nucleo familiare fuori dalla struttura sanitaria e per il rimpatrio dell'assistito e dell'eventuale accompagnatore.

    Tutta la documentazione deve essere fatta pervenire al richiedente per la presentazione della domanda e effettuare il relativo colloquio/intervista. Il colloquio/intervista è finalizzato alla verifica dell'effettiva intenzione del richiedente di viaggiare per cure mediche e quindi di far rientro in Eritrea entro il termine previsto.

    Documentazione sanitaria da produrre in Italia

    Dichiarazione della struttura italiana prescelta, pubblica o privata accreditata, che indichi:
    1. diagnosi basata su documentazione medica inviata dal richiedente
    2. il tipo di cura (analisi ematologiche. Indagini radiologiche ecc.)
    3. la prevista data di inizio delle indagini e dei successivi eventuali trattamenti
    4. la prevista durata complessiva
    5. il costo presunto di tutte la prestazioni
    6. Attestazione della medesima struttura sull'avvenuto deposito, a titolo cauzionale, di una somma pari ad almeno il 30% del costo complessivo, delle/a prestazioni/e. In caso di gratuità del trattamento ci DEVE essere la specifica delibera Regionale e/o l'autorizzazione del Ministero della Salute italiano attestanti che la prestazione avviene nell'ambito di programmi umanitari.
    7. Polizza sanitaria e fideiussoria per ingresso Italia

    Richiedete a noi la consulenza per una corretta istruttoria contattaci ora al n. 0267078247 oppure invia una mail info@vistoturistico.it.


  • Diniego del visto di ingresso per turismo in Italia


    Diniego del visto di ingresso per turismo in Italia : obbligo di dimostrare i motivi del diniego del visto consolare richiesto all’ambasciata

     Illegittimo il diniego in difetto di motivazione quando siano dimostrati tutti i requisiti per il rilascio del visto
    Con la sentenza n. 3163 del 27.3.13, il TAR del Lazio ha disposto l’annullamento del provvedimento di diniego di un visto per turismo adottato dal Consolato Generale in Casablanca. In primo luogo, il Tar ha scritto e ribadito che il provvedimento in questione come previsto dall’art. 4 D. Lgs. 286/98, non è soggetto ad obbligo di motivazione.
    Tuttavia in fase di giudizio di impugnazione, l’Amministrazione è tenuta a fornire la dimostrazione di aver valutato adeguatamente e congruamente la richiesta. Nel caso in questione il Consolato aveva adottato il diniego sulla base del cd. “rischio migratorio” ma gli elementi indicati a supporto non sono stati ritenuti sufficienti dal Tribunale.
    Secondo l’art. 5 del trattato di Schengen, ratificato dall’Italia con la l. n. 388/93 e sostanzialmente confermato dall’art. 5 comma 1° lettera c) Reg. CE n. 562/06, per l’ingresso nel territorio dei Paesi Schengen  lo straniero deve esibire “i documenti che giustificano lo scopo e le condizioni dell’ingresso per turismo e disporre dei mezzi di sussistenza sufficienti (estratti conti bancari e carta di credito ), sia per la durata prevista del soggiorno e sia per il ritorno nel paese di provenienza”; tali formalità debbono, in particolare, essere rispettate per il rilascio del “visto uniforme” avente durata non superiore a tre mesi (artt. 10, 11 e 15 del trattato);
    - nello stesso senso l’art. 4 comma 3° d. lgs. n. 286/98 prevede che per conseguire il visto d’ingresso lo straniero deve dimostrare “di essere in possesso di idonea documentazione atta a confermare lo scopo e le condizioni dell’ingresso in Italia , nonché la disponibilità di mezzi di sussistenza sufficienti per la durata del soggiorno e, fatta eccezione per i permessi di soggiorno per motivi di lavoro, anche per il ritorno nel Paese di provenienza”;
    - l’art. 5 comma 6° d.p.r. n. 394/99 stabilisce, inoltre, che al momento della domanda, oltre alla documentazione necessaria per il tipo di visto richiesto, lo straniero deve depositare quella concernente “la finalità del viaggio turistico”;
    - secondo il punto 20 dell’allegato al decreto del Ministro degli Affari Esteri del 12/07/00, poi, il visto d’ingresso per ragioni di turismo è subordinato al deposito di una serie di documentazione comprovante:
    a) “adeguati mezzi finanziari di sostentamento non inferiori all'importo stabilito dal Ministero dell'interno con la Direttiva di cui all'art. 4, comma 3, del testo unico n. 286/199 come da tabella indicata  graduandoli in relazione alla durata del soggiorno;”.
    b) il titolo di viaggio di andata e ritorno (o prenotazione aerea) ;
    c) la disponibilità di un alloggio (prenotazione alberghiera, lettera di invito /dichiarazione di ospitalità)”;
    d) l’assicurazione sanitaria per stranieri in Italia per turismo.
    Purtroppo a volte dopo aver presentato un istruttoria impeccabile  viene illegittimamente rigettato il visto per turismo (addirittura fissando appuntamenti “dopo la scadenza del periodo di vacanza per il quale il visto era stato domandato”), senza pensare minimamente alle motivazioni dei richiedenti all’atto della richiesta .
     


  • Cos?è una lettera di invito, perché bisogna farla con i moduli adeguati dei consolati e come posso riceverla?

    Il cittadino italiano che invita un cittadino straniero assume determinate responsabilità civili e penali, in quanto deve garantirgli oltre agli obblighi del sostentamento anche il ritorno al Paese di origine della persona straniera invitata.
    Per alcuni Paesi, cosiddetti "a rischio immigrazione", si richiede documentazione aggiuntiva sia per la certificazione dello stato di non indigenza del cittadino straniero che vuole fare ingresso in Italia e sia dei legami parentali.

    Rappresenta il primo modulo per iniziare una pratica di visto per l’italia e bisogna usare il modulo consolare adatto non il primo che si trova su internet infatti in alcun casi si può rischiare il diniego oppure il rifacimento della lettera di invito da parte dell’ambasciata
    La lettera d'invito non deve essere tradotta e legalizzata ma si scrive in italiano, si firma e vi si allega una fotocopia del documento d'identità. Non occorre l'autentica della firma.
    La nostra agenzia visto turistico fornisce questo servizio insieme al resto della documentazione necessaria per la pratica di visto richiesta (lettera di invito per turismo o lettera di invito affari).


  • Cosa significa visto di ingresso multiplo o visto di ingresso per l?Italia singolo?

    Il visto di ingresso multiplo per l’area Schengen consente di entrare e soggiornare nello Spazio Schengen diverse volte, per una durata complessiva non superare ai 90 giorni dalla data del primo ingresso (per esempio visto per turismo in italia, dal 1 GENNAIO al 30 GIUGNO).
    Il soggiorno può essere continuo o diviso in più periodi entro la durata di validità del visto.
    Il visto con ingresso singolo permette al titolare del visto di entrare e soggiornare nello Spazio Schengen per tutta la durata del visto, sino ad un massimo di 90 giorni (per esempio visto italia, dal 1 GENNAIO al 31 MARZO).

    In funzione della durata del vostro soggiorno nella zona Schengen, dovete richiedere e sapere in anteprima quale visto ingresso richiedere:

    • Per un periodo inferiore a tre mesi (90 giorni), dovete richiedere un visto di breve durata oppure per un periodo superiore a tre mesi (90 giorni), un visto di lunga durata.
    Se avete intenzione di visitare l’italia (visto per turismo in italia) e diversi paesi dello spazio Schengen ma non avete una destinazione principale (cioè la durata del soggiorno è molto simile in tutti i paesi che si desidera visitare), è necessario richiedere un visto presso l'Ambasciata o il Consolato del paese che è il primo punto di entrata visto turistico italia.
    Vi informiamo che i visti  per italia si richiedono al consolato/ambasciata di appartenenza dove abita il vostro ospite, no alla questura o al comune in Italia.

    Fate molto attenzione quando il vostro ospite ha in programma un breve soggiorno per esempio visto per turismo in italia o un transito attraverso un paese Schengen ed il suo passaporto è nella lista sotto indicata, è necessario richiedere un visto Schengen / visti per l italia, a meno che non siate residenti in uno dei paesi Schengen.

    Visto ingresso Afghanistan
    Visto ingresso Algeria
    Visto ingresso Angola
    Visto ingresso Arabia Saudita
    Visto ingresso Armenia
    Visto ingresso Azerbaigian
    Visto ingresso Bahrain
    Visto ingresso Bangladesh
    Visto ingresso Belize
    Visto ingresso Benin
    Visto ingresso Bhutan
    Visto ingresso Bielorussia
    Visto ingresso Bolivia
    Visto ingresso Botswana
    Visto ingresso British
    Visto ingresso Overseas Citizens*
    Visto ingresso British Subjects*
    Visto ingresso British Overseas Territories Citizens**
    Visto ingresso British Protected Persons**
    Visto ingresso Burkina Faso
    Birmania/Myanmar
    Visto ingresso Burundi
    Visto ingresso Cambogia
    Visto ingresso Camerun
    Visto ingresso Capo Verde
    Visto ingresso Chad
    Visto ingresso Cina
    Visto ingresso Colombia
    Visto ingresso Comore
    Visto ingresso Congo
    Visto ingresso Corea del Nord
    Visto ingresso Costa d’Avorio
    Visto ingresso Cuba
    Visto ingresso Dominica
    Visto ingresso Ecuador
    Visto ingresso Egitto
    Visto ingresso Emirati Arabi
    Visto ingresso Uniti
    Visto ingresso Eritrea
    Visto ingresso Etiopia
    Visto ingresso Figi
    Visto ingresso Filippine
    Visto ingresso Gabon
    Visto ingresso Gambia
    Visto ingresso Georgia

    Visto ingresso Ghana
    Visto ingresso Giamaica
    Visto ingresso Gibuti
    Visto ingresso Giordania
    Visto ingresso Grenada
    Visto ingresso Guinea
    Visto ingresso Guinea- Visto ingresso Bissau
    Visto ingresso Guinea Equatoriale
    Visto ingresso Guyana
    Visto ingresso Haiti
    Visto ingresso India
    Visto ingresso Indonesia
    Visto ingresso Iran
    Visto ingresso Iraq
    Visto ingresso Isole Marshall
    Visto ingresso Isole Salomone
    Visto ingresso Kazakhstan
    Visto ingresso Kenia
    Visto ingresso Kiribati
    Visto ingresso Kuwait
    Visto ingresso Kirghizistan
    Visto ingresso Laos
    Visto ingresso Lesotho
    Visto ingresso Libano
    Visto ingresso Liberia
    Visto ingresso Libia
    Visto ingresso Madagascar
    Visto ingresso Malawi
    Visto ingresso Maldive
    Visto ingresso Mali
    Visto ingresso Marocco
    Visto ingresso Marianne Settentrionali (Isole)
    Visto ingresso Mauritania
    Visto ingresso Micronesia
    Visto ingresso Moldavia
    Visto ingresso Mongolia
    Visto ingresso Mozambico
    Visto ingresso Namibia
    Visto ingresso Nauru
    Visto ingresso Nepal
    Visto ingresso Niger
    Visto ingresso Nigeria
    Visto ingresso Oman
    Visto ingresso Pakistan

    Visto ingresso Palau
    Visto ingresso Papua Nuova Visto ingresso Guinea
    Visto ingresso Perù
    Visto ingresso Qatar
    Repubblica Centrafricana
    Repubblica Democratica del Congo
    Visto ingresso Repubblica Dominicana
    Visto ingresso Ruanda
    Visto ingresso Russia
    Visto ingresso Samoa
    Visto ingresso Sao Tome e Principe
    Visto ingresso Senegal
    Visto ingresso Sierra Leone
    Visto ingresso Siria
    Visto ingresso Somalia
    Visto ingresso Sri Lanka
    Visto ingresso St Lucia
    Visto ingresso St Vincent e Grenadine
    Visto ingresso Sudafrica
    Visto ingresso Sudan
    Visto ingresso Suriname
    Visto ingresso Swaziland
    Visto ingresso Tagikistan
    Visto ingresso Tailandia
    Visto ingresso Tanzania
    Visto ingresso Timor Est
    Visto ingresso Togo
    Visto ingresso Tonga
    Trinidad e Tobago
    Visto ingresso Tunisia
    Visto ingresso Turchia
    Visto ingresso Turkmenistan
    Visto ingresso Tuvalu
    Visto ingresso Ucraina
    Visto ingresso Uganda
    Visto ingresso Uzbekistan
    Visto ingresso Vanuatu
    Visto ingresso  Vietnam
    Visto ingresso Yemen
    Visto ingresso Zambia
    Visto ingresso Zimbabwe


  • Visto di breve durata e permesso di soggiorno

    Una volta entrato in Italia con il visto di breve durata posso ottenere il permesso di soggiorno o devo richiedere in Questura il permesso?

    Dal 2 giugno 2007 per i permessi inferiori a 3 mesi gli stranieri che intendono soggiornare in Italia per un periodo inferiore a 3 mesi per visite, affari, turismo e studio non devono chiedere il permesso di soggiorno.
    È la novità contenuta nella legge n. 68 del 28 maggio 2007, pubblicata nella Gazzetta ufficiale del 1° giugno 2007, n. 126. Secondo le nuove disposizioni gli stranieri in questo caso devono semplicemente dichiarare la loro presenza sul territorio nazionale con le modalità fissate dal decreto del ministro dell’Interno del 26 luglio 2007 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 6 agosto 2007, n. 181). L’adempimento dell’obbligo è attestato mediante l’apposizione, da parte della polizia di frontiera, dell’impronta del timbro uniforme Schengen sul documento di viaggio, se lo straniero proviene da Paesi che non applicano l’Accordo di Schengen. Invece, se lo straniero proviene da Paesi che applicano l’Accordo Schengen, la dichiarazione di presenza può essere resa direttamente in Questura, compilando entro 8 giorni dall’ingresso l’apposito modulo. Se alloggiato in una struttura alberghiera/ricettiva tale obbligo è attestato dal rilascio allo straniero di copia della dichiarazione prevista, per legge, in tale ipotesi.
    L'importante è che la  permanenza sul territorio italiano non  superi i 3 mesi o il minor termine previsto dal visto di ingresso, ove richiesto, e che siano rispettate le condizioni di ingresso.


  • Tipi di passaporto per ottenere il visto per gli USA

    Passaporto a lettura ottica

    La regola che impone il passaporto a lettura ottica per quei cittadini italiani che intendono recarsi in USA per un periodo inferiore ai 90 giorni, (senza visto, ovvero con la formula "Visa Waiver") è in vigore dal 26 Ottobre 2004. Da questa data chi non sarà in possesso di passaporto a lettura ottica, dovrà richiedere il visto per recarsi in America.

    Come si distingue il passaporto NON a lettura ottica dal nuovo modello A LETTURA OTTICA?
    Premesso che da due anni a questa parte tutte le Questure d’Italia rilasciano i nuovi passaporti esclusivamente a ‘lettura ottica’ è facile distinguere quelli che lo sono (di nuovo modello) da quelli che non lo sono (vecchio modello).

    Controllate i seguenti particolari:
    Nuovo modello: ( a lettura ottica).

    Caratteristiche:
    • Fotografia e dati anagrafici si trovano all'interno della prima copertina:
    • La pagina è a sviluppo orizzontale e plastificata.
    • Il numero del passaporto si trova in alto a destra della stessa pagina.
    • La firma del titolare si trova a pagina 2.
    • In basso, il nome del titolare stampigliato ed accompagnato dal numero del passaporto ripetuto e, sulla stessa linea, le barre della lettura ottica che si presentano come queste:  

    Vecchio modello: (non a lettura ottica).

    Caratteristiche:
    • Numero del passaporto è stampigliato e perforato a pagina 1.
    • La fotografia e i dati anagrafici si trovano a pagina 2.
    • La pagina è a sviluppo verticale; nella stessa pagina, in basso, lo spazio per la firma del titolare.


  • Quali sono i requisiti minimi affinchè il visto di ingresso in Italia non venga negato?

    Molti che fanno l?invito per l?Italia si chiedono perché l?Ambasciata Italiana a volte nega il visto di turismo per l?Italia o altri visti di ingresso (affari, studio, cure mediche etc )?
    Cari signori ogni caso è a se, ma non é assolutamente vero che i consolati non rilasciano visti.
    Dobbiamo considerare che l?ufficio visti fa una valutazione riguardante diversi aspetti del richiedente del visto per esempio, la documentazione per la richiesta del visto innanzitutto deve essere completa (non basta solo una lettera di invito), l'analisi della situazione socio economica e professionale di chi richiede il visto dall?estero deve essere dimostrata, carte di credito e estratti conto bancari, buste paga (e non affidarsi su chi invita il cittadino straniero come molti credono), lo scopo della richiesta del visto deve essere specifica  (quindi se la richiesta del visto per turismo bisogna dimostrare elementi che riguardano la vacanza no altri scopi (per esempio studio o lavoro), la dimostrazione delle situazione patrimoniale dell?invitante attuale (estratto conto o proprietà immobiliari o mobiliari), il rapporto di parentela deve essere veritiero e dimostrabile (estratto di nascita), il passaporto detto anche  titolo di viaggio dell?invitante deve essere valido circa 6 mesi dopo la scadenza del visto e inoltre il consolato guarda se in passato il richiedente del visto ha ottenuti già visti di ingresso per altri stati schengen sul proprio passaporto tutte considerazioni che poi permettono di non dubitare sul cosiddetto ?rischio migratorio? e quindi ottenere alla fine il rilascio del visto per entrare in Italia con successo.
    La normativa vigente permette che questa valutazione sia in parte soggettiva e discrezionale ma molte volte diventa veramente difficile giudicare una persona che vuole emigrare  clandestinamente  infatti l?Ufficio competente per il rilascio dei visti per l? Italia non fa altro che applicare il ?codice dei visti? . 


  • Come ottenere il visto di ingresso per gli Stati Uniti

    Per recarsi negli Stati Uniti occorre verificare se si ha un passaporto valido e se è necessario avere anche un visto di ingresso rilasciato dall'ambasciata. Questa pagina fornisce informazioni per sapere come essere in regola. Tenere presente che l'ufficio immigrazione al vostro arrivo negli Stati Uniti può sempre rifiutare il vostro ingresso
    Attenzione: dal 12 gennaio 2009 è obbligatoria la nuova procedura on-line di richiesta di ingresso negli USA

    Come prima cosa dovete riconoscere il tipo di passaporto di cui siete già in possesso, tra i 4 casi seguenti:
    1. Passaporto non a lettura ottica
    2. Passaporto a lettura ottica
    3. Passaporto con foto digitale
    4. Passaporto elettronico

    Passaporto non a lettura ottica
    E? il passaporto del vecchio tipo, non a lettura ottica, con fotografia incollata nella seconda pagina in alto a sinistra, come nella figura qui a lato. Risale a diversi anni fa, rispetto ai passaporti più moderni è l'unico ad avere i dati anagrafici scritti in orizzontale, negli altri i dati sono scritti verticalmente.
    In breve: non ha le barre di lettura ottica in basso

    Passaporto a lettura ottica
    Il passaporto ha i dati anagrafici e la foto in seconda pagina, ma con la pagina disposta in orizzontale. In basso due righe di caratteri contengono i dati per la lettura ottica. Sono passaporti rilasciati negli ultimi anni.
    In breve: ha le barre di lettura ottica in basso ma la foto è incollata .

    Passaporto con foto digitale:
    I passaporti con foto digitale si possono riconoscere dai seguenti elementi nella figura qui a lato:
    (1) Fotografia digitale
    La fotografia non è incollata sulla pagina, ma viene scansionata da un computer e stampata direttamente nella pagina del passaporto.
    (2) Bande per la lettura ottica
    Come nei passaporti a lettura ottica, sono presenti due bande di caratteri nella parte inferiore della pagina.
    (3) Riproduzione della fotografia
    Inoltre, la stessa fotografia digitale appare, più sbiadita, come 'sottofondo' della parte della pagina che contiene i dati anagrafici del titolare del documento.
    Tali passaporti sono stati rilasciati su richiesta negli ultimi tempi.
    In breve: ha la foto stampata (non incollata) due volte nella pagina, ma non ha il simbolo del passaporto elettronico sulla copertina
    Passaporto elettronico
    I passaporti "elettronici" vengono emessi a partire dal 26 ottobre 2006, incorporano un chip elettronico invisibile contenente dati biometrici del titolare. La pagina in cui compare la fotografia del titolare è simile a quella dei passaporti "con foto digitale", ma la fotografia "sbiadita" è riprodotta nell'angolo in alto a destra della pagina (invece che al centro). La copertina contiene il simbolo del passaporto elettronico, come evidenziato qui sotto
    In breve: ha il simbolo del passaporto elettronico sulla copertina.

    Una volta stabilito il tipo di passaporto di cui siete in possesso, dovete controllare la data di emissione e la data dell?eventuale rinnovo:
    1. Passaporto non a lettura ottica: non è valido senza visto
    2. Passaporto a lettura ottica, se rilasciato o rinnovato dopo il 26 ottobre 2005: non è valido senza visto
    3. Passaporto con foto digitale, se rilasciato o rinnovato dopo il 26 ottobre 2006: non è valido senza il visto

    Gli altri casi sono passaporti validi senza visto (Visa Waiver Program), cioè quello elettronico, quello a lettura ottica antecedente il 26 ottobre 2005 e quello con foto digitale antecedente il 26 ottobre 2006.
    ATTENZIONE: dal 12 gennaio 2009 anche nel caso di Visa Waiver Program è necessario riempire un formulario on line (vedi modulo ESTA) ed ottenere l'abilitazione elettronica all'accesso agli USA , Il formulario ha le domande anche in lingua italiana, ma le risposte devono essere date in inglese.
    Dato che la procedura per il visto è piuttosto complicata (andare di persona ad uno dei 4 consolati USA esistenti in Italia, presentare varia documentazione, superare un'intervista-interrogatorio, pagare 131 dollari ?), vi consigliamo se il vostro passaporto non è valido senza visto, di rifare un nuovo passaporto elettronico in sostituzione del vecchio (ora possibile senza denunce di smarrimento); stessa cosa nel caso di minori.

    Riassumendo, essendo passati oltre 5 anni dal 2006, potete evitare il visto e fare il formulario ESTA se avete:
    - un passaporto elettronico
    - oppure un passaporto con foto digitale emesso prima del 26 ottobre 2006 e non rinnovato (cioè aveva validità decennale)
    - oppure un passaporto a lettura ottica emesso prima del 26 ottobre 2006 e non rinnovato (cioè aveva validità decennale)
    - inoltre rientrare in tutte le seguenti condizioni: cittadino italiano, viaggio di lavoro o turismo o transito (non studio), durata massima 90 giorni, non essere un minore sul passaporto dei genitori.
    Controllate che il passaporto sia valido fino oltre la data di ritorno.
    Dal 12 giugno 2012 in Italia non sono più validi i figli minori iscritti sul vostro passaporto, occorre loro un passaporto individuale.


  • Quando e dove è necessario il visto d'ingresso per l'Italia?

    Tutti i cittadini stranieri che intendono venire in Italia, devono esibire alle frontiere la prevista documentazione che giustifichi la motivazione e la durata del soggiorno previsto, nonché, nei casi previsti, la disponibilità di adeguati mezzi finanziari e le condizioni di alloggio. In taluni casi dovranno essere muniti anche di visto. Per sapere quando e dove è necessario il visto di ingresso per l'Italia, il sito del Ministero degli Affari Esteri, dispone di una tabella per effettuare verifiche e sapere in quali casi è utile richiedere il visto di ingresso.

    TABELLA DEL SITO:  www.esteri.it

    Se volete sapere come richiedere il visto potete contattarci al n. Tel. +39 02 67078247 oppure inviare una email: info@vistoturistico.it


  • Ingresso in Italia, richiedere il visto


    L’Italia aderisce agli accordi di Schengen che risalgono al 14 giugno 1985, e che sono entrati in vigore il 26 ottobre 1997.

    Lo spazio Schengen di libera circolazione prevede:
    • l’abolizione delle frontiere interne fra i paesi membri;
    • il rafforzamento dei controlli alle frontiere esterne;
    • un sistema comune di rilascio dei visti di ingresso;
    • la libera circolazione all’interno dell’area per un massimo di 90 giorni.
    Fanno parte dell’area Schengen: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svezia, Islanda, Norvegia, Slovenia, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Malta e Svizzera. 

    L’ingresso in Italia:
    Per entrare in Italia lo straniero che proviene da un paese che NON fa parte degli accordi di Schengen deve presentare alla frontiera:
    • il passaporto o altro documento di viaggio riconosciuto valido per l’attraversamento delle frontiere;
    • i documenti che giustificano lo scopo e le condizioni del soggiorno.
     
    Occorre inoltre che:
    • abbia un valido visto di ingresso o di transito;
    • non sia segnalato nel Sistema Informativo Schengen (SIS);
    • non sia considerato pericoloso per l’ordine pubblico, la sicurezza nazionale o le relazioni internazionali del’Italia o di altri Stati Schengen.
     
    Se bisogno di assistenza o vuoi richiedere il visto telefonicamente contattaci al numero +39 02 67078247, il nostro personale qualificato ti indicherà quali sono i documenti utili per la richiesta del visto

  • Assicurazione sanitarie per ricongiungimenti familiari - Ricongiungimento familiare genitori over 65

    La Regione, come le ha ordinato il tribunale, ha fissato la tariffa per garantire l’assistenza sanitaria agli ultrasessantacinquenni arrivati con un ricongiungimento. Ma l’accordo con il governo prevede molte altre novità .
    – Gli anziani stranieri arrivati in Lombardia con un ricongiungimento familiare possono finalmente iscriversi, a pagamento, al servizio sanitario oppure stipulare una polizza assicurativa sanitaria con la nostra società.
     Questo diritto è stato ribadito lo scorso dicembre dal tribunale di Milano,  sollecitato da un ricorso presentato da queste associazioni di categorie  Anolf, Asgi, Avvocati per Niente e Naga. Solo da qualche giorno, però, la Regione Lombardia si è adeguata: una circolare della direzione generale sanità, “nelle more dell’emanazione degli opportuni provvedimenti ministeriali”,  fissa l’importo del contributo volontario a 387,34 euro.
     Il problema risale al 2008, quando una nuova legge sui ricongiungimenti ha obbligato gli ultrasessantacinquenni  chiamati in Italia dai figli a pagarsi l’assistenza sanitaria, iscrivendosi volontariamente a pagamento al SSN  o stipulando un’assicurazione.
    Solo alcune Regioni, finora, sono intervenute autonomamente per fissare la tariffa e la Lombardia non era tra queste. I vecchietti immigrati, quindi, si ritrovavano di fatto senza copertura sanitaria. La sentenza di dicembre ha però costretto l’amministrazione a darsi una mossa.
     È solo un primo passo, perché la Lombardia e tutte le altre Regioni dovranno presto migliorare i livelli di assistenza sanitaria ai cittadini stranieri, adeguandosi alle best practises diffuse sulla penisola. Lo dice un accordo raggiunto a dicembre con il governo, che tra le altre cose, oltre all’iscrizione volontaria per gli ultrasessantacinquenni ricongiunti, prevede l’iscrizione obbligatoria al Ssn  per i figli degli irregolari (che quindi avranno un pediatra) e per chi attende il primo permesso o la regolarizzazione.
    Per chiunque voglia valutare un preventivo di spesa per assicurazione sanitaria per ricongiungimenti familiari (assicurazione sanitaria per genitori over 65 ) può chiamarci al n. 02/67078247 .
    Chiarimenti sui ricongiungimenti familiari. Arrivano dal ministero dell’Interno, dipartimento Libertà civili e immigrazione, con due circolari del 17 febbraio. La prima circolare riguarda l’assicurazione sanitaria obbligatoria per il ricongiungimento dei genitori oltre i 65 anni di età. La seconda invece le richieste relative a familiari che, in conseguenza di un’espulsione, sono iscritti nel Sis (Sistema informativo Schengen) e devono quindi esserne cancellati prima di poter ottenere il nulla osta.
    Per i genitori over 65, la stipula di un’assicurazione a copertura dei rischi sanitari sul territorio nazionale (o in alternativa l’iscrizione dietro pagamento di un contributo AL Servizio sanitario nazionale) è diventata obbligatoria con l’ultimo decreto di recepimento di una direttiva Ue sui ricongiungimenti, entrata in vigore al novembre scorso. Da allora c’è però un vuoto normativo: la circolare protocollo n.737 informa che è ancora in fase istruttoria il decreto del ministero del Lavoro, della Salute e della Previdenza sociale con cui viene determinato l'importo del contributo per l'iscrizione al Servizio sanitario.
    La seconda circolare invece, n. 738, riguarda il ricongiungimento dei familiari iscritti nel “Sis” e contiene una stretta. Al momento, spiega la circolare, la consegna della lettera con la quale il familiare all’estero può ottenere dall’ambasciata d’Italia la cancellazione dell’espulsione avviene prima della verifica, da parte dello Sportello unico, che il richiedente sia in regola, coi requisiti di reddito e alloggio.

     

    PER RICHIEDERE IL VISTO PER RICONGIUNGIMENTI FAMILIARI CONTATTACI Infoline: +39 02 67078247


  • MITT: Scambi stretti tra Russia e Italia, aumenta la richiesta del visto turistico Russia e Visto per Italia

    Cresce l'interesse della Russia per l'Italia. E' quanto è emerso al termine della ventesima edizione del MITT, la fiera del turismo che si è tenuta a Mosca, considerata tra le cinque più importanti fiere turistiche del mondo. “La Russia vuole l’Italia e noi stiamo lavorando per incrementare l’incoming nel nostro paese. Gli occhi della Russia sono puntati con interesse anche verso i progetti che stanno nascendo in Italia, come Acanthus, il complesso termale dell’alto Lazio che sta nascendo anche grazie all’attenzione del sindaco di Civitavecchia Piero Tidei e che rientrerà nel progetto del II Polo Turistico di Roma, può rappresentare una meta futura per migliaia di turisti russi” è quanto ha affermato il Presidente di Confimprese Turismo Italia, Giuseppe Sarnella. Un legame sempre più stretto tra Russia e Italia che porterà ad un incremento delle richieste di visto per turismo e lavoro. E' in questa prospettiva che i siti web vistoturistico.it e vistoturisticorussia.com mettono a disposizione la possibilità di richiedere online i visti, ottenibili in breve tempo e con la consulenza sempre presente per il disbrigo delle pratiche.


  • Il diritto all'assistenza sanitaria degli stranieri con visto Italia

    Per i cittadini stranieri, comunitari e non, l'iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (S.S.N.) garantisce tutta l'assistenza sanitaria prevista dal nostro ordinamento e comporta parità di trattamento rispetto ai cittadini italiani, per quanto attiene all'obbligo contributivo, all'assistenza erogata in Italia dallo stesso S.S.N. ed alla sua validità temporale.

    1. Chi ha l'obbligo di iscriversi al S.S.N.
    - I cittadini stranieri titolari di permesso di soggiorno che svolgono regolare attività di lavoro subordinato, autonomo o che siano iscritti alle liste di collocamento;
    - I cittadini stranieri regolarmente soggiornanti o quelli che abbiano chiesto il rinnovo del permesso di soggiorno, per lavoro subordinato, per lavoro autonomo, per motivi familiari, per asilo, per richiesta di asilo, per attesa adozione, per affidamento, per acquisto della cittadinanza o per motivi religiosi;
    - I familiari a carico (regolarmente soggiornanti) dei cittadini stranieri rientranti nelle categorie sopra indicate.

    Non hanno obbligo di iscriversi al S.S.N. i cittadini stranieri non rientranti fra le suddette categorie, anche se devono assicurarsi contro il rischio di malattie, infortunio e maternità mediante stipula di polizza assicurativa valida sul territorio italiano, anche per i familiari a carico.

    2. Dove ci si iscrive
    Per iscriverti al S.S.N. devi recarti presso la ASL del territorio in cui sei residente ovvero presso quella in cui hai effettiva dimora (indicata nel permesso di soggiorno), munito di:
    - documento di identità personale;
    - codice fiscale;
    - permesso di soggiorno;
    - autocertificazione di residenza o dimora (si considera dimora abituale l'ospitalità da più di tre mesi presso un centro d'accoglienza).
    Al momento dell'iscrizione potrai scegliere il medico di famiglia o il pediatra per i tuoi figli.

    3. Che validità ha l'iscrizione
    - l'iscrizione è valida per tutta la durata del permesso di soggiorno e non decade nella fase di rinnovo del medesimo: può essere, quindi, rinnovata anche presentando alla ASL la documentazione comprovante la richiesta di rinnovo di permesso di soggiorno;
    - in caso di mancato rinnovo o di revoca del permesso di soggiorno, o in caso di espulsione, l'iscrizione cessa, salvo che l'interessato comprovi di aver presentato ricorso contro i suddetti provvedimenti.

    4. A cosa hai diritto
    All'atto dell'iscrizione riceverai un documento, il "Tesserino sanitario personale", che ti dà diritto a ricevere gratuitamente, ovvero dietro pagamento - dipende dalla regione in cui ti trovi - di una quota a titolo di contributo (Ticket sanitario), le seguenti prestazioni:

    - visite mediche generali in ambulatorio e visite mediche specialistiche; - visite mediche a domicilio; - ricovero in ospedale; - vaccinazioni; - esami del sangue; - radiografie; - ecografie; - medicine; -assistenza riabilitativa e protesica.

    Cittadini stranieri non iscritti al S.S.N.


    Se sei regolarmente soggiornante e non rientri tra coloro che sono obbligatoriamente iscritti al S.S.N., ti sono concesse due possibilità:
    a) iscriverti facoltativamente al S.S.N., insieme ai tuoi familiari, se presenti in Italia. Puoi ottenere l'iscrizione volontaria se:
    - hai un permesso di soggiorno superiore a tre mesi (con l'eccezione se hai un permesso di studio);
    - sei iscritto, insieme ai tuoi familiari, negli elenchi degli assistibili dell'ASL di residenza o, nei casi di prima iscrizione, di domicilio indicato sul tuo permesso di soggiorno.

    L'iscrizione non è possibile se sei titolare di un permesso di soggiorno per motivi di cura.
    In questo caso le prestazioni sanitarie ti saranno garantite dietro pagamento all'ASL delle tariffe previste per legge, che possono cambiare a seconda della regione in cui ti trovi. Se sei privo delle risorse economiche sufficienti ti saranno comunque assicurate le prestazioni ambulatoriali, ospedaliere urgenti o comunque essenziali, o continuative, per malattia o infortunio e i programmi di medicina preventiva (per es. vaccinazioni), nei presidi sanitari pubblici o privati accreditati.

    b) assicurarti contro il rischio di malattia, infortunio e per la maternità mediante la stipula di apposita polizza assicurativa con un Istituto assicurativo italiano o straniero, valida sul territorio nazionale.

    Quali sono le prestazioni comunque garantite
    - quelle a tutela sociale della gravidanza e della maternità;
    - quelle a tutela della salute del minore;
    - le vaccinazioni, secondo la normativa e nell'ambito delle campagne di prevenzione collettiva autorizzate dalle Regioni;
    - gli interventi di profilassi internazionale;
    - la profilassi, la diagnosi e la cura di malattie infettive.

    Puoi attestare lo stato di indigenza e la relativa impossibilità ad adempiere al pagamento delle prestazioni fornite dal S.S.N. attraverso una apposita auto-dichiarazione, da presentare alla struttura sanitaria che poi eroga la prestazione.

    Stranieri irregolarmenti presenti

    Se non sei in regola con le norme relative all'ingresso e al soggiorno, hai diritto comunque alle cure ambulatoriali ed ospedaliere urgenti o essenziali, anche se continuative, per malattia e infortunio, nelle strutture pubbliche o private convenzionate.
    A tal fine dovrai richiedere presso qualsiasi ASL un tesserino, chiamato S.T.P. (Straniero Temporaneamente Presente), valido sei mesi ma rinnovabile. Per ottenerlo dovrai dichiarare:
    - le tue generalità;
    - di non possedere risorse economiche sufficienti.
    Puoi anche chiedere che il tesserino sia rilasciato senza l'indicazione del tuo nome e cognome.

    Con il tesserino S.T.P. hai diritto:
    - all'assistenza sanitaria di base;
    - ai ricoveri urgenti e non e in regime di day-hospital;
    - alle cure ambulatoriali e ospedaliere, urgenti o comunque essenziali, anche se continuative, per malattie o infortunio.

    L'accesso alle strutture sanitarie non può comportare alcun tipo di segnalazione alle pubbliche autorità. Tieni comunque presente che in alcuni casi (motivi di ordine pubblico o per altri gravi motivi) la Pubblica Autorità potrà ottenere il referto, come avviene anche con i cittadini italiani.


  • Come assumere un cittadino straniero


    Lo Sportello Unico, per consentire al locale Centro per l’Impiego (CPI) di dare la dovuta pubblicità delle richieste di lavoro nei confronti dei lavoratori già iscritti nelle liste di collocamento, le diffonde, per via telematica, agli altri CPI territoriali e le rende altresì pubbliche sul sito Internet o con ogni altro mezzo possibile.

    Lo Sportello Unico: 
    - acquisisce il parere del Questore circa la sussistenza, nei confronti del lavoratore straniero,  dei motivi ostativi al rilascio del nulla osta;
    - acquisisce il parere della Direzione Provinciale del Lavoro circa la sussistenza o meno dei requisiti minimi contrattuali e della capienza reddituale del datore di lavoro.
    In caso di parere negativo da parte di almeno uno degli Uffici, lo Sportello  rigetta l’istanza.
               
    In caso di parere favorevole:
    • convoca il datore di lavoro per la consegna del nulla osta e per la firma del contratto;
    • trasmette per via telematica la documentazione agli uffici consolari.
     

    E’ importante sapere che
    Il nulla osta al lavoro subordinato ha validità pari a 6 mesi dalla data del rilascio, durante i quali il lavoratore deve fare ingresso in Italia, presentarsi allo Sportello e stipulare il contratto.
    3. Che cosa deve fare il  lavoratore
     
    Il lavoratore straniero, ricevuto il nulla osta che tu, quale datore di lavoro, avrai cura di fargli avere, deve richiedere un appuntamento con l’autorità consolare presso il proprio Paese di origine. Quest’ultima, alla quale nel contempo è stata trasmessa per via telematica la documentazione comprensiva del relativo nulla osta, comunica al cittadino straniero la proposta di contratto e rilascia il visto d’ingresso entro 30 giorni, dandone comunicazione al Ministero dell’Interno, al Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, all’INPS ed all’INAIL.
    Entro 8 giorni dall’ingresso in Italia, il lavoratore si deve recare presso lo Sportello che ha rilasciato il nulla osta per sottoscrivere il contratto di soggiorno e presentare la richiesta di permesso di soggiorno, altrimenti è considerato irregolarmente presente sul territorio nazionale.
    4. Attività svolte presso lo Sportello Unico Immigrazione:  II FASE
    Una volta presentatosi il lavoratore, lo Sportello:
    • verifica il visto rilasciato dall’autorità consolare e i dati anagrafici del lavoratore;
    • consegna il certificato di attribuzione del codice fiscale;
    • provvede a far sottoscrivere al lavoratore straniero il contratto di soggiorno;
    • consegna il modulo di richiesta di permesso di soggiorno e ne inoltra i dati alla Questura competente.
    5. Rilascio del permesso di soggiorno
    Dopo il passaggio allo Sportello Unico, il lavoratore deve poi recarsi presso un Ufficio Postale dove dovrà spedire il modulo ritirato allo Sportello Unico con l’apposita busta. L’Ufficio Postale rilascia una ricevuta recante due codici identificativi personali (user id e password) tramite i quali lo stesso potrà conoscere, collegandosi a www.portaleimmigrazione.it, lo stato della pratica.
    La Questura comunicherà all’indirizzo e all’utenza telefonica mobile indicati nella domanda la data della convocazione presso i propri uffici per procedere ai rilievi foto-dattiloscopici e successivamente procederà ad una ulteriore comunicazione per la consegna del permesso di soggiorno.

  • Liberalizzazione dei visti Schengen - informazioni importanti per i cittadini albanesi


    1. Quali sono i diritti dei cittadini albanesi?
    I cittadini albanesi in possesso del passaporto biometrico hanno diritto di circolare liberamente nell’area Schengen, per qualsiasi motivo (esclusi il lavoro e le cure mediche ed il ricongiungimento familiare), per un periodo di tempo complessivamente non superiore a 90 giorni in un semestre, entrando e uscendo dal territorio Schengen senza limitazioni (i 90 giorni nel semestre vengono calcolati sommando tutti i giorni di presenza nel territorio Schengen, anche non consecutivi, e i sei mesi decorrono dal momento del primo ingresso nel territorio Schengen).
    2. Quali sono i Paesi Schengen?
    I Paesi Schengen sono tutti i paesi membri dell’Unione Europea (tranne Gran Bretagna ed Irlanda); ad essi si aggiungono Svizzera, Norvegia e Islanda.
    3. Quali sono i limiti da rispettare?
    Il limite fondamentale è quello del periodo di permanenza: la liberalizzazione riguarda infatti soltanto i visti di breve periodo (fino a 90 giorni in 6 mesi), mentre rimane inalterata la normativa riguardante i visti di lunga durata (visti nazionali, o di tipo D; v. punto 6) e quella dei visti per cure mediche. Senza richiedere il visto, i cittadini albanesi potranno fermarsi nel territorio Schengen soltanto per 90 giorni su 6 mesi. Se intendono fermarsi più a lungo, dovranno richiedere il visto presso l’Ufficio consolare competente. ATTENZIONE: chi dovesse superare tale limite, restando nel territorio dei Paesi Schengen più a lungo del periodo consentito, potrà essere espulso (con conseguente divieto di reingresso fino a 10 anni).
    4. Quali sono i documenti necessari per entrare nell’area Schengen?
    L’unico documento necessario per l’ingresso nel territorio Schengen è il passaporto biometrico. Considerati gli alti costi dei sistemi sanitari nei Paesi Schengen, tuttavia, è altamente raccomandabile stipulare un’assicurazione sanitaria prima della partenza. Altrettanto raccomandabile è essere in possesso di un biglietto di andata e ritorno (richiesto obbligatoriamente da alcune compagnie aeree). Se richiesto ed alle spese per il ritorno nel Paese di provenienza. La decisione finale sull’ingresso dei cittadini stranieri nello spazio Schengen resta sempre di competenza della Polizia di Frontiera, che può respingere il cittadino straniero che non sia in grado di dimostrare quanto sopra.
    5. In quali casi continua ad essere necessario richiedere il visto?
    Il rilascio del visto continua ad essere necessario per i casi di cure mediche, per i cittadini albanesi che intendano lavorare nello Spazio Schengen ed in tutti gli altri casi in cui i cittadini albanesi intendano restare nel territorio Schengen per più di 90 giorni in un semestre. Le tipologie più frequenti sono: visto per studio, visto per lavoro subordinato, visto per ricongiungimento familiare.
    6. Ci sono modifiche nella procedura per la richiesta dei visti?
    No, la procedura per richiedere i visti (sia per coloro che richiedono visti Schengen per cure mediche, sia per chi richiede visti nazionali di lungo periodo per studio, lavoro o ricongiungimento familiare) rimane esattamente identica quella di prima.
    7. , il cittadino straniero deve inoltre poter dimostrare lo scopo, le condizioni e le modalità del proprio viaggio.
    8. E’ obbligatorio portare con sé carte di credito o soldi in contanti, oppure fideiussioni bancarie, inviti, o altra documentazione?
    Ai cittadini albanesi si applicano esattamente le stesse regole che valgono per i cittadini di qualsiasi altro Paese terzo, non membro dell’Unione Europea: se richiesto dalla Polizia di Frontiera, qualsiasi cittadino straniero deve spiegare lo scopo del proprio soggiorno e deve poter dimostrare di disporre di un alloggio (presso parenti, conoscenti o in un albergo) e di poter contare su mezzi finanziari sufficienti in relazione alla natura, alla durata prevista del soggiorno
    9. Dopo la liberalizzazione, possono recarsi nei Paesi Schengen anche i cittadini albanesi destinatari di un decreto di espulsione, o a cui per altri motivi è stato vietato l’ingresso nello spazio Schengen per un certo periodo?
    Assolutamente no. Il divieto di ingresso nell’area Schengen conserva ovviamente la propria validità anche dopo la liberalizzazione dei visti. Alle persone che sono state segnalate nel Sistema Informativo dei Paesi Schengen verrà quindi rifiutato l’ingresso alla frontiera.



Visto turistico

Visto per l'italia